giovedì 4 ottobre 2012

Fighedomani: La Zitella e la palestra

Sono due settimane che vado in palestra.
Lo so, avevo detto che non ci avrei messo più piede dopo l'ultimo abbonamento di 16 mesi, palestra nella quale mi sono presentata credo al massimo 5 volte. Pagare quei 60 € al mese per oltre un anno, come se stessi facendo la cessione del quinto, mi ha fatto venire il sangue amaro contro il mondo delle palestre, la società, la crisi, il governo Monti, il Berlusconismo e la cellulite.
Mi ero promessa: MAI PIU' CHE BUTTO LI SORDI NEL CESSO.

Poi giunse Fighedomani e sono andata a correre quelle 2/3 volte e ripercorrendo tutte le dolorose tappe della via crucis dello sportivo: l'adrenalina, il sudore, l'acido lattico, le vesciche.
Le due vesciche che mi hanno segnato il piede come delle stimmati e l'incidentale inizio della stagione delle piogge in quel di Milano (che sta subendo un gradito quanto inaspettato tiepido autunno) mi hanno fatta demordere dal continuare a correre come una qualsiasi Forrest Gump. Manca la voglia.
La noia di correre. Sì, puttana miseria inutile che mi raccontiate il contrario, CORRERE E' SCHIFOSAMENTE NOIOSO.
Io lo so, voi lo sapete, PERFINO LINUS LO SA, correre è noioso e io sono stufa di ascoltare sempre la stessa musica nelle cuffiette quindi ciaone.

Eppure, dopo lo Sfogo dei Vaffanculo, che tante di voi hanno approvato con complice solidarietà (grazie amiche) perché solo Quelle che Sanno Cosa Vuol Dire Cercare di Dimagrire e Non Ottenere una Sega possono capire, ho detto BHE' MICA POSSO MOLLARE. Quindi, dopo una legittima pausa nella settimana del mio compleanno (e anche la seguente perché i primi 7 giorni da ventinovenne mica sono una passeggiata cristo santo), ho mosso il mio santo culone e ho attraversato la strada.
Embè capirai che fatica, direte voi.





Eccerto, peccato che dall'altra parte della strada c'è la 20 Hours. Sì, quelle palestre che sono seminate nelle città come le zanzare sui Navigli, come ti volti ne trovi una. Sono piccole chiese cheap dello sport che ti ricordano che CIAO, IO SONO UNA PALESTRA E TI STO GUARDANDO. No no, PUOI ANCHE NON ENTRARE TANTO LO SAI CHE SEI CICCIABOMBA.
Quindi, senza ulteriori indugi, senza essere accompagnata dalle amiche, senza remore, sono entrata.

Odore di gomma.
Odore di sudori mescolati.
Odore di plastica.
Umidità.
Questo è il microclima di una palestra media.
Secca, diretta come un fuso mi sono fiondata dalla receptionist. Mi conosceva perché ero stata anche già a Maggio, con altre due colleghe che si sono iscritte e hanno frequentato la palestra per qualche settimana.
“TU! Sei già stata qui, vero?”- “Sì. Dimmi qual è l'abbonamento più breve che hai.” - “C'è il mensile che costa 80 € e non ti conviene, è meglio un trimestrale a 150 €” - “Ok, hai vinto, iscrivimi. ORA” - “Ah. Sicura? Adesso?” - “SI e MUOVITI PRIMA CHE CAMBI IDEA”.
Ed ecco fatto. Dal 25 settembre sono iscritta in palestra.

E' ufficiale.
E' successo l'impensabile.

SONO DIVENTATA UN'INVASATA.

Ci vado 3 volte a settimana e ogni volta faccio circa due corsi di fila.
CAPITO? DUE CORSI COME LE PRO!
Al mio grande comeback in palestra ho pensato bene di cominciare con 45 minuti di GAG.

Dai, so che sapete cos'è GAG.
E non fate la gag di non sapere cos'è GAG.
GAG è la peggior invenzione nel nuovo secolo dopo l'elettrostimolatore.
Sono 45 lunghi, interminabili ed estenuanti minuti di 
 
GLUTEI – ADDOMINALI – GAMBE.
Decidete voi cosa sia peggio.
Quando mi sono sdraiata a terra, sul mio bel tappettino, con il mio bell'asciugamano e ho alzato le gambe perpendicolari al busto per fare i primi crunch, ho pensato BHE' VABBHE' POSSO FARCELA.

Sì certo, come no.
Dopo quei primi 45 minuti di GAG ne sono seguiti altrettanti di Zumba.
Ho pensato, è il mio primo giorno, magari non è il caso di stare proprio in prima fila.

Errore amiche. Grande Errore da Dilettante.
Zumba quest'anno è l'attività che anche l'ultima palestra sfigata del Paesello propone.
Zumba va di moda ergo → IL CORSO E' BOMBATO DI GENTE.
E quando un corso è bombato di gente l'attività aerobica diventa pura e semplice sopravvivenza.
Io ero tipo in seconda fila, un po' come dire “so già che SARO' brava quindi inutile che cerchiate di calpestarmi”.
Seeeeeee.
Mi hanno camminata sopra. Sì loro, QUELLE CULONE che ballavano i reggaeton come una qualsiasi Jennifer Lopez.
Io che cercavo di mettere in ordine le azioni che mi permettevano di sopravvivere all'ora di lezione (RESPIRA-RESPIRA-RESPIRA) e loro che si agitavano manco ci fosse stato Snoop Doggy Dog a guardarle.

C'è una cosa che si capisce subito quando si entra in una sala corsi ed è CHI HA FATTO DANZA.
Chi ha fatto danza lancia una sfida con se stessa, lo specchio, lo spazio circostante ma soprattutto TUTTE LE ALTRE appena mette piede in sala.
E' tutto un “guarda come sono sciolti i miei fianchi”, “guarda! Io a gamba-alla-mano il piede me lo metto direttamente in bocca!”, “guarda, mentre tu ti limiti a fare la coreografia io TIRO LE PUNTE e muovo PURE LE BRACCIA”.
E visto che ieri ho provato per la prima volta un corso dal nome JAZZEXERCISE, ho capito veramente cosa vuol dire la competizione tra donne.
Vista l'esperienza della lezione di zumba, ora aspetto che il corso precedente abbia finito e senza nemmeno che le tipe siano uscite io sono già dentro a pisciare il territorio della mia postazione alla sinistra dell'insegnante.
Sì, IO STO IN PRIMA FILA E NON MI CACATE IL CAZZO.

Se penso agli 11 anni di danza in cui piuttosto che stare in prima fila mi sarei lanciata dalla finestra, mi viene da ridere. Ma si cresce. Si capiscono le proprie potenzialità e i propri limiti.
E se c'è una cosa che ora so è che io, in sala corsi, posso essere TRA le migliori.

Ieri sera una tipa è riuscita a sgusciare dentro prima di me, addirittura mimando una delle ultime posizione di stretching del corso precedente, pur di far vedere che era la prima della classe.
Ho già capito che stavo per odiarla.
Quando entro anch'io, noto che deve avere qualche anno più di me (almeno un centinaio) e indossa degli orecchini pendenti con delle palline color corallo.
Essendo la prima volta che frequento quel corso, cercavo indizi ovunque su come/cosa fosse. Se fosse tipo pilates o se fosse tipo la cara vecchia aerobica old school che a me fa tanto impazzire (STEP TOUCH! V STEP!). Il fatto che la prima della classe avesse gli orecchini pendenti e pure grossi mi ha fatto pensare che fosse un'attività nella quale non ci si muove tanto, altrimenti se li sarebbe tolti.

Comincia la lezione. C'è un'altra tipa che mi ciula il posto a sinistra della Maestra. Ma ci metto poco a pisciare il territorio.
La lezione comincia con una delle mie canzoni preferite. E l'insegnante parte a ballare esattamente come Beyoncè.
La secchiona è dietro di me ma da quanto si sbraccia è quasi impossibile non notarla.
E mentre cerco di stare dietro a tutte le microcoreografie inventate dall'insegnante, noto che quella dietro di me C'HA PURE LE SCARPE DA PROFESSIONAL, tipo da ginnastica ma con il tacchetto. Con il tacchetto amica? Siriously? Ma dove credi di essere? Da Steve La Chance?
La lezione si svolge con una prima pesa, pesissima parte di pure coreografie, inventate e montate nel giro di qualche secondo e conseguentemente BALLATE come se non ci fosse un domani, come se non esistessero altre veline nel mondo che non fossimo NOI che siamo qui e ora a sudare in questo cubo di vetro alla mercè di tutti gli uomini che vengono a fare pesi al piano di sopra.
Machemmefrega mi dico, non mi sono mai divertita tanto.

Sì, io provo del piacere satanico e sessuale nel vedere TUTTO UN GRUPPO DI PERSONE CHE SI MUOVE CONTEMPORANEAMENTE E A TEMPO, ancor di più se non perdo nemmeno un passo della sequenza.
E mentre balloballoballodacapogiro sudo come una schifosa, sudo come in un qualsiasi spot di profumi, sudo come nel video più bello di Britney Spears.
Sudo come non ho mai sudato in vita mia, sudo in viso, sulla pancia, sulla schiena. La coda dei capelli arrotolati alla menopeggio mi penzola sulla cervicale, anch'essa madida di sudore.
Mi sento dentro uno spot di Emporio Armani.
Mi guardo allo specchio mentre sfido la prima della classe con la coreografia, mentre lei sbaglia e io no, mentre io sbaglio e lei no. Siamo il perfetto specchio delle dinamiche femminili, TU non puoi stare qua perché QUA ci sto già IO.

La parte di coreografie finisce, comincia quella di addominali e glutei. Lammorte.
Ed è mentre sto facendo il centomillesimo crunch che sento di avere la nausea viste le fitte all'addome.
L'insegnante, vista la mia posizione scomposta a gambe larghe e il viso contratto dal dolore sibila alla classe “TUTTO A POSTO? STAI PARTORENDO?”.
Ah, che simpatica umorista di un insegnante, ti spaccherei la faccia se solo credessi di averne la forza.
EH, VAI A SAPERE, le rispondo tenendo sempre bene a mente “non sapevo di essere incinta”.

La lezione finisce, la prima della classe se ne va, io pure visto che il corso seguente è solo YOGA e a me, le cose dove respiro e basta m'annoiano.
Quando esco mi sento la prima delle ultime étoile scampate alla Scala: “braccia in quarta e attitude”.
Ancora gongolo a pensarci.

No, non voglio tornare a danza, ma dopo 12 anni in cui non calco un parquet e non appoggio una mano alla sbarra, sentire quel linguaggio mi ha fatto riempire il cuore di tenerezza.

Ormai è sfida. Io e quella MILF centenaria che frequenta il mio corso del mercoledì. All'ultimo grand jetè, maledetta.

Sto dimagrendo? Non sto dimagrendo? Mi sto asciugando? Sto facendo massa?
Non-lo-so.
A partire dalle prime 48 ore dalla prima lezione la scorsa settimana (GAG+zumba) ho subìto l'infinito dolore dell'acido lattico su qualsiasi muscolo del mio corpo. Il tutto si è esaurito entro la domenica.
Ad oggi, non ho più acido lattico ma è come se sentissi i miei muscoli costantemente in tensione. Mi sento più “dura”, più soda. Sulla mia pancia s'intravedono gli addominali. Nessun six-pack, solo LIEVI OMBREGGIATURE DATE DAI MUSCOLI. E la cosa che mi fa più specie è che mi sento incredibilmente energica. Sarà che mangio -molte- proteine e ho sostanzialmente detto addio a qualsiasi forma di carboidrato (soprattutto dopo le 16) che non siano frutta e verdura, non sono mai stanca. MAI. E la cosa paradossale è che non mi sono mai fatta così tanto il culo!
Per fare un esempio, venerdì sera scorso da quante energie avevo SAREI ADDIRITTURA POTUTA USCIRE.
Io di solito al venerdì crollo miseramente sul divano, attiva come un cellulare scarico e vogliosa solo di copertina e di Daria Bignardi.
Niente, qualcosa è cambiato. Spuntini a metà mattina, a metà pomeriggio a base di frutta. Due fottuti litri di acqua almeno (sto pagando la 13esima a quelli che riforniscono il distributore qua in ufficio). E quasi due ore di palestra tre volte a settimana.



E un futuro alla Scala.

44 commenti:

  1. Domani è una settimana che non vado in palestra per colpa della mia fottuta cervicale.
    Piango.

    RispondiElimina
  2. e dai dai dai! grande!!! io invece la palestra (dopo l'ennesimo abbonamento 70 euro al mese per un anno buttato) l'ho abbandonata. Mi sono iscritta a pallavolo, tennis e pilates non sapendo fare nessuno dei tre ahahah

    RispondiElimina
  3. DOMANDA: ci fai sapere bene di cosa ti alimenti attualmente?
    Sono sul tuo stesso percorso di dimagrimento e non ho le idee chiare sul discorso cibo. Ognuno tende a dire la sua e -ovviamente- ognuno dice una cosa diversa dall'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivimi un messaggio privato, come ben sai ognuno dice la sua e finisce la propria opinione è sempre quella sbagliata, quindi per evitare di venire fraintesa scrivimi su FB.

      Elimina
  4. Tu sei l'orgoglio delle #fighedomani

    RispondiElimina
  5. Ti leggo da tanto e ti adoro da quando ti leggo :-) Detto che sono anch'io una forzata della corsa (noiosa da morire, ma l'unica cosa che puoi fare senza rincorerre gli orari della palestra...)mi stai facendo venir voglia di superare la mia enorme diffidenza verso la Zumba...vedremo!

    Sara
    milkandtulips.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Zit mi fai paura... E invidia!
    Cazzo! :(

    RispondiElimina
  7. Ti auguro che duri amica. Io ho fatto diciamo 15 mesi piuttosto convincenti per poi rinnovare l'abbonamento per altri ennemila mesi e poi a settembre non ho più ricominciato.

    La giustificazione che adduco è che sono incinta. La ginecologa mi ha detto che potrei andare lo stesso con qualche cautela, ma io non me la sento. Vale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea di cosa voglia dire essere incinta. Ma quando non hai voglia di andare in palestra pensa solo a Jessica Simpson.

      Elimina
    2. Ecco... i miei occhi ora hanno visto cose che non possono essere cancellate dalle retine. Ho organizzato un corso di yoga in pausa pranzo in ufficio. Io speriamo che me la cavo.

      Elimina
  8. yeah!! Io ho cominciato il mio corso di zumba proprio martedì solo che qui lo fanno 2 volte a sett il restante vado a correre!! passa sul mio blog che anche io ho fatto la cronaca della mia lezione di zumba!! In bocca a lupo!!

    RispondiElimina
  9. io amo l aerobica vecchio stile, cioè mi tajo troppo con i V STEP e quelle cose li molto anni '90, poi la mia insegnante (dotata di scaldamuscoli come da buona tradizione) ricaccia certe canzoni che non ti dico!! ieri é partito il remix di"You must love me" dal film EVITA: ho detto tutto.
    cmq vorrei provare anche io la Zumba (come se nn mi bastasse fare 2 volte aerobica e 1 pilates dopo na vita di culo seduto) ma ho veramente PAURA delle esaltate che frequentano questo corso, una mia conoscente mi ha persino detto "LA ZUMBA MI HA CAMBIATO LA VITA".
    seeeeeeeeeeeee lallero!

    RispondiElimina
  10. Uau Zit emani energia! Ecco cosa ci voleva dopo lo Sfogo dei Vaffanculo!
    Mi hai fatto venir voglia di andare in palestra...Un giorno ho aperto un blog per motivarmi ed essere una figadomani, ma concretamente nulla si è mosso, finora.
    Mi iscriverò in palestra. Deciso.

    RispondiElimina
  11. benvenuta nel tunnel delle endorfine! :-)
    Disintossicarsi è difficile, più fai e più faresti ;-)

    (io vado di fitboxe, pilates e cors che con zumba e affini sono ne-ga-ta)

    RispondiElimina
  12. Io dopo questo post vado a scrivermi in palestra.. Cia..

    RispondiElimina
  13. Era ora che qualcuno lo dicesse che correre fa schifo. Se non l'hai mai fatto fatichi sudi e ti annoi tantissimo, se lo fai da sempre fatichi un po' meno ma la noia rimane.
    Se ti senti così bene vuol dire che hai trovato la "tua cosa", io sono sempre stata una pigrona eppure da quando ho iniziato a andare in palestra e fare attrezzi ci andavo volentieri un'ora e mezza 5 giorni a settimana. E non vedo l'ora di poter avere il via libera di riprendere.

    RispondiElimina
  14. oddio, la parte sull'insegnate stronza che ti chiede se stai partorendo mi ha fatto morire ahahah
    io la odierei già!!! la mia insegnante di step invece, settimana scorsa ad un certo punto ferma la lezione e dice: posso dire una cosa? comunque Maria (che è la mia amica, con la quale mi sono iscritta in palestra, insieme)è già parte del gruppo!!! Ma che uscita è? e io? ma vaffanculo culone di merda

    RispondiElimina
  15. Brava Zitella!
    Io ebbi una bruttissima esperienza con la 20 hours del mio quartiere: praticamente è al primo piano di un edificio occupato da un supermercato e ha le ed è dotata di enorm ivetrate perennemente esposte al sole. Una bellissima serra adatta a coltivare le orchidee, non a metterci dentro 7 runner, 4 ellittiche e così via. Come se non bastasse, in zona corsa non c'era l'aria condizionata perchè, a detta dei trainer, "faceva male". In compenso la zona pesi era un igloo, e va beh.
    Ho buttato via due abbonamenti annuali in quel posto e adesso risparmio il mio argent de poche per scopi più nobili. Se fossi una riccona mi pagherei trilioni di lezioni di pilates e di quegli sport fighi. Tuttavia, devo limitarmi ai video di YT di tracy anderson, jill cooper e altre sciroccate.

    Sternflammende

    RispondiElimina
  16. Grande Zit! Mi fai tornare la voglia di palestra...che qui a Londra costa £20 al mese, tanto per controbilanciare il fatto che questo é un popolo che vive di patatine e cupcake. Questo mese mi iscrivo. Zumba, here I come!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusami, ma dov'è che costa £20 al mese, che io così economiche non ne ho mica trovate?
      sarà che voglio anche la piscina quindi mi tocca spenderne almeno 60!

      Elimina
  17. Le migliori Zit sono quelle che hanno fatto BALLI LATINO AMERICANI.
    Le sgami subito.
    Fanno la faccia infoiata allo specchio e quando TU alzi il braccio per fare la coreografia di zumba e cercare di coordinare culo e arti a loro parte la manina slanciata verso l'alto e con l'altro braccio si accarezzano la pancia passando la lingua sul labbro inferiore.
    Pessime. Concentrati sulla deliziosa sensazione di avere le natiche di ferro e continua a COMBATTERE per il posto alla sinistra della maestra che ti fa sentire il Dio della coreografia, con tutto il resto ci puoi fare una sezione "Palestra" del blog, se la merita tutta.

    RispondiElimina
  18. Zit la risposta per cui non sei stanca é la musica! Perché fai quello che ti piace, perché hai carica, competizione e tutto quello che ti serve per essere un pozzo di energie.
    Io sono in trip zumba da due settimane e già mi sento un'altra. Torna la voglia! La voglia di Fare!
    Peccato che da me jazzexcercise non esiste proprio, mi hai incuriosito un sacco!
    Nadia

    RispondiElimina
  19. Zit, è il tuo primo post che non sono riuscita a leggere fino alla fine.

    RispondiElimina
  20. Mi hai fatto voglia di andare in palestra!

    RispondiElimina
  21. è ufficiale, sei una fregna assurda.

    i momenti "fanculo tutto" capitano a tutti, tu ti sei ripresa e adesso spacchi.
    infinita stima da una che invece rimane "molliccia" dentro e fuori.

    RispondiElimina
  22. cheppalle correre!! non lo sopporto A perchè mi stanco subito B perchè mi annoio C perchè se ci vado con qualcuno e voglio parlare torno al punto A.. ci ho rinunciato!! riesco molto di più in sala attrezzi, la mia resistenza in quanto a cardiofitness lascia a desiderare ma vado bene con gli altri esercizi... e la zumba?? ahahahah ne ho sentito parlare tanto ma non mi azzardo!! bella la sensazione dopo la palestra? ti senti stanca ma piena d'energie! io inizio lunedì ^^

    RispondiElimina
  23. mi fa piacere che tu non abbia mollato! cmq proprio stasera ho finito di leggere tutti i tuoi post! sei decisamente la mia preferita! ti stimo troppo!

    RispondiElimina
  24. Che bel post!! Mi hai fatto venire voglia di palestra e di danza!

    RispondiElimina
  25. L'odore di sudore misto e tutti quegli specchi mi hanno sempre fatto preferire la piscina.
    Mi hai fatto morire!

    L.

    RispondiElimina
  26. La zumba attira anche me. Ma mi vergogno. Perché vorrei essere subito brava ma, ovviamente, non sarà così. Io son più da sport in solitaria. Ho fatto, negli anni, tanto di quel nuoto che la Pellegrini ciao. Ora vado a camminare e mi nutro in modo bilanciato. E da quando mi muovo ho riscontrato anche io maggior energia e voglia di vivere ahah| Dai che sei figa!

    RispondiElimina
  27. Grandissima! Ho ripreso palestra pure io, 3 volte a settimana per due ore e mezza a botta. Un culo pazzesco, ma i risultati si vedono, e quando ci sono è vietato mollare!

    RispondiElimina
  28. MASSIMA STIMA.

    Io sono ferma al punto "VAFFANCULO", "ODIO LE PALESTRE" e "SONO L'ANTISPORT" (sempre stata una sega in tutto...). -.-'

    RispondiElimina
  29. che bello sapere di non essere l'unica a bramare la prima fila e a odiare chiunque tenti di lanciarmi una sfida...nel mio caso però sono giovincelle che vanno a ballare l'house il sabato sera e non so nemmeno se sono maggiorenni...cicce avrò anche 10 anni più di voi ma non mi batterete mai!!!!

    RispondiElimina
  30. Mi fai schiattare dal ridere, mi ricordo bene le prime lezioni di step coreografico, qualche anno fa, la "pisciata di territorio", gli sguardi tra donne, le tardone incallite, tutto. Ed ero pure diventata brava, nonostante fossi molto pesante, per cui "si può faaareee!" ;)

    Erika
    www.lerika.net

    RispondiElimina
  31. Un'altra tortura è il corso dalla innocua dicitura "walking". Tappeto magnetico e pesi = morte!

    RispondiElimina
  32. Ammazza, che carica... Non so cosa darei per iniziare un anno di palestra con tanto entusiasmo ;)
    Invece sono ancora qui che sfoglio i cataloghi in cerca del corso giusto ^^' Però almeno sono a dieta da una settimana con un certo rigore

    RispondiElimina
  33. E' la prima volta che ti leggo e l'unico commento che mi gira in testa è ma che cazzo ho letto fino ad ora????
    IO. TI. AMO.

    RispondiElimina
  34. io muovo il mio culone da due mesi, come ti capisco ...

    RispondiElimina
  35. Io ero esattamente come te. Dopo un anno e mezzo che frequento la palestra sono arrivato a bermi il protein shake dopo l'allenamento. Non aggiungo altro e vado a nascondermi nell'angolo.

    RispondiElimina
  36. sei un mito.

    (condivido tutto in pieno!)

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it

    RispondiElimina
  37. buuuuh che bVutto leggere queste cose mentre sono in piena sindrome premestruale che mi sento cicciona
    e sto per avere un overdose da pasticche al finocchio visto che non cago da 2 giorni
    ti odio zit !

    RispondiElimina
  38. correre così, senza motivo l'ho sempre trovato assurdo, almneo ci vuole qualcuno che ti insegua, o meglio un pallone che corre davanti a te..
    se non fosse per quel pallone ballerino col cavolo che passerei un'ora a correre avanti e indietro tutti i martedì sera da anni :)

    RispondiElimina
  39. non preoccuparti...la fase da invasata...o intasata se vuoi...passa presto!
    Te lo dice una ex dipendente da palestra.
    Il pilates può risolvere la vita. Poca fatica. Molta concentrazione e addominali e gambe da paura. Conto in rosso da paura, ma almeno sarai tonica, soddisfatta e ancora più strafiga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia quello sì che era bello. Io lo facevo quando ancora i costi erano relativamente contenuti. avevo pancia e gambe bellissime. Adesso faccio gli esercizi con il "magic circle", che vendono anche da decatlon.

      Elimina

Condividimi tutta