venerdì 14 dicembre 2012

Il Perfetto GiubboCappotto

E' così bello ed è così facile parlare di cappotti quando fuori fanno ancora 10° e non ci poniamo il problema delle temperature più basse. O magari quando si vive al Sud, al sud dell'Italia, al sud di Roma, a Sud del mondo. In quelle zone dove l'inverno significa solo fare il cambio dai colori pastello ai colori autunnali come il bordeaux, il marrone e il mattone. Ma là, a Los Angeles, non sapranno mai cos'è un maglione con le trecce, non sapranno nemmeno che i maglioni in misto lana pizzicano che dio la manda, non sapranno nemmeno che esistono vari tipi di cashmere, forse non sanno nemmeno che Hermès fa dei plaid per il divano.
Ma noi lo sappiamo, lo sappiamo perché li abbiamo visti nella casa di Charlotte York.
Ed è così che dopo aver trascorso il Ponte dell'Immacolata a morire di freddo in quel della Bassa Padana, in temperature che si aggiravano tra -7° e 0° che mi hanno fatto seriamente pensare di non poter arrivare viva al lunedì, di non poter mai più camminare, mai più muovere le dita sul cellulare e muovere i muscoli facciali, così come i lombari, e di vivere ormai bloccata sempiternamente come un obelisco in una Piazza del Popolo qualunque, che ho capito che forse avevo sbagliato qualcosa.

D'altra parte il cappottino di Patrizia Pepe, per quanto bellino e tagliato magistralmente con coda a pinguino, ha pur sempre lo spessore di una camicia di jeans dell'Ovs.

Massì, io quel cappotto di cui parlo da mesi non l'avevo ancora comprato.
Lo compro con i saldi.
Lo compro con le svendite di campionario.
Lo compro da Zara.
Lo compro da Cos.
Lo compro in outlet.
Lo compro con la svendita aziendale.
Lo compro mamma, fidati che lo compro.

Ma la mamma, che mi conosce meglio di quanto mi conosca io, sentendomi piangere dal freddo lo scorso sabato esasperata dai miei latrati ha detto TE LO REGALIAMO NOI BASTA CHE TI COMPRI QUALCOSA CHE TI TENGA CALDO!

E cosa tiene caldo? Procediamo con ordine d'importanza:
_IL FUOCO.
Pare piuttosto ovvio che non posso darmi fuoco. Ogni mattina poi.
_LA COPERTA DI PILE.
Per quanto sia il mio sogno uscire di casa avvolta nel plaid del divano sento che potrebbe non essere abbastanza e gli sguardi di disapprovazione già degli addetti alla guardiola prima di entrare in ufficio potrebbero convincermi a tornare a casa a cambiarmi.
_LA PELLICCIA. QUELLA VERA.
Sì, lo so che voi ci tenete agli animali ma le pellicce ecologiche a meno che sotto non abbiano centordici imbottiture (ma allora passiamo al punto successivo) non tengono il freddo. Il freddo tagliente. Quello che sega la faccia come lame di ghiaccio. Siate oneste.
_IL PIUMINO.
Sì, quell'ammasso tondeggiante di piuma, vera o sintetica, che noi donnine a modo odiamo tanto.
Sono anni che aborro quell'indumento e anni che mia madre continua a dirmi MA IN TELEVISIONE NE VEDO COSI' TANTI - MAMMA NON E' CHE SE VEDI QUALCOSA ADDOSSO ALLA VENTURA, ALLA D'URSO O ALLA CLERICI SIGNIFICA CHE VA DI MODA, IO QUELLE COSE LUCIDE LI NON LE METTO, SONO DA TAMARRA.

E più o meno le conversazioni sono andate avanti così per anni, con la sola modifica dei nomi delle rispettive celebrities citate (Hunziker, Toffanin, Pellegrini, Gregoraci...).

Ma questo week-end qualcosa si è rotto, o sono diventata vecchia, o le mie articolazioni sono diventate pesanti o veramente ho preso molto freddo, fatto sta che mi sono decisa a prendere qualcosa che tenga veramente caldo.

Così martedì sera, decisa come quando Hitler ha invaso la Polonia, convinta come quando Gisele passeggia sulla spiaggia di Ipanema, io, il mio grosso herpes, il mio budget genitoriale E la mia tredicesima siamo sbarcati TUTTI INSIEME su VIA DELLA SPIGA, convinta come non mai, dopo un intero pomeriggio passato su internet a cercarmi i migliori GIUBBOCAPPOTTI.


Non avevo molti dubbi, sapevo dove volevo andare:

PIANO A – FAY

PIANO B – SPORTMAX

PIANO C – RINASCENTE (ma solo se sono veramente disperata).

Il tutto dalle ore 18.20 ed entro le 19.30 (quando dico che Shopping Night mi fa una pippa vedete che sono seria?).




PIANO A – FAY

Conoscete la mia riluttanza ad entrare nelle boutique, pur lavorando nel settore, pur essendo UNA DI LORO, pur conoscendo le facce, i trucchi, le cose, niente. Mi vergogno. Ho paura che me lo leggano in faccia che sono povera.
Ma niente, questa cosa era da fare quindi caro il mio apriporta levati che me la apro da me che c'ho fretta.
Scandaglio con lo sguardo il negozio alla ricerca del reparto donna (oddio ma sarò nel negozio giusto? Non è che ci sarà un Fay Donna è un Fay Uomo? Non saranno mica così ricchi i Della Valle?) no, torna in te mi dico, le commesse mi ignorano, d'altra parte sono le 18, non sanno che io SONO LI' PER SPENDERE ma a me sta benissimo così e faccio da sola. Mi sento come Pretty Woman. Statevene lì voi e la vostra commissione sulle vendite.
Dal sito avevo già trovato il GIUBBOCAPPOTTO CHE FACEVA PER ME, era lui: un parka con il cappuccio bordato di pelliccia. Perfetto. Un po' giubbo e un po' cappotto. L'ideale.




Lo vedo, lo focalizzo, lo guardo, lo tocco.

Meh. Tessuto un po' meh, Il feltro è un po' meh, sembra che raccolga un po' troppa polvere. Troppa poca imbottitura.
Vedo il cartellino. Ero psicologicamente pronta ad un prezzo alto, d'altra parte siamo da Fay, ma quello che vedo rasenta i limiti dell'assurdo: 1.750 Euro.
Confesso che mi aspettavo un prezzo intorno alla metà di quello trovato sul cartellino, ma che comunque vista la qualità dell'imbottitura e del tessuto non mi pareva meritevole.
Rifiuto e vado avanti.

Enzo e Carla mi lanciano l'imprevisto, PIANO A – FALLITO.

PIANO BSPORTMAX

 
Sportmax, per chi non lo sapesse è uno dei centordicimila brand del Gruppo Max Mara. Uno dei più fighi e pure dei più sottovalutati. E' un peccato che se ne parli così poco perché fa sempre delle collezioni splendide, certo inarrivabili per chi ha dei budget ai limiti della mensa dei poveri come Noi Poracce Dell'Era Monti, ma pur sempre uno di quei marchi da tenere a mente almeno quando si ha un piccolo tesoretto da parte, o ai saldi, o quando si ha in mente di rapinare un negozio.
Ma io martedì non ero povera (oggi sì) e sono entrata con tutta la mia faccia di tolla senza guardare le commesse che si sa, possono trasformarti in una statua di sale con uno sguardo.
Ma tanto, alle 18.40 figurati che voglia c'avevano di seguire una cliente con l'herpes.
Io e il mio incedere deciso ci ritroviamo un po' spiazzate perché il rinnovo del negozio mi fa temere di ritrovarmi spalmata con la faccia su una parete o su uno specchio visto che è tutto grigio-gradini-pareti cromate.
Una commessa coraggiosa ed impavida mi sorride ed impaurita mi dice che c'è ANCHE UN PIANO DI SOPRA (perché mi vede andare verso la zona dove una volta c'era un piano di sotto che evidentemente non c'è più) alla quale rispondo inconsapevolmente inacidita “E CI SONO ANCHE I CAPPOTTI?”, la Commessa capisce (contrariamente a Quella di Fay) che sono venuta qui per spendere E SPENDERO' e da questo momento in poi non mi lascerà mai più come nemmeno una BFF in un bosco pieno di lupi ammazzavampiri.
 

Al piano di sopra rimango piacevolmente colpita (=mi si dilatano le pupille dall'entusiasmo) dalla collezione che, mostrata nella sua interezza e potendola finalmente toccare e non solo lumare come una stalker su internet, è veramente favolosa. 
Come dico più volte alla mia nuova BFF Commessa, MA QUESTA COLLEZIONE HA MOLTO DI BALENCIAGA che forse detto al signora Sportmax non farà tanto piacere ma figlia mia, pija e porta a casa che di questi tempi di Balenciaga così non ce ne saranno mai più (ciao Nicolas, ciao!).
 

La Commessa BFF comincia a raccogliere cappotti su e giù ma non si aspetta che io sia una secchiona del mestiere ed infatti estraggo dalla borsa due stampate del sito (che, per inciso, dategli una rinfrescata signori che è l'abominio della user experience ma, ad ogni modo, sempre meglio di quello di Fay c'avete ragione). Capisce di avere a che fare con una PRO, tutta captatio benevolentiae la mia, anche se lei si ostina a darmi del LEI e io mi ostino a darle del TU.


La mia scelta di GIUBBOCAPPOTTI è questa:



La prima è una pelliccetta.
La seconda è un ibrido pelliccetta-piumino. Un vero e proprio GIUBBOCAPPOTTO.
La pelliccetta è quello che cercavo da sempre, da quando ho visto Carrie correre per le strade di New York con la sua copia di Vogue in mano, per poter nascondere il suo editoriale in abiti da sposa.





Sognavo quel suo cappottino, che non capivo mai se era un giubbotto, una pelliccetta, un piumino O COSA.

Poi ricerca e sgarfa, ricerca e sgarfa, ricerca e sgarfa (no, non c'ho messo così tanto a dire il vero), è bastato usare il mio solito metodo e cioè questo e ho capito che era una pelliccetta di Burberry del 2007.

Vabbhè, non potrò mai comprarmi una pelliccetta di Burberry.

O di Sportmax.
O di Annabella di Pavia.

[Scusate animaliste che passate di qua, questo post non è per voi, non voletemene male].

Comincio a pregare la commessa di farmi uno sconto, basandomi solamente sulla mia (!) simpatia (!), poi tento la strada dei saldi “andrà al 50% ai saldi questa, vero?” ma lei mi guarda come le se avessi chiesto di vendermi il suo primogenito e mi spiega che “forse che forse questa andrà al 15%” - “ammazza! Vi vanno bene le cose da voi in Sportmax! Non è che cercate qualcuno? Ma non arrivate nemmeno al 50%?” - “Non sull'abbigliamento”. Niente, la Commessa BFF sembra non collaborare.

Torno verso il GiubboCappotto che è metà pelliccia e metà piumino. Mi sento un po' poraccia.
Un po' come se fossi La Donna Che Può Permettersi La Pelliccia Solo Davanti.

Per la donna che quando camminerà per strada dovrà rasentare i muri.
Per la donna che non dovrà mai farsi vedere di spalle.
Pelliccetta davanti.
Piumino dietro.
Piumino dietro.
Piumino dietro.
Cedo al piumino? Che faccio cedo?
Mi guardo. Mi riguardo. Mi sparo le pose.



Mi faccio le foto, ma non le mando a nessuno perché il momento è troppo psicologicamente importante e sono troppo influenzabile per poterlo condividere. 
Chiamo il mio ragazzo ma tanto cosa vuoi che capisca, lui mi ama così come sono. Figuriamoci.


Mi rimetto la pelliccetta per un'ultima volta.

 Che visino triste. 
 

Allungo il trench a pelliccetta alla BFF Commessa. Le dico:

“Per favore, nascondilo in magazzino”
“Non posso, è l'ultima taglia”
“Cosa ti costa, fai finta di dimenticartelo. Guarda come mi sta. Questa pelliccetta non può andare ad una escort russa qualunque che passerà di qua”
“Ti sta benissimo in effetti”
“Vedo che mi capisci. Dai nascondilo, almeno fino ai saldi. Magari trovo i soldi” [seeeeeeeeeh]
“Non posso, è l'ultima taglia!”
“Ti chiedo solo di non venderlo ad un'olgettina. Qua davanti vive la Minetti. Ti prego a tutte ma non A LEI.”
“Non ho mai avuto una vendita così.”
“Lo so amica. Lo so. Spero almeno con questa vendita di averti fatto fare il budget della giornata. Dammi il piumino vah.”

E fu così, che comprai il mio primo piumino. Il mio secondo in realtà, ma con questo mi sento radicalmente più figa dell'altro.

E fu così, che la neve di oggi NON MI SPAVENTA! NEVE NON SEI PIU' UNA NEMICA!
Adesso i treni potranno anche fare ritardo e io potrò aspettare sui binari per MINUTI! ORE! GIORNI INTERI!
EVVIVA TRENITALIA! EVVIVA GLI SCIOPERI! HO UN PIUMINO! NON AVRO' MAI PIU'FREDDO!

Grazie Sportmax!

Un sentito ringraziamento alla Commessa che mi ha congedato dal negozio alle ore 19.30 di martedì dicendo “non ho mai avuto una cliente così”.

Ciao Valentina!
SHARE:

53 commenti

  1. DIO QUELLA PELLICCETTA TI STA UN INCANTO.
    Però anche il piumino eh, non è da escort russa ma ci piace tanto.

    Bellissimo post, come sempre.

    L.

    RispondiElimina
  2. Che peccato la pelliccetta era favolosa! Ma era vera? Cioè, di animaletto morto? (non sono animalista, tranquilla, sono solo curiosa di sapere se le fanno ancora o se la lobby animalara lo impedisce)
    Comunque è carino anche il piumino e ti sta molto bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza che concentrato di ignoranza in tre righe.

      Elimina
    2. quoto Cassandra!!!

      Elimina
  3. pensa a me che per trovare quello che mi piace e mi sta bene devo prenderlo senza cappello.
    (un giubbocappotto senza cappello. che cazzo di senso ha?)
    gogo

    RispondiElimina
  4. bhe puoi sempre usare la scusa " la pelliccia è di una specie così rara che si è estinta a metà della confezione, quindi hanno potuto fare solo il davanti..." c'è gente che ci cascherebbe(guarda @Minetti). Cmq adoro questo post e ho anche io freddo e quest'anno sono diventato allergico alla lana(#!"?=!!!) e quindi ho comprato il mio primo piumino...

    RispondiElimina
  5. ma quanto costava alla fine 'sta pelliccetta?? carino il giubbocappotto comunque, è molto particolare!

    RispondiElimina
  6. Bella la pelliccetta!! Il mio desiderio segreto è per un cappottino Burberry un po' cortino con alamari e cappuccio bordato di pelliccia. Vado di là a piangere.

    RispondiElimina
  7. Per quest'anno è tardi, ma giuro che entro l'anno prossimo divento stilista e faccio esplodere la moda di uscire con la coperta di pile. Quella con le maniche. Io può.

    RispondiElimina
  8. Ah ah tu sei fantastica. E pure il piumino, dai, fa la sua porca figura ;)

    RispondiElimina
  9. Colazione da Tiffany?!? 0.o ... gesù ... vecchi blog rispuntano.. Il mio nome è Dotty. Solo Dotty. Senza Bond ;)

    RispondiElimina
  10. Mah... Alla fine quanto gli hai dato?

    RispondiElimina
  11. Belli tutti e due, brava mamma. E non c'entra un tubo, ma io amo i tuoi capelli - certo forse è il tuo faccino che te li fa più belli ma sono proprio belli.

    RispondiElimina
  12. adesso mi odierai, lo so, ma questa campagna contro i piumini non ha senso da almeno 5 anni. Ne fanno di splendidi, NON lucidi (il mio unico piumino lucido è il classico Moncler da paninara e risale al 1988... tu non eri nata, va be'), per esempio ADD fa dei bellissimi piumini, sottili e caldi, che ricalcano elegantemente le linee dei cappotti, con dei bei colli sciallati... e non costano delle follie. Giuro

    RispondiElimina
  13. Vabbè, la pelliccetta era proprio una chicca...ma alla fine secondo me il pelliccia-piumino è più figo e particolare!
    Alex V

    RispondiElimina
  14. Zitella, forse te l'avevo già detto ma Aspesi fa un piumino sagomato, sottile e non lucido che si chiama vespissima. Poi va beh, io quando fa freddo me ne frego e metto il parka tecnico di una marca norvegese. Se devo stare un'ora e mezza al parco sempione con il cane mica considero di assemblare un AUCFIC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so e infatti l'ho pure cercato ma non l'ho trovato!

      Elimina
  15. Ma quel giubbocappotto è fighissimo!
    Lo voglio anch'io adesso.
    Mi serve.
    Mi serve davvero!
    (Comunque la vorrei anch'io la pelliccia vera, ma shhh, che la gente ci sente)

    RispondiElimina
  16. Il piumino è bellissimo. E avrei davvero voluto vedere la faccia della commessa :)

    http://milkandtulips.blogspot.it/

    RispondiElimina
  17. La pelliccetta ti stava una favola, peccato il prezzo :/ Io ho speso tutti i miei averi in un bellissimo e inutile cappotto perciò per quest'anno piumino-parka-pelopelo di Zara...ci rifaremo l'anno prossimo!

    RispondiElimina
  18. YAY per il giubbocappotto, ma in quanto animalista e vegetariana devo spezzare una lancia in difesa delle pelliccette ecologiche e dichiarare che a salvarmi dal freddo quest'inverno (fino a un certo punto*) è stato un osceno gilet di pelo finto senza forma buttato a caso sopra ogni giubbino.

    *due anni fa ho dovuto cedere al piumino (un improvviso viaggio a Berlino - Berlino, se vi invitano a Berlino a gennaio DITE DI NO - e anche qui, determinante l'intervento dei miei), l'ho preso da Aspesi (almeno è opaco graziaddio), tiene un caldo bestia, è orrendo, esce dall'armadio solo tra il 15 dicembre e il 20 gennaio e possibilmente mai in società

    RispondiElimina
  19. Ecco questo è un post di autoaiuto, sul serio!! Anche la mia, di mamma, ha deciso che devo far mio un piumino, lungo, a cappottino! Tento di dissuaderla in ogni modo, ma mi trascina con sè obbligando a provare, sventolando la carta di credito..."te lo regala mamma". Io non vorrei cedere, ma con sto freddo mi sa che alla fine cederò. Ho visto dei bei Moncler, ma che cifre! Il tuo bellissimo giubbocappotto mi induce ad una visita da Max Mara!!!

    RispondiElimina
  20. Zit la pelliccetta è favolosa! però anche il piumino non scherza per niente! Posso sapere circa il prezzo? ho il tuo stesso problema e sto cercando anche io un ibrido tra cappotto-piumino-pelliccia!

    RispondiElimina
  21. boh ma sono l'unica qui a cui piacciono i piumini? Essendo freddolosa io quando fa 0 gradi fuori mando affanculo la moda e compagnia e mi avvolgo nel mio piumino caldissimo, che sull'autobus fa anche da imbottitura per sedile e schienale, una pacchia :)

    RispondiElimina
  22. bravaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    è fighissimissimissimissimissima belissimissimissmismimsisisismisisismsmismismismaaaa
    uaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    è proprio uaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa <3<3<3<3<3<3<3<3

    ma ciai detto davvero quelle parole lì alla commessa ?????? ciè ma davvero vero ????

    come vorrei tanto essere 1 ragazzina come te/voi x portare quelle cose meravigliosissismsimsisisismisismismisismsimsisisisiisisime !!!!
    addio amica!

    RispondiElimina
  23. A me piace tanto anche il piumino, detto fra noi! Secondo me hai fatto meglio a prendere quello!

    RispondiElimina
  24. Che borsa è quella che hai in foto?
    B.

    RispondiElimina
  25. La pelliccetta è veramente stupenda, anche l'ibrido piumino-pelliccia non è male e te lo dice una anti-piumini. Svelando l'arcano i piumini in genere non piacciono perché ingrossano, non sono eleganti come un cappotto -per quanto belli possano essere-, impediscono i movimenti e fanno un rumore fastidiosissimo che ricorda la stoffa delle tende da campeggio.
    Però anche io ce l'ho, un piumino. Non lo metto mai, però c'è.
    Questo è superiore, chiaramente. Infatti immagino che costi un bel po'.

    P.S. sono la nuova lettrice che ti ha scritto su twitter.
    Adesso sarai salva dall'ufficio gelido!

    RispondiElimina
  26. non sai quanto io abbia bisogno di un cappotto. anche che non sia giubbo- che da noi non nevica.. è tutto l'autunno che lo cerco che non sia in panno FATE CAPPOTTI NON IN PANNO VE NE PREGO!! mi si attaccano tutti i peletti presenti nell'aria, anche quelli distanti kilometri, e sembro una stracciona!

    RispondiElimina
  27. Ah la pelliccetta era proprio un gioiellino e ti stava meravigliosamente! Anche il piumino comunque è splendido, ottima scelta!
    Per quanto riguarda Fay, concordo in pieno con quello che hai scritto.

    RispondiElimina
  28. Bellissimi entrambi, ma secondo me ottima la tua scelta: la pelliccetta è soooooo chic, ma il giubbocappotto (prezzo a parte) è più attuale e meno sciura.

    Per la cronaca, un paio d'anni fa ho comprato un piumin-cappotto da Marella: è delizioso, non lucido, e non da omino Michelin... lo dicevo giusto x suffragare la tesi di chi dice che esistono anche piumini decenti! ;-)

    RispondiElimina
  29. Secondo me il giubbocappotto ti sta meglio...al di là del prezzo, io avrei comunque comprato quello.

    RispondiElimina
  30. AHAHAH tu sei una grande punto!

    RispondiElimina
  31. meraviglioso il piumino, ti sta da dio!
    ChiaraT

    RispondiElimina
  32. scusa amica 1 domanda
    cosa ne pensi (si x variare 1 po' dal solito cappotto da uomo blé.. e non penso di avere la etá x portare o cappotte cammelle che al maxiprocesso eravate o cchiú belle)
    delle ormai démodé x fortuna giacche barbour ?????
    cié usarlo come giaccone sopra a 1 tweed ti sembra appropriato e de class ?
    sai mi é venuta la aidia stamattina, ciá pure gli scomparti x appenderci i faGGiani e tante tasche x i pallini...
    o é totally autttt ?

    RispondiElimina
  33. Ciao Zit!
    Purtroppo è arrivato il momento di conoscere i suoi, ci conosciamo da due anni e mezzo, stiamo assieme da un anno e mezzo "ufficialmente", conviviamo (all'estero) da tre mesi. Mò mi tocca.
    Ho bisogno di un parere da esperta. Katia G.?
    Ci posso andare a conoscere i diluigenitori con Katia g. addosso?
    Sappilo, solo tu puoi dirmi sì o no. Sentiti responsabile.
    PS: ovviamente sto già pensando a come ovviare la presentazione ufficiale, ma l'esaurimento me lo sono giocato la volta scorsa.

    RispondiElimina
  34. Happy New Year..
    Hi, just wanted to say I attended this conference last year, and found it by far the best of about 8 conferences that I attended in the field. Full of professional insight based on testing by experts that knew what they were talking about. I would certainly go again and recommend it to anyone operating in this field.


    McDesert Safari

    RispondiElimina
  35. Grazie Zit per il commento, alla fine sono riuscita nell'impresa e la pagella è stata positiva, mi è pure arrivata una calza con i dolciumi per l'Epifania (e pensare che ho pure rifiutato il cibo quando ero sazia--- wait, forse i dolciumi erano un modo per farmi ingurgitare altro cibo???) e poi....
    ebbene sì, ci siamo trasferiti in Svezia definitivamente.
    Cioè, per il momento definitivamente.
    Cioè, boh.
    Del doman non v'è certezza, ma io preferivo avere qui tutte le mie scarpe, che t'aggia dì!
    Buon anno Zit!!!:)

    Ps: invece di Katia G. sono andata con un cappotto di Acciaio (gli stessi di LeFull) che è piaciutissimo a tutti!

    RispondiElimina
  36. ODIOPERILPIUMINO - l'unico e dico L'UNICO è quello dell'aspesi, fini fini, caldi caldi, con fattura che sembrano più cappottini che ODIOSI-PIUMINI-OMINO-MICHELIN ;)

    Io quest'anno, dopo l'ennesimo a sentirmi dire da mia madre ogni maledetta volta che uscivo "CHIARA COPRITI, SENTI FREDDO, STAI LEGGERA...." Mi sono fatta fregare e ora anche io sono una posseditrice di piumino, e anche io ora non sento più freddo (ma non ditelo alla mamma!)

    Chiara

    RispondiElimina
  37. ahahahah che storiella :D il tuo modo di scrivere mi piace tantissimo!
    e comunque bellissima scelta complimenti!
    LOSTILEUNGIOCO
    FACEBOOK

    RispondiElimina
  38. non so come ti ho scoperto, ma deve essere stata Divina Provvidenza!:D

    RispondiElimina
  39. Comunque... io abito a Cagliari e qui il piumino si usa solo tra metà gennaio e febbraio.. ma UN INVERNO GELIDO COME QUESTO PASSATO NON SI ERA MAI VISTO!! Aggiungi weekend lungo a Bruxelles prima di natale..
    Detesto moncler...
    Insomma, sono riuscita ad aspettare i saldi ed ho sbancato Peuterey, accaparrandomi piumino lungo mezza coscia blu notte e piumino corto ai fianchi color ghiaccio-indaco, entrambi double face liscio/con impunture e collo bordato di pelliccia.
    Al 50%, ovviamente, altrimenti col cavolo sarei riuscita a prenderne due.
    Non me li volevo togliere neanche a maggio...

    Elisa

    RispondiElimina
  40. ciao, io sono capitata qui per caso e questo articolo mi ha fatto morire dal ridere... volevo segnalarti, visto il tuo amore non sempre corrisposto, per MaxMara&C, che esiste una catena di outlet del gruppo dove puoi acquistare i capi della stagione precedente, smarchiati e scontati. si chiama Diffusione Tessile, e nel caso non ci fosse un punto vendita comodo per te fanno anche vendita on line ;) http://www.diffusionetessile.it/it/Home-Page

    RispondiElimina
  41. Probabilmente non leggerai questo commento alquanto tardivo, ma l'altro giorno in un outlet ho visto il tuo giubbocappotto e mi sono ricordata subito di questo post... perchè a me era piaciuto tantissimo, ma non ci avevo mai più pensato... e me lo sono trovato davanti, della mia misura, al 90% di sconto!!! Non mi interessa se è di due anni fa, è stupendo e mi sta divinamente! ;)

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig