lunedì 7 febbraio 2011

Sanremo 2011: Gli Abiti

Amiche, già due di voi mi hanno girato lo stesso link interessate a sapere cosa ne penso.
Sono veramente molto felice che mi consideriate una vera Dittatrice del Buon Gusto, di certo con molta più autorevolezza della giudice di Fashion Police alla quale ogni sera tutte noi indirizziamo le nostre macumbe.

Tuttavia amiche, pettinate le bambole (vodoo) perché tra poco più di una settimana comincia la mattanza.
C'è chi nei commenti ha chiesto di boicottare il Festival come forma di protesta.
Apprezzo lo sforzo ma considero uno sciopero in questo senso utile quanto i manifesti del PD che chiedono le dimissioni di Berlusconi.
La RAI mi fa cagare tendenzialmente tutto l'anno e temo che sia per questo che per la legge del contrappasso siano i soli canali che riesco a visualizzare dall'avvento del digitale terrestre. D'altra parte se mi sono sottoposta allo sforzo fisico di guardare la Clerici inguainata nella pelle nera ballare con Bob Sinclair l'anno scorso, quest'anno niente e nessuno mi impedirà di guardare il mio dolce amore infantile Gianni Morandi mentre cerca di ridurre la cornice ridicola dei due cloni che lo aiuteranno nella conduzione.
Si perché onestamente, quelle due si assomigliano un casino. Eppure hanno sei anni di differenza ma non si capisce se sia Elisabetta che sembra avere 27 anni o se sia Belen a sembrare una trentenne.
Sicuramente i percorsi artistici sono similari: persino i loro compagni sono entrambi delle presunte criptochecche.

Ma passiamo a quello che ci interessa di più: cosa indosseranno queste sciacquette?
A quanto pare una di loro seguirà la falsa riga di Michelle Obama, di recente salita alla gogna mediatica perchè ad una cena alla Casa Bianca con il governo cinese ha indossato un abito di McQueen anziché prediligere i soliti de la Renta, Herrera e Marc Jacobs made in USA, infatti spicca un inutile Vivienne Westwood nel mezzo dei chiffon e dei lustrini prettamente italiani.

Ecco quindi una gallery di quello che per ora sembrano essere le scelte di stile delle nostre beniamine:


Elisabetta Canalis in Roberto Cavalli

Non dirmi.
Pare evidente anche ai muri ormai che Elisabettola sia legata da un contratto di semi-esclusiva con l'elegante ma sopratutto discVeto stilista fiorentino al punto che, ricordo per chi se lo fosse dimenticato, alle scorse sfilate di Milano Donna a settembre si è presentata da Armani con un tailleur nero del concorrente toscano.
Ho già detto altre volte che non capisco questa moda emersa di recente degli abiti corti davanti e lunghi dietro che tanto si sono visti nel 2010: sembrano i vestiti per le indecise o per le impedite. Non voglio sentir dire da nessuno che sono più comodi e c'è meno rischio di inciampare: una cosa ti chiediamo cuore, ed è quella di essere un bell'attaccapanni per i vestiti che ti fanno mettere addosso. Considerando che la fatica di sentirla parlare/recitare/cantare tutti noi italiani ce la risparmiamo volentieri, ti si chiede solo di non inciampare sulla scalinata. Non mi pare molto per quei 200 mila euro che prenderai a puntata.



Elisabetta Canalis in Emilio Pucci
 
Dundas sta facendo un lavorone da Pucci, su questo non ci sono dubbi. Personalmente ho avuto la fortuna di assistere alla sua prima sfilata per la maison del Marchese e ridacchiavo mentre ascoltavo le sciure texane sedute di fianco a me sconvolte per la ventata di gioventù, sensualità e di novità che stava portando in passerella.
Apprezzo che non abbia scelto un abito stampato, perchè sarebbe stato fuori luogo. E apprezzo che abbia scelto il nero, anche se il punto forte di Pucci è il colore.


Elisabetta Canalis in Atelier Versace

Uelaaa, il trionfo dell'eleganza discreta eh! Cavalli, Emilio Pucci e Versace!
Ci manca un bel Dolce & Gabbana con reggiseno a vista d'altri tempi e siamo a posto!
Non si può dire che l'abito non meriti il palcoscenico: lungo, scivolato e con applicazioni di cristalli. 
Sapete però come la penso sul bianco di sera: da quando Sergio Ciucci, che ai tempi lavorava da Galliano, ad una cena è inorridito guardando una commensale perchè era vestita di bianco per una (seppur piccola) serata di gala, mi sono tatuata la regola del 'No White at Night'.
Immagino che l'abbia scelto perchè ha saputo che Giorgi non la vuole sposare, nè ora nè mai.



Elisabetta Canalis in Vivienne Westwood

Eeeehhwww!
AboVVo aboVVo aboVVo!
[Prego volersi unire ai commenti la mia ex collega (ma diciamo pure ex capa) con cui ho trascorso delle splendide giornate nello showroom di Vivienne Westwood].
E' un peccato non sapere il colore perchè potrei infierire ancora di più, spero solamente che non si tratti di un tartan o di un solito solitissimo faille nero.
Nessuno mette in dubbio che la Westwood abbia uno stile particolare e riconoscibile, tutt'altro.
Piuttosto direi che il suo stile è talmente particolare e riconoscibile che sembra sempre uguale a se stesso. I corpetti steccati, le gonne a tubo, i vitini di vespa, le abbottonature asimmetriche e i messaggi politici sono le sue firme, infatti il bozzetto qua sopra non è molto diverso dal celeberrimo abito da sposa di Carrie in SATC.



Trovo quindi che la scelta di Elisabettola sia stata eccessivamente azzardata e al suo posto avrei cercato di dare una rinfrescata alla sua immagine con qualcosa di più italiano e di classe per cercare di scollarsi di dosso la -brutta- fama di ocacivettavelinaporcona.

Per quanto riguarda Elisabettola dunque, il mio preferito è quello di Pucci anche se nella scelta di questi abiti sta mostrando tutta l'insicurezza per la sua immagine: colori non colori cioè blu, nero e bianco. Avessi un fisico come il suo azzarderei qualcosa di più e se proprio proprio non volessi fare la nazionalista allora che mi butterei con i francesi che lì difficilmente si sbaglia.

Passiamo all'altra primadonna dell'Ariston:

Belen Rodriguez in Alberta Ferretti

A malincuore mi tocca dire che l'Alby sta grattando il fondo del barile. Dopo aver fatto sfilare la Ferrogna e aver dimostrato di essere caduta anche lei nella trappola delle 300.000 visite della Blonde Salad, ora sceglie di vestire la donna più esposta della tv italiana degli ultimi tre anni. L'abito è fantastico e a dirla tutta non è stato scelto per una serata all'Ariston ma per il promo da far girare in questi giorni (che purtroppo non ho trovato su YouTube).
La mia opinione rimane sempre la stessa: 'è come mettere la cravatta al porco'.


Belen Rodriguez in Fausto Puglisi

Ed ecco come il porco si veste da porca.
Ammirabile la scelta di uno stilista emergente per calcare un palco così importante, un po' meno quella di calcare un palco così importante sostanzialmente nuda


Belen Rodriguez in Moschino

Moschino? Di sera
No dico ma perchè non ci mettiamo anche un bel Pinko a sto punto?
No no e ancora NO. No al fiocco sulle tette. No a Moschino, non è da gala. E ora che ci penso un abito simile ho come la sensazione di averlo già visto...


Ecco dove l'avevo già visto! E queste sì che erano due primedonne!

Su Belen quindi il mio giudizio è il seguente: mi ha talmente tanto abituata a vederla nuda (o poco vestita, ma onestamente la differenza con un microslip è minima ai fini dell'eleganza) che ora vederla vestita mi stranisce e soprattutto, per quanto oggettivamente bella sia, non riesco a scollarle di dosso l'immagine di porcona ansimante con la quale continua a vendersi. E' quindi pressochè inutile cercare di darle una parvenza di eleganza, perchè fino a quando non sceglierà di virare la sua carriera verso ruoli televisivi più discreti, rimarrà sempre una porcona ansimante. 

Manuela Arcuri insegna.

12 commenti:

  1. Ma si che palle sti snob, il festival di Sanremo si guarda per i vestiti delle donzelle, per gli ospiti e facendo zapping sugli altri canali mentre la gente canta, però si guarda.
    Detto questo loro due sono per me non bellissime (in viso) e entrambe odiose e preferisco le scelte della Canalis più Ferretti della Belen.

    PS: la Victoria aspetta una femmina, preparati a immaginare una sorellina per la tua Suri!

    RispondiElimina
  2. E' una FEMMINAAAAAA???? Oddio ma questo è il mio GIUBILEOOOO! Cazzo sapevo io che oggi non dovevo lavorareeeee c'erano troppe cose da leggere!!!

    RispondiElimina
  3. ciao guru, è un po' che non ti scrivo, dillo che piena di angoscia e ansia ti stavi chiedendo "ma dov'è finita quell'incosciente che non sa distinguere una kelly da una birkin?!".
    beh, eccomi.
    grazie, perché anche oggi ho imparato qualcosa di nuovo (che non esiste un moschino da gala) e come al solito mi hai fatto anche fare due risate, che non è roba da poco.

    RispondiElimina
  4. Il Moschino non mi dispiace sai? Gli altri invece mi sembrano un po' troppo scollati/scosciati.. più da Billionair che da palco dell'Ariston.
    Tenendo conto però di chi sono le due vallette..

    RispondiElimina
  5. che bANALità sti vestiti....il versace sembra un bellissimo abito...da sposa pero'!!!eh beh,cosa ci si puo'aspettare da ste due ?!se la Blasi si era fatta uscire un capezzolo...figurati, la Belen c'avrà la patonza al vento!!!

    RispondiElimina
  6. Oddio, il frame di Beverly Hills 90210 è mitico!
    :-D
    Per quanto riguarda la Westwood (anche se la adoro) ormai per i miei gusti si è un po' troppo "popolarizzata" e questa è solo la ciliegina sulla torta (dopo miss italia)...

    RispondiElimina
  7. ps: Ma che capa e capa, ero solo la "proprietaria" della scrivania!
    ;-)

    RispondiElimina
  8. Sai cosa ti dico? Che seguirò Sanremo attraverso il tuo blog. Sicuramente mi divertirò molto di più e nel frattempo occuperò meglio il mio tempo sudando tra le lenzuola :)
    Miss Italia, Sanremo e il Grande fratello sono veramente impossibili dal guardare e li accomuna il fatto che i vincitori (chi?) rimangono dei perfetti sconosciuti.
    Ebbene sì sono una snob di merda :P

    RispondiElimina
  9. Ciao Zitella,complimenti per il post (as usual).
    Non è che il Marchese Emilio si starà rivoltando nella tomba?! Da Grace Kelly alla Cagnalis....Poveretto...
    Giubilo anche io con te per la bimba di Vic!!!
    Una baby Posh, mevaviglia!!!
    Lucia

    RispondiElimina
  10. Ma com'è che non ho trovato la notizia ieri????
    Cmq, io mi rifiuto di guardare il festival ma anche io lo seguirò tramite te.
    No cmq alle scelte della Belen, si a Pucci e Versace anche se, appunto, è bianco.......

    RispondiElimina
  11. tu sei una grande.

    RispondiElimina
  12. Grazie anonimo qua sopra, per fortuna che ci siete voi a nutrire il mio ego! E sono felice di sapere che sarete tutte allegramente a trombare sui muri di casa mentre io ho il mandato di guardare sanremo per trasmettere poi la telecronaca del buon gusto!
    Canzonette? Ecchecenefrega a noi!

    Cmq get ready per Birkin Beckham.

    RispondiElimina

Condividimi tutta