venerdì 4 maggio 2012

Start spreading the news

Pare che ci siamo.
Il passaporto è valido. La marca da bollo da 40,29 € l'ho comprata.
L'ESTA è stato approvato e stampato.
L'assicurazione sanitaria è stata fatta da papà (che amore, a me non sarebbe nemmeno venuto in mente).
I dollari sono pronti.
La Vi mi ha portato la sua fotocamera.
Ho la batteria del Blackberry nuova.
Ho comprato le Superga per camminare senza rimetterci le ballerine (e la schiena).
Ho stampato la lista di cose da dire, fare, baciare, lettera e testamento che mi ha scritto Carlotta che lei a New York ci vivrebbe.
Sì, andrò a vedere la Frick Collection che mi pare una cosa sufficientemente da hipster per venirvela poi a raccontare e farvi credere che non sono così mainstream come sembro.

Ho prenotato questo volo cinque lunghissimi mesi fa, il 21 dicembre.
In un pomeriggio buio di dicembre, stufa di piangere per troppi giorni di fila di tristezza, di noia, di immobilità.
La vita in ufficio era sempre più pesante, l'aria sempre più gelida nonostante il riscaldamento a palla.
Ho pensato “diamo un occhiata ad Expedia, vediamo quanto costa un volo per New York in primavera”.
Seleziono MILANO (tutti gli aeroporti) e NYC (tutti gli aeroporti).
Primo risultato: American Airlines, volo diretto, 420 Euro.

Boia deh, ho appena preso la tredicesima, magari riesco anche a pagarlo. Alla fine non mi pare tanto.
Sito dell'American Airlines.
Seleziono MILANO MXP – NYC JFK. Andata 7 Maggio – Ritorno 14 Maggio.
Prezzo: 393 €.

Condividimi tutta