martedì 12 luglio 2011

Spiragli di luce: Emma Watson

Che non mi si dica che non sono democratica.

La nostra piccola Hermione sta rimbalzando il suo bel musetto imbronciato su tutti i red carpet del mondo per promuovere quello che si spera essere l'ultimo pippone di Harry Potter che esce dalle mani di Jay Kay Rowling (ma sappiamo già che non sarà così visto l'incredibile macchina da soldi che si è rivelato essere). Nonostante quindi Daniel Radcliffe non abbia più nulla di infantile e l'unica magia che riesce a fare è quella di far sparire il gin da una bottiglia, è probabile che dovremo subirci la visione di attempati maghetti conciati come la Strega Comanda Color ancora per qualche anno.

Or non mi si dica  che insulto il culto di Harry Potter: ANCH'IO CREDO AL FANTASY.
Non vorrete mica dirmi che tutte le commedie romantiche che ho visto della Aniston, della Lopez, della Roberts, della Hudson e di altre millemila sciacquette che popolano i miei sabato pomeriggio degli ultimi 15 anni siano state basate sulla realtà? Cioè, dovrei crederci che alla fine Lui capisce di aver sbagliato e torna da Lei? Dovrei crederci che Lui poi si rende conto che senza di Lei sarebbe una vita di merda? Dovremmo credere al fatto che Lui va contro tutti i suoi amici, sua madre, il suo cane e si mette con una di Noi?
No, vero? Ecco, quindi è fantasy pura.

Tornando a quella che per imprimere meglio nella vostra memoria ho denominato Emma Faccia da Culo Watson, come ho già detto in svariate occasioni io non la trovo brutta.
E nemmeno mascolina come ha suggerito uno dei pochi avventori maschi di queste pagine.
Il mio accanirmi contro la sua immagine è basato sul semplice fatto che:
- sì, non ho nulla di meglio da fare che stare a criticare lei
- credo che abbia commesso un tragico errore nel tagliarsi i capelli.

Ho già detto che la trovavo splendida con i capelli lunghi 'e lo sguardo sapientemente governato da Photoshop' (non voglio essere autorefenziale ma in effetti la sua totale incapacità di posare davanti ai fotografi è qualcosa di talmente palese ormai che non saprei come altro definire se non con le mie stesse parole) sopratutto in quella campagna di Burberry che mi ha fatto innamorare di lei.



E trovo che il suo fascino attuale sia tutto tranne che mascolino.
Non ha nulla di mascolino: nè nei lineamenti del viso, nè nell'atteggiamento.
L'unico elemento che la appesantisce sui red carpet sono quelle due spalle da attaccapanni che le sono venute di recente e che palesemente non riesce a gestire. Tuttavia questo da solo non è un elemento di mascolinità (per me una mascolina è Valeria Solarino) perché allora dovremmo considerare mascoline anche Charlotte Casiraghi che c'ha le spalle a due piazze e Charlene Wittstock che tutto mi sono sembrate di recente meno che androgine.

 Tante spalle 
Look - Gucci

 Poche spalle
Abito - Missoni

 Tante spalle

Poche spalle

Se lo volesse, la dolce Hermione saprebbe come farci (e farMI) capitolare sui red carpet: basterebbe sorridere (abbiamo già Kristen Stewart a mettere il broncio e ce la facciamo bastare), smettere di giocare con i vestiti come un'ottenne, imparare a giocare con il make-up senza sembrare Agrado e assumere un hair stylist che l'aiuti in questa difficile fase di ricrescita che tutte noi donne abbiamo passato almeno una volta nella vita.

Siamo ancora ben lungi dall'aver ottenuto dei risultati, visto che a 21 anni si ostina a vestirsi come una trentenne, ma almeno i capelli hanno trovato una ragion d'essere:





 
 Abito - Bottega Veneta

Il vestito è splendido, come l'Oscar de la Renta di ieri, però è adatto a lei come un assorbente per una bambina di 6 anni. E il trucco, così smaccatamente pesante, lo giustificherei solo se avesse qualcosa di orripilante da nascondere.
Insomma il problema di Emma Watson è elementare (sta cosa di Watson-elementare dovevo dirla prima o poi): non sa vestirsi e non sa stare sul red carpet.
Il broncio da adolescente che 'iononvogliostarequi' è passato di moda da un pezzo, puoi sorridere Emma cara con tutti i soldi che le orde di infanti e di genitori disperati ti hanno fatto guadagnare. E anche l'aria da finta intellettuale te la puoi mettere in tasca visto che dopo tanto parlare della tua iscrizione alla Brown hai mollato tutto per seguire -ancora e giustamente- la tua carriera di attrice.

E se dopo tanto criticare mi chiedeste come la vedrei vestita per una passerella di red carpet importante come questa io vi risponderei che, prendendo spunto dalle ultime sfilate couture, eviterei il lungo e prediligerei abiti da cocktail preziosi e luminosi come quelli di Elie Saab:







Le insegnerei ad usare la piastra per movimentare un po' i capelli e azzarderei al massimo il rossetto rosso.

E la farei sorridere a suon di sberle.





SHARE:

26 commenti

  1. Ricordo un servizio su vanity fair di qualche mese fa in cui secondo me la Emma stava benissimo con i capelli corti... con il corto prima maniera stava decisamente da favola, a mio avviso!

    RispondiElimina
  2. Zit, concordo. Però quel vestito stile tenda-drappo da salone degli Uffizi non mi piace proprio.

    RispondiElimina
  3. Menzione speciale alla signora sullo sfondo con la maglietta dei Ramones!
    Cara Zitella, sei la mia soluzione preferita al desolante palinsesto estivo. grazie grazie

    RispondiElimina
  4. Ciao, ti seguo da qualche mese e finora non avevo mai commentato. SOlo che ora il commento mi esce dal cuore: e basta con 'sta Charlotte Casiraghi! Perché dicono tutti che è tanto bella? A me pare rifatta! lo so che è giovane, però le sue guance mi sanno di botox e la bocca di silicone. Ha un che di tamarro e non mi piace per niente! (peraltro anche sua mamma e sua zia sono state sopravvalutate, l' unica bella di famiglia era Grace). Ciao e a presto! Dolly

    RispondiElimina
  5. ohhh zit, puoi occuparti anche del mio look? ieri mentre facevo barchette di carta guardavo su un nuovo merdoso canale di premium, Realtime, un programma in cui un tipo gaissimo e una tipa nongiovane ma magra insegnano a dei casi disperati a vestirsi bene. Il risultato era comunque tamarro, ma il fatto è che ti ho troppo pensata, mentre facevo le barchette, anche perché il titolo del merdoso programma è "ma come ti vesti?".

    RispondiElimina
  6. Si li odio quei due, sopratutto lui.
    E perché mi sento un po' plagiata.

    RispondiElimina
  7. scusate ma sono svenuta davanti al vestito di hermione...LO VOGLIO!o almeno voglio il corpetto, poi per la gonna mi aggiusto io con qualcosa di meno tendoso...

    RispondiElimina
  8. hooooo....degli spiragli di luce sulla mia adorata, e scritti molto bene, anche se a suon di sberle :) ti ringrazio di aver detto cose di lei che non sapevo.
    Mi soffermo sul "mascolino"...sono d accordo con te sulla Solarino, lei è una bellissima donna, ha la caratteristica di avere dei lineamenti molto marcati, gli zigomi in particolare, che gli danno quel carattere mascolino, mentre altre hanno spalle da nuotatrici o altri particolari, fin qui sono d accordo, ma unire mentalmente "mascolino" con "androgino" è sbagliato perchè l androgino, il fascino particolare dell androgino, anche maschio si intende, viene da persone che sembra non crescano mai dalla loro fanciullezza, da qui forse anche il broncio in occasioni mondane, sono come degli eterni Harry Potter bambini, sono angelici...Valeria Solarino è tutto tranne che angelica, infatti è stata scelta da Placido per fare la compagna di Vallanzasca.
    Emma sarà una che si veste male in certe occasioni, (sarà male consigliata?) ha il broncio...etc etc...ma con lei un regista può fargli fare sia un ruolo mascile che femminile con un minimo di trucco digitale, mentre con la Solarino la vedo dura e! la Solarino l ho vista in più di un intervista, è molto femminile e seducente anche se non fa la civetta, un "angelo" come Emma, come potrebbe fare altrettanto???

    RispondiElimina
  9. Concordo con Dolly, la Carlotta non si può guardare, almeno in questa foto: era proprio il caso di mettere così in evidenza quello sterno magro e completamente sguarnito di tette? E poi, come non ha niente di maschile??
    Quel torace da studentello onanista dove lo vogliamo mettere? Se ci fosse ancora la visita di leva la prenderebbero subito! Nella foto successiva, invece, sembra una di quelle enormi lumache senza guscio.
    Ad Emma Watson manca un'altra cosa, oltre alla capacità di vestirsi: non ha un bel portamento. Qualcuno le raddrizzi le spalle, prego, poi magari le spieghi che la lordosi si può correggere con un pò di ginnastica correttiva.
    Lucilla

    RispondiElimina
  10. Io dico zit che tu potresti fare invece il programma per quei due, soprattutto il tipo che veramente ce n'è abbastanza di elementi gaissimi come lui che cercano disperati di aggrapprarsi a un'ironia che per genetica non gli appartiene. Non è per discriminare ma solo le donne e solo alcune riescono a non essere mai stucchevoli nel dettare il buon gusto.

    RispondiElimina
  11. non so sei hai letto l'ultimo libro di Potter...nel finale ci sono i figli dei maghetti...quindi tra breve ricomincerà tutto da capo, e quindi emma e daniel & c. possono finalmente recitare senza radersi la barba ogni ora

    RispondiElimina
  12. @Alessandra: Grazie cuoressa! Anche se io onestamente sono contraria ad un programma di quel genere tipo 'brutto anatroccolo', per quello in questa sede parlo solo di personaggi celebri su larga scala. Giocare con l'autostima delle persone comuni non è uno scherzo in tv.

    @Anonimo: Harry Potter non si è mai appoggiato sulla mia libreria, non amo particolarmente il genere!

    RispondiElimina
  13. Seriamente, ma come si fa a leggere HArry POtter dopo i 12 anni?
    Ora mi uccidono

    RispondiElimina
  14. Come, dopo i 12 anni?! Pensavo che fosse indicato solo dai tre anni in giù!
    Lucilla

    RispondiElimina
  15. non l'avrei mai letto io, mio figlio mi ha letto a voce alta TUTTI I LIBRI DALLA PRIMA ALL'ULTIMA PAGINA
    (l'anonimo di prima)
    mi ero dimenticata di firmarmi
    gigettona

    RispondiElimina
  16. le gelosia di tutte voi è proprio una brutta bestia poeverette...

    RispondiElimina
  17. Per anonimo, che parla di gelosia:
    vero? Ma quanto saremo stronze e gelose?
    Tu, però, ad omettere la firma....
    Cos'è, un attacco di orchite? (eufemismo per:-"Non hai le palle?")
    Lucilla

    RispondiElimina
  18. E poi, si scrive "poverette", non "poeverette". Torna a scuola, anonimo.
    Lucilla

    RispondiElimina
  19. Sorvoliamo su Emma Watson, tanto ormai tutti sanno che NON LA POSSO VEDERE. Anche la Casiraghi...me no like. Non mi sembra tutta sta gran bellezza, insomma, mi pare una qualsiasi.

    Anonimo delle 15.13: e da quando non si può avere un'opinione senza essere per forza gelose? E che, devo pensare che sono belle tutte? Maquandomai. Ci sarà qualcuna che ti sta antipatica pure a te, no?

    RispondiElimina
  20. forse a tutti non è ben chiaro il nome che sta in alto a questo blog....LA ZITELLA ACIDA....NO LA RAGAZZA DOLCE E ROMANTICA CHE DICE CHE TUTTO è BELLO E BUONO...ARCIDEMBOLINA....
    cioè....RELAX....ognuno ha diritto a scrivere quello che vuole, personalmente amo da matti Harry, mi piace la Watson, trovo che il taglio sia......ok.....e che dire....mica possiamo andare daccordo sempre su tutto...e poi zitella...io ti adoro...stop!!

    RispondiElimina
  21. Sì, io sono gelosa della Zit!

    RispondiElimina
  22. Io vi amo TUTTE mie paladine!!!
    Io sono gelosa DI VOI!

    RispondiElimina
  23. non ho tempo ora di iscrivermi,ma giuro lo farò al più presto perchè mi sono innamorata di questo blog!
    Voglio solo farti sapere che Emma Watson ha già indossato un Elie Saab, per l'afterparty alla premiere di Londra! Eccoti il link e non aggiungo altro...
    http://imageshack.us/photo/my-images/195/i11a.jpg/

    RispondiElimina
  24. I vestiti non sono per niente da trentenne e se tu ti trovassi al suo posto, pressata dalla vita di attrice che, vuoi o non vuoi, devi vestirti consigliata da stilisti che ti seguono come sanguisughe, lo capiresti. Il trucco cambia in base anche al vestito e trovo che lei non abbia le spalle larghissime. Non so che idea abbia tu di spalle normali. In ogni caso lei non può rimpicciolirsele, quindi amen. Trovo che oltre ad essere una persona molto raffinata, divertente, intelligente e di talento, sappia anche vestirsi e truccarsi adeguatamente. Ha 21 anni, non 12. Penso abbia smesso di truccarsi come una giovane adolescente. E penso anche che ognuno possa truccarsi come vuole, pur sempre rimanendo nei limiti della decenza, e lei certamente non li ha superati.

    RispondiElimina
  25. ecco guarda, i primi post che ho letto mi sembravano pura fighi, con tutto quell'esasperato cinismo e quella critica spregiudicata... ma ora che hai insultato harry potter, ho davvero capito che sei un'imbecille.
    Staccati dal pc e vatte a fa na cultura

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig