giovedì 29 agosto 2013

Cazzofaccio Parigi

Invecchiare non è bello per nessuno tranne che per Massimo Ciavarro.
Questa cosa che tra due settimane (dio mio DUE SETTIMANE) faccio 30 anni un po' mi spaventa, mi fa pensare, mi angoscia, mi terrorizza.
Per parlare francamente non è la paura di invecchiare che mi crea il nodo allo stomaco, poiché credo di aver accettato lo scorrere del tempo con una normale rassegnazione.
Però 30 anni sono sempre 30 anni, siamo ad un terzo della mia vita e dovrei sentirmi come se avessi seminato già parecchio. Invece la sensazione è quella di sentirsi sfuggire le cose di mano, di aver accettato con pacata rassegnazione tutte le cose spiacevoli che una volta pensavo di non poter accettare. Eppure diventare adulti significa mangiare la verdura anche a pranzo, guardare il telegiornale e saper mandare giù i bocconi amari.
Nei compleanni con le cifre tonde ci si trova sempre a fare bilanci e quindi il mio lo sto facendo già da inizio anno, pensando a come confrontare COSTI e RICAVI per ottenere qualcosa di buono.

Quando una donna giudica a voce alta la sua vita si deve sempre sentire in dovere di ringraziare il cielo e la Madonna per avere un compagno o un fidanzato quando di fatto non dico che essere amati dovrebbe essere un diritto inalienabile di tutti, quanto piuttosto una condizione che poco o nulla centra con la soddisfazione globale di un essere umano.
Sembra che non possa permettermi di essere scontenta perché “almeno hai il fidanzato”. Ma certo, ho il fidanzato e dio solo sa quanto lo amo, quanto è bello passare ogni giorno con lui e avere la possibilità pure di litigarci (e di fargli portare giù l'immondizia).
Ma la soddisfazione personale è altro: è fatta di mille piccole cose, è fatta di salute, di soldi, di tranquillità e di soddisfazione.
E' fatta di genitori che stanno bene (che camminano almeno) è fatta di soldi che non dovrebbero mancare (non è il mio caso, non sono ricca ma sono pagata regolarmente e so che è una rarità), è fatta di soddisfazione quando torni a casa la sera e prima di addormentarti. La sensazione di fare qualcosa di buono per te, per gli altri e per la tua carriera ovunque questa sia rimasta. E forse è proprio questo che mi manca di più.


Ad ogni modo, per dare una sferzata a questo 2013 di COCENTI DELUSIONI e di INABISSAMENTI EMOTIVI, ho deciso di andare a Parigi a trascorrere il compleanno.
Come disse qualcun altro Paris is always a good idea e infatti sono agitata come una bimba alla vigilia di Natale che non riesce ad addormentarsi.
Ho rispolverato la Lonely Planet del 2009 anche se su quel libro tutto sembra che valga la pena di visitare tutto e io non riesco a fare la scala di priorità.
Ho 4 giorni, di cui uno da trascorrere (per la maggior parte) a Versailles (Marie Antoinette, spostati).
Vorrei pianificare un itinerario (sì, sono della Vergine, è il mio lavoro pianificare) per evitare di perdere tempo, evitare di perdermi a passeggiare perché voglio vedere cose, voglio vedere gente, voglio comprare oggetti, voglio sentirmi francese.
Ho già raccolto diversi suggerimenti da Twitter e via mail ma non è finita, ne voglio ancora.
I miei imprescindibili saranno:
_Montmartre
_Saint-Germain-des-Prés
_Torre
_Marais
_Goyard di Place Vendome (qualcuno mi sa dire se si trovano articoli acquistabili ai mortali? Un portafoglio per esempio?)
_Bateaux Mouches
Inoltre Nené Cherie mi ha già dato qualche dritta su cosa fare tipo:
_Giro al mercato di Clignancourt (consigliato anche dai miei colleghi)
_Caffè al Café des Flores
_Oberkampf e Menilmontan
_Per uscire zona Bastille.

Saranno graditi tutti i suggerimenti su NEGOZI per shopping, prodotti BEAUTY introvabili in Italia, piccoli ristoranti BISTROT dove suggerire al mio ragazzo di prenotare la cena del mio compleanno, nominativi di HOTEL PER POVERI o riferimenti di case su airbnb e simili che non costino una sassata, consigli da chi ci ha fatto l'ERASMUS, o ci ha lavorato o ci ha vissuto su cose da fare/vedere/baciare/lettera o testamento.


Grazie!


SHARE:

67 commenti

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. io ti posso dare un consiglio spassionato su dove NON andare. Questa frase proviene direttamente da genitore e genitrice che ci sono stati in viaggio di nozze: "NON ANDARE SUI BATEAUX MOUCHES PER L'AMOR DI DIO!!!!!" Leggenda vuole che Madre, dopo ore di noia e sfracellamenti di palle, abbia perso di vista Padre e l'abbia ritrovato a poppa a ubriacarsi tristemente con birra di bassa qualità.

    ;)

    Un bacio e continua così, adoro leggerti

    Greta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono stata sul bateaux mouches ed è stata una bellissima esperienza! i tuoi immagino siano stati molti anni fa...io ci sono stata a febbraio dello scorso anno e ti assicuro che non è per niente noioso! il panorama è stupendo e il giro dura al massimo un'ora...fantastico il passaggio al buio vicino alla torre Eiffel tutta illuminata (erano le 19) e soprattutto atmosfera molto romantica!

      Elimina
  3. anch io voglio andare a Parigi...ma credo che aspetterò che la pupa cresca un pochino in modo che scarpini per bene anche lei....
    bentornata e buon compleanno da una nuova follower...
    p.s. io mi fermerò ai 30 finchè la faccia lo permetterà....ciao erika

    RispondiElimina
  4. Ciao Zit,
    questo è il link al magnifico monolocale dove siamo stati io e il mio ragazzo un anno fa. distante 50 metri dalla fermata metro di absesses, in pieno montmartre, casa deliziosa, padrona di casa deliziosa, parigi deliziosa. te la consiglio vivamente!
    https://www.airbnb.it/rooms/40468
    un bacio, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Waw è bellissimo! Lo tengo per il mio compleanno del 2014 :)

      Elimina
  5. Cara Zit, io fra circa tre settimane andrò a Parigi per il mio Erasmus. Per quanto riguarda la sistemazione passo la parola a qualcun'altro, devo ancora trovare la mia, figurati se posso dare consigli sensati. Inizio a lelencarti in ordine random tutto quello che mi viene in mente, che consiglierei a qualcuno che vuole vedere anche una Parigi un po' diversa da quella turistica.
    Io consiglio il Museo Rodin e il d'Orsay se non l'hai mai visto. Il Pompidou è fantastico anche solo per la vista dall'ultimo piano. Stessa cosa per l'Istituto del mondo arabo, un gioiello dell'architettura contemporanea e vista fantastica dall'ultimo piano.
    Per una pausa rilassante con hammam e the ai pinoli consiglio la moschea di Rue Quatrefages.
    Per un po' di libri: The Abbey Bookshop, quartiere latino.
    Se vuoi provare dei macarons veramente buoni snobba Laduree e concediti una pausa da Pierre Hermé.
    Per gli indirizzi di un bel negozio vintage, un negozio super accessriato di articoli per pasticceri e un parco per vedere Notre Dame sotto una diversa prospettiva ti lascio questo link dove c'è spiegato tutto per bene:
    http://superfluamente.blogspot.it/2010/05/31-posti-random-da-vedere-parigi.html
    Per una bella passeggiata romantica fuori dalle rotte turistiche consiglio Square Montsouris e il parco adiacente, semnbra di essere in campagna pur essendo in piena Parigi. Se sei appassionata all'architettura al civico 2 c'è la casa ultimata dai fratelli Perret ma ideata da Le Corbusier, così come quella al civico 51.
    Se il tempo lo permette, ma secondo me ci sarà freschino, consiglio un picnic (o un verre al chiuso) sul canale Saint Martin. Una sorta di Navigli parigini, ci hanno girato anche una scena di Amelie.
    Sempre tempo permettendo molto romantica è la visita alle serre di Auteuil, vicino al Roland Garros.

    Nel caso mi venisse in mente altro, vedrò di aggiornare questa lista. Buona visita, magari ci si incontra!
    Chiara

    RispondiElimina
  6. Sono di parte ma cerca di trovare un'oretta per andare al musée de l'Orangerie!

    RispondiElimina
  7. Io sono stata qui: http://www.caulaincourt.com/, bellissima posizione (Montmartre, vicinissimo al Sacro Cuore) e colazione super abbondante, ai tempi (5 anni fa) c'era anche una mini cucina a disposizione degli ospiti.

    RispondiElimina
  8. Direttamente da una fusione di menti mie e della mia collega parigina:

    Abbigliamento:

    the kooples
    zadig & voltaire, molto più grande di quello in corso vercelli a Milano
    colette, vale come un giro al museo
    i negozi di vintage nel marais, fermata saint paul le marais

    merci
    www.merci-merci.com/fr/, sempre nel marais

    se dovessi fare un regalo a un baby, lì vicino c'è Bonton, come dice la mia collega, ci vanno solo i veri parigini ed è verso la fine del marais, poco frequentato. I baby vip si vestono lì.
    www.bonton.fr

    sempre nel marais,
    http://www.leclaireur.com/en/category/stores-en/sevigne-en/
    ce ne sono diversi a Parigi, sono una specie di Corso Como 10, tutti diversi

    Cosmetica

    durance
    cinque mondes (lo trovi a lafayette) prodotta da una spa di lusso. Io mi sono innamorata della fragranza rituels de l'atlas, poi va a gusti.
    da sephora: ahava, un marchio israeliano specializzato in fanghi e sali del mar morto (forse c'è anche in Italia, in Rinascente)
    by terry, creata dalla ex direttrice cosmetica di YSL, ha molte cose a base di rosa, ma io non ho mai provato niente
    ojon, per i capelli, anche questo mai provato

    A Parigi anche le parafarmacie hanno delle ottime marche, che magari trovi anche da noi ma leggermente più care, es caudalie, decleor, la roche posay...
    Cityfarma in rue du four 26 ha spesso ottime offerte e sconti.
    E' un po' caotica, ma ha i prezzi migliori.

    Leclerc: le ciprie libere in ogni colore, io uso quella azzurra per un effetto pelle di porcellana.

    Candele e profumi: Jo Malone

    Ecco, adesso voglio andarci anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo questo commento voglio andarci anch'io! Ora cerco un volo sul serio...

      Elimina
  9. Se vai nel Marais non puoi non andare in questo negozietto trovato per caso: http://www.joyboutique.fr/ è super francese! Buon viaggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo il couscous del ristorante Atlas in Boulevard Saint Germain, vicino all'Istituto del Mondo Arabo! Buonissssssimo!!!

      Elimina
  10. a parte citofonare spora, ma:
    Allora musei, questo, bellissimo:
    http://www.musee-jacquemart-andre.com/fr/home
    palazzo tra il liberty e il…tutto. pieno di arte italiana, davero figo. Poi bella storia, lei pittrice, lui riccone, si innamorano quando lei gli deve fare il ritratto. Nel museo c’è di tutto (Paolo uccello, mantegna, un tiepolo staccato e rimonato sopra lo scalone. Vale davvero la pena.

    Io non sono fan di arte asiatica, ma http://www.guimet.fr/fr/ è tipo il louvre dell’oriente. Davvero bello e ben fatto. Questo: http://www.quaibranly.fr/, il quai branly è un progetto super pompato di J. nouvel, sempre antropologia, arti non occidentali. A me sembrò brutto e colonialista. Ma forse val la pena vedere se ci son mostre.

    Parlando di J. Nouvel: l’ima (istituto del mondo arabo): http://www.imarabe.org/, va visto PER FORZA. È tipo la mia cosa preferita di parigi. Facciata fatta con obiettivi fotografici, ingresso gratis, salite sulla terrazza per la vista.
    Sempre di nouvel fondazione cartier (http://fondation.cartier.com/), mah, val la pena se c’è una mostra figa. A me piaceva soprattutto perché abitavo accanto, ma ecco, non vale una visita.

    Mercatini: vedete se la domenica c’è al canal st. martin http://it.wikipedia.org/wiki/Canal_Saint-Martin, cmq, bellissimo, super bobo, localini, sia aperitivo sia brunch. Se no ovviamente marais, mille negozini e volendo http://www.musee-picasso.fr/
    Cibo: marais ci son mille posti da falafel buonissimi (era il vecchio quartire ebraico), poi io una capatina nel secondo arr. (rue st. anne) per un giappo lo farei, ci mangiate anche zuppe non solo sushi. In caso nel secondo andate a dare un occhio ai giardini del palais royal che era tipo uno dei miei posti preferiti, davvero bellini, con i negozi fighetti sotto i portici, e poi tutto intorno, i passages. C’è la galerie vivienne fighissima, ma ce ne son mille altre (soprattutto non andateci di domenica che son chiuse, BRUTTE).
    Ah, ecco, a proposito di sciopping, 82 rue Réaumur, 75001 paris è un indirizzo da tenere a mente, è l’outlet di kookai, me lo ricordo molto centrale (beh, è nell’1). Val la pena moltissimo. Cmq tutta rue reamur me la ricordo buona per lo sciopping.

    Posto molto amato il VII arr, con il museo del marmottone (http://www.marmottan.com/), pieno zeppo di monet e di solito vuoto di turisti, va la pena (anche se ahem, le ninfee all’orangerie, ecco, io ve l’ho detto eh). È vicino al guimet, mi pare, e anche vicino a questa: http://it.wikipedia.org/wiki/Maison_La_Roche-Jeanneret, fondazione le courbusier. Cmq un giretto di architettura nel quartiere val la pena.

    RispondiElimina
  11. Anche io sono stata a Parigi per il mio trentesimo...nel mio caso però era una sorpresa quindi non ho potuto organizzare nulla. So che sembrerà una rottura di maroni, ma secondo me al Louvre una tappa va fatta. Io mi sono commossa quando ho visto la Nike di Samotracia imponente in cima alle scale. Anche se non sei appassionata di arte ma solo di cose belle, te lo consiglio. Have fun, x
    MP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: già solo la Nike in quella posizione vale tutto il costo del biglietto.

      Però non so se mi butterei nel Louvre se ho solo 4 giorni... Anzi, se dovessi scegliere cosa fare in una giornata di pioggia (no, Zit, non voglio portarti sfiga: però capita, visto che lì lo scudo climatico delle Alpi se lo sognano e le nuvolotte arrivano felici e veloci direttamente dal profondo Nord..) credo che più che Louvre visiterei il d'Orsay oppure andrei all'Orangerie a vedere le ninfee di Monet (che adesso che ci penso non ci sono mai stata lì, mannaggia) e poi mi troverei un bel caffè dove sedermi vicino alla finestra e leggere qualcosa.

      Elimina
    2. Impossibile mancare la visita al Lovre! ❤È da mozzare il fiato... Per non parlare della cattedrale di Notre dame...io mi sono commossa non appena l'ho scorta dal batou muoche!
      I ❤Paris

      Elimina
  12. il dolce lo devi prendere da Angelina, vicino al louvre: ti sembra di entrare in una sala da tè dell'800 ed è tutto godurioso, http://www.angelina-paris.fr/#/home/. sempre lì vicino c'è the by the, è tipo Starbucks ma a ba se di tè, io avevo preso tè con crema di vaniglia!
    poi c'è un cafè ristorante, a place the voges, angolo stupendo! c'è il cafè hugo, mangi molto bene, tipico francese e non spendi una follia anzi; lì ho pranzato con davanti a me paola marella che mangiava con le amiche.. son sosoddisfazioni! ahahha Divertit!!
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì! Ci sono stata anche io! Bello!

      Elimina
  13. Ciao Zit, non posso non uscire dal mio anonimato per questa occasione: sono stata a Parigi per un anno bellissimo, finalmente quest'anno ho trovato il coraggio di tornarci da "turista" (per il QUARANTESIMO del mio ragazzo...) e ho ritrovato tutto come lo avevo lasciato, o anche meglio !
    Non è tra le tue richieste di consigli, ma un posto che non puoi non visitare è la basilica di Saint-Denis: si trova in una Banlieue Nord, per questo non tutte le guide ne parlano, ma è veramente la chiesa più bella che io abbia mai visto (ci arrivi con la metro 13), io penso di esserci andata almeno una volta al mese e di averci portato tutti gli amici che venivano a trovarmi, e ogni volta toglie il fiato. Se la stagione è buona ti consiglio poi una passeggiata nel Parc Monceau o nel Parc Montsouris, sembra di entrare nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie.
    Per il resto, tutti consigli gastronomici: La Charlotte de L'ile sull'Ile de Saint'Louis fa delle torte al cioccolato da perdere la testa ed il locale è bellissimo (e piccolissimo ovviamente), Polidore in Rue Monsieur Le Prince o il Bistrot Beaubourg vicino al Centre Pompidour per mangiare la cucina francese (e magari trovare un vecchio professore in pensione che mangia solo e che attacca bottone e ti consiglia le migliori boulangerie o ristoranti dove mangiare les escargots), Chez Gladines, ristorante basco nel quartiere della Butte aux Cailles (la Montmartre dei ragazzi di oggi) che è un attentato alla salute ma merita davvero, e un ristorante vietnamita in rue de Belleville vicino alla fermata della metro Pyrenée dove ho mangiato una delle migliori cucine orientali (e così ti fai anche una passeggiata a Belleville, che è diventato il nuovo quartiere radical chic, anche se secondo me è tanto sopravvalutato...); e infine un giorno, se hai voglia di spendere venti euro per una fetta di torta ma vuoi vedere un luogo emblema del lusso parigino e forse una delle migliori pasticcerie c'è Angelina in rue de Rivoli (che è famosissima soprattutto per il Mont Blanc).
    Bon voyage e aspettiamo il tuo resoconto :-)
    Costanza

    RispondiElimina
  14. Per esperienza, vedrai che ridere quando ne fai 40...
    Ma anche quando compare il 1° capello bianco non è male.
    SIGH!

    RispondiElimina
  15. quoto angelina ed i suoi carissimi ma deliziosi macarons. Lì davanti ci ci ho visto passare davanti il tuo odiato Lagerfeld in persona personalmente. Quoto Clignaincourt, trovi le all star di tutti i colori dell'iride a 35 euro. Ti consiglio se ti piace la fonduta Rue mouffetard: tutti i ristoranti la propongono. Io sono andata 3 volte in uno arredato come una baita di montagna e con una mucca bianca e nera in vetrina. Delizioso! Vale la pena mangiare anche a L'Epicerie, zona Les Halles, soprattutto le patate sarladaises, i dolci, i secondi!
    Bellissimo il Musee Rodin, Orangerie, Marmottan, ma anche quello medievale Cluny, ma accertati che gli arazzi dellaDdama con L'unicorno siano tornati da una mostra non so dove!
    Buona permanenza!

    Roberta

    RispondiElimina
  16. Prova i falafel de L'As du fallafel (Marais - 34 Rue des Rosiers).

    Quando torno a Parigi voglio provare il Roseval: "eletto dalla guida Le Fooding il bistrot migliore di Francia" (http://www.dissapore.com/mangiare-fuori/roseval-come-il-bistrot-di-simone-tondo-diventa-il-migliore-di-francia/)

    Ri

    RispondiElimina
  17. "evitare di perdermi a passeggiare", passeggiare a Parigi non è mai una perdita di tempo. E comunque è inevitabile. Ti perderai sicuramente, anche contro la tua volontà. Ricorda che la cartina ti fa sembrare le cose vicine e invece sono lontaaaaane! Prenota adesso via l'ingresso a Versailles se non vuoi passare buona parte del tuo tempo ai cancelli a fare la fila. Compra da mangiare nei supermercati (ad esempio ci sono molti Monoprix che hanno l'angolo col microonde per scaldare e mangiare quello che ti compri) e sempre da Monop, vai al reparto beauty: guarda LaUne (minerale di alta gamma) e Bojouoir (catena Chanel), da Auchan vendono Floressance che è un marchi ecobio di prodotti per corpo e viso; costa poco ed è ottimo.
    Da ultimo: occhio a borsa e portafogli, soprattutto se ti fermano per informazioni.

    Marina

    RispondiElimina
  18. Per l'hotel puoi guardare voyage prive, ce n'è uno in offerta a Saint Germain che scade tra due giorni. Sempre a Saint Germain devi andare al caffè les deux magots, che è addirittura su wikipedia perchè ci andavano Sartre, Hemingway e compagnia bella a far l'aperitivo.
    Per quanto riguarda i musei da vedere quoto quelli già detti (Pompidou con fontana a fianco, particolare ma bella, il museo d'Orsay e il Louvre, dove non devi farti spaventare dalla coda che troverai perchè è velocissima). Per quanto riguarda i negozi fai un giro da Merci, nella zona della Bastiglia, è un incrocio tra un negozio equosolidale e 10 corso como ma qualche pezzo abbordabile si trova.
    Ultimo consiglio di viaggio: tenetevi una mezza giornata per Montmartre, è lontano dal centro ma ne vale la pena: superata l'immensa scalinata che ti porta verso il centro, ti ritrovi in questo quartiere che rispetto a Parigi è un mondo a parte, pieno di fiori, con tutte le strade in porfido (quindi no tacchi, o ci lasci una caviglia) e senza una macchina; poi girando ti ritrovi in questa piazzetta dietro al Sacro Cuore dove ci sono gli artisti di strada che suonano, espongono i loro quadri e il tutto incorniciato da una montagna di fiori. Ovviamente il gran finale deve essere il tramonto sulla scalinata del Sacro Cuore da cui vedi tutta Parigi! Buona vacanza zit!

    RispondiElimina
  19. http://www.chercheminippes.com/
    questo. le signore vengono qui a disfarsi dei vestiti di marca della stagione precedente. tanta traglia ma tante cose carine. se sei in zona vale la pena passarci.

    RispondiElimina
  20. Mi è proprio piaciuta la riflessione sulla soddisfazione!

    RispondiElimina
  21. Scarica questa App: CINEMACITY, l'ha creata un mio amico parigino, è bellissima e ti fa vedere la città da un punto di vista molto particolare! Auguri!
    F.

    RispondiElimina
  22. il mio consiglio sull'hotel: hotel de la porte doreè, non proprio centrale, ma ha la fermata della metro esattamente di fronte. in più è graziosissimo, economico e con un ottimo bagnoschiuma! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. In più, di fronte trovi http://www.boulangerie-patisserie-vandermeersch.com/. Un régal.

      Elimina
  23. io ti posso solo consigliare posticini carini (ma non chiccosissimi) per pranzo/cena:

    L'Acanthe (22, rue Saint-Martin 75004)
    Les Parisiennes (17, avenue de la Motte Picquet 75007)
    I Cugini (33 Rue de Paradis - 75010) - è italiano, sì, ma ame dopo un po' era venuta voglia di pasta... :(

    RispondiElimina
  24. Con il fida franscese, ma non parigino, siamo stati da Bistrotters: http://www.bistrotters.com/?lang=en e ci e' piaciuto millemila. Consiglio vivamente.

    RispondiElimina
  25. http://oltreuomo.com/cosa-fare-a-parigi/ La riaposta di uno studente in erasmus

    RispondiElimina
  26. Ti consiglio un giro nel giardino adiacente all'Hotel de Cluny che è stato ricreato in base ai giardini di epoca medioevale. E' davvero carino e riparato per prendere una boccata d'aria da turisti e caos!
    Sofi

    RispondiElimina
  27. Da non perdere il concept shop Merci, un verre de vin al Bar du Marchè o a la Palette (ottimi anche per fare people watching!) che sono in zona Saint Germain, brunch da Ladurée (sempre per restare in tema Marie Antoinette), una crepe al Breizh Café e una visita al Musée d'Orsay!

    RispondiElimina
  28. Non ho letto gli altri commenti. Per il beauty nelle farmacie Avene, Bioderma e altre marche di skincare costano meno che in Italia. E da Sephora c'è Bobbi Brown.

    RispondiElimina
  29. Ciao Zit, sono una tua nuova follower, complimenti! mi piace come scrivi.
    Io vorrei suggerirti un modo per vedere la città fighissimo, io l'ho fatto a Barcellona ed è stato un'esperienza divertentissima.

    http://www.tripadvisor.it/Attraction_Review-g187147-d2146080-Reviews-Paris_by_Scooter-Paris_Ile_de_France.html

    Giri la città con scooter o vespa(a Barcellona c'erano le vespe, tres chic) e muoversi era semplicissimo, abbiamo visto, in 4 giorni, tante cose in più che se ci fossimo mossi in metro e andavamo da una parte all'altra a piacimento, parcheggiavamo ovunque..insomma consigliatissimo!
    baci

    RispondiElimina
  30. Oh bè, secondo me non puoi perderti questo viaggio nei sensi:
    Frédéric Malle 37 Rue De Grenelle
    Tra i migliori profumi al mondo secondo me.

    RispondiElimina
  31. Se sai pattinare, portati dietro i roller e raggiungi Place Vendome in una maniera alternativa, ma veramente francese: tutti i venerdì nelle città francesi si organizzano pattinate in città (vedi qui:
    http://pari-roller.com/la-randonnee/point-de-rendez-vous/)
    Se non pattini, valuta di girarti la città in bici (io lo farei di sicuro), col velib: con 1,70 € al giorno hai diritto ad usare gratuitamente la bici fino a mezzora per volta, come credo funzioni anche a Milano (lohttp://www.velib.paris.fr/)
    Una chicca meravigliosa è la Sainte-Chapelle (http://sainte-chapelle.monuments-nationaux.fr/)
    Quoto il museo Rodin e il Museé de l'Orangerie (http://www.musee-orangerie.fr/) a vedere le ninfee di Monet. Per restare sugli impressionisti, fai un giro all'Orsay, che per me merita anche solo per la Colazione sull'erba di Manet, peraltro ripresa da Dior nella sua campagna pubblicitaria (http://howcool.it/dior-il-secondo-episodio-di-secret-garden/)e poi fati un giretto a Montmartre, magari cercando di evitare i (troppi) luoghi comuni ed i turisti, e scoprendo, in qualche angolo meno affollato, il Moulin de la Galette (http://it.wikipedia.org/wiki/Moulin_de_la_Galette_(Parigi)) o il Lapin Agile.
    Se vuoi, visita Pigalle di notte: ma sappi che troverai sesso in tutte le salse.
    Io ho una passione per i jardin du Luxembourg, dove puoi prendere una seggiolina e riposarti un po', non lontano dalla Sorbona.
    Un'altro posto che amo è Place des Vosges, non lontano da piazza della Bastiglia (non commettere l'errore di molti che cercano l'antica fortezza ;-) )
    Infine io vado SEMPRE al Centre Pompidou.
    Parigi è il regno dell'architettura contemporanea e ci sono interventi bellissimi. Ma mi sono fatta l'idea che non sia esattamente quello che ti potrebbe interessare.Inoltre, ovviamente, spesso queste architetture si trovano in zone non propriamente centrali per cui lascio perdere.
    L'elenco dei negozi è sterminato! io ti segnalo solo la libreria Shakespeare and Company (https://plus.google.com/115037894301315733241/about?gl=it&hl=it) e, per i pasti veloci, i panini di Paul (http://www.paul.fr/) che anche se è una catena, fa baguette meravigliose!

    RispondiElimina
  32. Ah! PS...modo alternativo ma che ti fa sentire DAVVERO parigina, di pernottare è affittare una casa privata su Homelidays. E' un sito (francese, peraltro) dove si trovano case in affitto anche per brevissimo tempo e ci si relaziona direttamente coi proprietari. Io l'ho usato molto e mi sono sempre trovata bene.L'ultimo soggiorno a Parigi l'ho prenotato proprio così, ed è stata la sistemazione migliore che abbia mai trovato.

    RispondiElimina
  33. ciao Zit! non ho letto tutti i commenti, non so se qualcuno te lo ha già consigliato.. ma quando ho letto il tuo ''Hotel Da Poveri'' mi è venuto in mente il MAMA SHELTER, l'hotel pensato e ideato da P. Stark per far godere il design un pò a tutti. Oltretutto credo che sia sull'Ile de France, très romantique. Dacci un'occhiata, è molto originale! Buon viaggio! Emma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seeeee ciao! errata corrige: volevo scrivere Ile de la Cite, non Ile de France... E non è nemmeno lì. Moan Moan...
      Emma

      Elimina
  34. Ah, il bateaux mouches.... La mia esperienza fu orrida: seduti di fronte a una famigliola di indiani che si passavano il chewing- gum e lo usavano come elastico, per poi rimetterselo in bocca.... Indimenticabile! A Versailes, litigio con una della compagnia che avrebbe voluto evitarle in favore di fantomatica ricerca della maison di Alain Delon (perculata a vita, ovviamente!). Sotto la Torre Eiffel, momento romantico: due ragazzi si avvicinarono, noi già pregustavamo dolci paroline sussurrate con l'inimitabile accento francese.... Erano italiani, cosa lo dico a fare?
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  35. 12 anni a parigi, ho ancora casa li (ma è occupata senno ve la prestavo)

    Per uscire NON Bastille, è da Erasmus.
    Esci nel Marais, a Saint Paul: localini non solo gay, molto design, hype. Il posto giusto.

    Café de Flore, si, ma anche Le Petit fer à Cheval, nel Marais. CREDIMI, il bancone è un bijoux.

    IL posto più fashion hipster-bobo alternativo è Le Comptoir Général, vicino République. Si mangia, si beve, c'è l'angolino degli oggetti ritrovti (mercatino vintage di oggetti rari) e una expo sempre figa.

    IL Museo da vedere è il Rodin, e vai a prenderci il caffé nel giardino. Altro che Musée d'Orsay.

    Vai al reparto lingerie (2° o 3° piano) e scarpe (sottosuolo) delle Galeries Lafayette, puoi provare tutto nei camerini di marche diverse e le commesse ti cambiano le taglie. C'è lusso e roba cheap carina. E un divanetto per parcheggiarci l'uomo.

    E poi, perdio, telefonami e ti dico di più.

    Cibo esotico: thai al Blue Elephant, giapponese verace vicino Opéra, da Kintaroper zuppe wow.

    RispondiElimina
  36. Ciao Zit, non appena ho letto questo post non ho potuto fare a meno di lasciare un commento!
    Esattamente un mese fa ho trascorso a Parigi la mia prima vacanza con la mia dolce metà e mi sento di consigliarti questo ristorante francese a due passi dalla fermata della metro Grand Boulevards allestito all'interno di una ex stazione dei treni http://www.bouillon-chartier.com/ . Per quanto riguarda l'albergo noi lo abbiamo trovato tramite trivago con una tariffa accettabile per due studenti universitari http://www.hotel-theatre.com/English.phtml? . L'arredamento sarà un po' buffo, ma il personale è sempre stato molto disponibile e soprattutto è servito da 2 linee della metropolitana.
    Spero di non essermi dilungata troppo e di esserti stata un pochino utile.
    Baci

    RispondiElimina
  37. ...una voce fuori dal coro: assistere a uno spettacolo di burattini all'aperto nei Giardini di Luxembourg. Non sapevo il francese, ma è stato divertente!
    Non commento mai, ma ti leggo sempre!
    Arianna

    RispondiElimina
  38. Ciao Zit,
    suggerimenti sparsi:
    -al Marais: cena da Chez Janou, 2 Rue Roger Verlomme, cucina provenzale buonissima (mousse al cioccolato strepitosa), 80 tipi di pastis e gente simpatica, meglio prenotare. Se hai nostalgia del Portogallo, merenda con pastel al minuscolo e delizioso Comme à Lisbonne, 37 Rue du Roi de Sicile (che è una delle vie del Marais da percorrere interamente).
    -a Saint-Germain-des-Prés: per lo shopping percorri tutta Rue Saint Sulpice, da Odéon a Rue de Rennes. Tutto il quartiere è bellissimo, per tornare sulla Senna puoi passare da Rue Bonaparte, che spunta all'altezza del ponte che ti porta a Place Dauphine, altra piazzetta deliziosa
    -per i prodotti beauty francesi al miglior prezzo: farmacia all'angolo tra Rue Bonaparte e Rue Du Four, sempre pienissima
    -vista super e gratis: sali fino al terrazzo dei magazzini Printemps
    -vista super ma prezzo aperitivo: aperitivo al bar sul terrazzo del Centre Pompidou
    -passeggiata in bici con il Vélib', il bike sharing di Parigi, i parcheggi sono ovunque. Puoi pagare online e ottenere il codice da usare alle centraline, oppure pagare direttamente lì con la carta di credito.
    -In caso di brutto tempo: passeggiata tra i vari Passages Couverts, tra i più belli Galerie Vivienne, e magari mangiare da Aux Bons Crus, 7 Rue des Petits Champs, sempre meglio prenotare

    Buon divertimento!


    RispondiElimina
  39. Zit, la prima frase del post mi ha stesa a terra. pensavo di morire perché avevo il boss di faccia e cercavo di trattenere le risate....

    So di averti già subissata di consigli ma mi permetto di farlo ancora perché per me Parigi è casa (più in senso ideale che reale). Tra l'altro alcuni credo che te li abbiano già dati:
    - Canal Saint Martin (quando la frequentavo io si portava "Le Point Ephemeres" adesso non saprei)
    - Pranzo con un panino da asporto ai Jardins des Louxembourg o a quelli delle Tuilleries (ci sono un sacco di businessmen a piedi nudi che fanno pausa pranzo e ogni volta mi fanno tanto ridere)
    - Madame Ladurée a Saint Germain, ma vatti a mangiare i Macarons sul Ponte che sta poco oltre
    - usa il velib per spostarti (anche se non ti saprei dire come funziona... all'epoca mi fece tutto un mio amico)


    ...Ma soprattutto fai quello che non hai intenzione di fare: cammina, vaga, perditi!

    RispondiElimina
  40. cara Zit ti hanno dato ottimi consigli, non so quanto in 4 giorni tu riesca a seguirli tutti, good luck, ti aggiungo quindi solo un posto, un piccolo bistrot/panetteria in Rue Des Abbessess chiamato Coquelicot, ci andavo a fare colazione ogni volta che potevo. Bon voyage e per il prossimo birthday vieni a London va la'! ;-)

    RispondiElimina
  41. Ciao Zitella,
    sono una tua neo follower e mi fai morire! A Parigi almeno un pomeriggio romantico con il fidans lo devi trascorrere al Parc de Bagatelle, parco meraviglioso dove fare i pucciosi svenevoli... si trova nel Bois de Boulogne.... la Guerlain ha pure dedicato un profumo a tale parco, vedi un po'!
    Maria Lou

    RispondiElimina
  42. Forse arrivo tardi con le dritte, ma tant'è... http://www.valenosa.it/diario-di-bordo-di-un-breve-viaggio-parigi/

    RispondiElimina
  43. I miei suggerimenti, sorry copia e incolla da email mandata ad un'amica


    Paris vintage

    Didier Ludot (very famous and expensive; there are a few expensive vintage stores a few doors down from here)
    20, galerie Montpensier 75001 Paris
    01.42.96.06.56
    M° Palais Royal

    Trois marches de Catherine B. (very expensive, almost only Chanel& Hermes handbags)
    3, rue Guisarde 75006 Paris
    01.43.54.74.18
    M° Mabillon

    Le Passé d'aujourd'hui
    43 Rue Cherche Midi, 75006 Paris
    01 42 22 41 21

    Chercheminippes, (MY FAVORITE! reasonably priced! they have lots of different boutiques on the same street; this one is the high-end one)

    114 rue du Cherche-midi / 75006 - Paris / Tél.: 01 42 84 37 26
    They have more than one of these down the same road, the designer one, the general one and the kid one. I found some pretty amazing things here.
    There are lots of vintage shops in Le Marais (Ligne 1 St Paul), Metro stops St Sebastien froissart (ligne 8...je crois) and Etienne Marcel (ligne 4), Mamie at metro station Anvers (ligne 2)

    If you want serious antique market, you can always go to the ever popular porte de clignancourt, just if you make it through it cheap-as-balls-santee-alley section (with seriously vendors trying to grab your balls), then there's the good stuff in the antique section.


    Best places for shopping:

    Le Marais:
    -a lot of secondhand shops: Freepstar 8 rue Sainte Croix de la Bretonnerie and 61 rue de la Verrerie, 4ème; Studio W, 6 rue du Pont aux Choux,3ème; a shop named Vintage in Rue des Rosiers
    -designers shops and multibrand: AB 33, 33 rue Charlot 3ème;
    N°60, 60 rue Charlot, 3ème;
    Olga, 45 rue de Turenne, 3ème;
    Shine, 15 rue du Poitou, 3ème);
    Joy, 38 rue du Roi de Sicile, 4ème;
    Emilie Casiez, 57 rue Charlot, 3ème
    ANAIM, 21 rue du Pont aux choux; 3ème

    And a really cute tea room/shop: Le loir dans la théière, 3 rue des Rosiers, 4ème with old furnitures, many.
    This one I highly recommend!
    http://parisbreakfasts.blogspot.fi/2009/01/le-loir-dans-la-theiere.html the lemon meringue is huge and delicious. If you go around 5, tea and cake is 10 euros :)

    Palais Royal/Musée du Louvre:
    American Apparel, 31 place du Marché St Honoré
    Colette, 213 rue Saint-Honoré
    Gabrielle Geppert, 31 galerie de Montpensier, Jardin du Palais-Royal, 1er: a beautiful vintage shop
    Pierre Hardy, 156 galerie Vallois, Jardin du Palais Royal: amazing but expensive shoes
    Marc Jacobs, 56-62 Galerie Montpensier, 34 rue de Montpensier
    107 Rivoli, 107 rue de Rivoli, 1er: the Musée de la Mode bookstore
    Rue de Rivoli with H&M, Zara, Bershcka, André....

    Saint-Germain: beautiful shops, lot of art galleries
    Le Bon Marché, 24 rue de Sèvres: a multibrands and a luxury store (like 5 floors of fashion brands) with amazing designers (Chloé, Chanel, Marni, Prada, Marc Jacobs, Balenciaga and many more...)
    Allison, 3 rue de Buci, 6ème: a little shop with lovely brands like Maje, See by Chloé, Paul & Joe sister etc...
    Vanessa Bruno, 25 rue Saint Sulpice, 6ème
    Les Prairies de Paris, 6 rue Pré aux Clercs, 7ème
    Taschen, rue de Buci
    Nanie, boulevard St Germain
    Isabelle Marant, 1 rue Jacob, 6ème
    Mellow Yellow, 16 rue Saint Placide, 6ème: shoes, shoes and shoes (but little store)


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Haussmann/Opéra: le Printemps (the designers and the shoes floors are amazing!), les Galeries Lafayette. The H&M store of boulevard Haussmann is big and great, but there is a little one too in Passage Provence, just behind le Printemps.

      Les Halles: the Forum des Halles is a little bit shabby and dirty, but next to it, the area is better and there is some interesting shops: Kiliwatch, 64 rue Tiquetonne (a big store with books, second-hand clothes and shoes (a little expensive) and Royal Cheese (Cheap Monday, April 77, Sessun, Levis...) 24 rue Tiquetonne
      Near to that store, there is a great street named rue Montmartre with amazing shops at the beginning of the street : Territoire (small designers from France), Maje, Les Petites, Manoush, Bérénice...

      And Also:
      Come on Eileen (second-hand clothes), 16/18 rue des Taillandiers, 11ème
      Chez Mamie, 73 rue de Rochechouart, 9ème: second-hand and vintage clothes
      Mamie Blue, 69 rue Rochechouart, 9ème: same things
      Wochdom, 72 rue Condorcet, 9ème: vintage clothes (beautiful place, really 70's with vinyls, dark carpet, a bed in the middle of the room...)

      Elimina
  44. Beh anch'io ti do consigli sparsi:
    non farti mancare il Louvre...anche solo un paio d'ore con l'ingresso (ridotto pomeridiano) e il museo d'Orsay.
    Poi un giretto alle Galeriè LaFayette?
    E il Point Neuf... meraviglioso. E una pausa pranzo nei giardini sottostanti. Se recupero gli indirizzi dei posti dove ho mangiato te li aggiungo stasera. Di sicuro c'è "Le Potager du Pèere Thierry" 16, rue de Trois Frères 75018, Paris

    RispondiElimina
  45. Ciao Zit.!Anch'io quest'anno compirò 30anni...quindi capisco benisimo le sensazioni!
    Sono stata a Parigi per la prima volta nel 2011..e me ne sono innamorata!!!sxo d cuore d poterci tornare al più presto!
    Visto che i suggerimenti non mancano..io te ne do solo uno..non so se andrai in quella zona,ma a me questo posto è piaciuto tantissimo!t posto il link :)
    http://www.cakechloes.com/?p=2_0

    baci

    Angy

    RispondiElimina
  46. Zit, a quando un un Cazzomimetto The Addio al Nubilato?? Urge!

    RispondiElimina
  47. Cara Zit,
    cosa trovo adorabile di Parigi:

    Place de Vosges nel quartier Marais, un goiello di verde, troppo grande per chiamarlo giardino, troppo piccolo per chiamarlo parco, un incanto.

    Farmi le vasche in Rue Faubourg St. Honorè e tutte le su vetrine, entrambi i lati, infilarmi in Place Vendòme e raggiungere Repetto in Rue de la Paix.

    Una birra a Le Bombardier, pub di fianco alla Sorbona.

    Parigi è da immergersi, percorrila a piedi più che puoi, anche se è servitissima dalla metro che ti porta ovunque.

    ;)

    RispondiElimina
  48. Oh, anche io faccio a breve 30 anni (il 10 Settembre), e questo post sembra scritto per me.
    Fidanzato célo.
    Lavoro fisso célo.
    E poi?
    Le cifre tonde - in particolare "quella cifra tonda" - danno sempre da pensare.
    Penso che alla mia età mia madre era già sposata con una figlia. Ma penso anche che mia madre alla mia età non aveva mai preso un aereo, per esempio.
    Non so se ho seminato, forse mi sono sempre lasciata un po'vivere perché in fondo ero giovane, e le cose si sarebbero sicuramente sistemate da sole.
    Oggi penso che le cose è il momento che le sistemi io. E che se a 20 anni mi sentivo immortale, oggi mi sento potente. Baci, e complimenti per la scelta di Parigi (Quartiere Latino, per me!).
    Diana

    RispondiElimina
  49. Ho cominciato a leggere tutti i commenti ma sono troppi...quindi non so se qualcuno te lo ha già consigliato! Va visto il tramonto sull'Arco di trionfo, da li, oltre a vedere tutta Parigi, vivi l'atmosfera della Torre che al farsi buio comincia ad alluminarsi con giochi spettacolari di luci e fari che ovviamente non si ripetono più fino al giorno dopo! E' una cosa molto romantica che tra l'altro io mi sarei persa - perchè soffro di vertigini - se non fosse per mio marito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusami, dimenticavo....confermo (come ho già letto) che il tempo purtroppo tende a non essere favorevole alle passeggiate, in quanto piove una si e l'altra pure (io ci sono stata la settimana di ferragosto). Confermo Louvre, Montmartre e Notre Dame. Il problema è che non puoi non fare la turista a Parigi, soprattutto se ci vai per soli 4 giorni. Ci sono troppe cose da fare e da vedere. La cena sulle barche della Senna, o la cena sulla Torre o una visita al Maxim...stai molto molto molto attenta ad una sola cosa: gli italiani che si sono trasferiti a Parigi! Sono più stronzi tra gli stronzi che abbia mai conosciuto...peggio degli stessi francesi!

      Elimina
  50. Io sono stata per l'8 dicembre 2 anni fa, ho dormito qui: http://www.booking.com/hotel/fr/sas-du-nord-et-de-l-est.it.html?sid=69d4ccf21fab258a199766da5d203b48;dcid=1 (hotel du nord et de l'est). Piuttosto economico, nessuna pretesa ma ben tenuto con le scale di legno (ma anche l'ascensore), in una zona tranquilla vicino place de la Republique, fermate metro vicinissime (in realtà in alcune stanze la notte fino ad una certa si sentono le vibrazioni, ma solo in alcune stanze), vicino c'è una boulangerie con cornetti e leccornie varie ed anche un piccolo supermercato.
    Per mangiare devi andare ASSOLUTAMENTE una sera in rue de Mouffetard, è una stradina solo di ristorantini proprio come li cerchi tu per il compleanno... la metro non è molto lontana (fermata Morge), sennò ci si arriva a piedi dalla Sorbona, ma di strada da fare ce n'è un po'
    Quanto ai musei, o ti ci dedichi anima e corpo o lasci perdere. Il Louvre se ci vai ci devi perdere una giornata e ne vale assolutamente la pena; Orsay mi ha deluso molto, tutti dicevano che era meglio del Louvre, per me è stata una mattinata persa... Per una come te, comunque, imperdibili le Galeries Lafayette...
    Appena arrivi ricordati di fare il biglietto della metro che vale per più giorni, lo userai all'inverosimile!
    Ciao
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate. Non si può pretendere di andare al Louvre e vederlo tutto in una volta, così come per qualsiasi museo di quelle dimensioni!

      Io consiglio di andare al Louvre per dedicarsi a due cose: la galleria dei francesi che ospita opere da togliere il fiato come La Zattera di Medusa di Gericault e molto altro e la Galleria degli Italiani che si conclude, dietro l'angolo con la Gioconda. Dove la cosa più interesante non è la Giocanda ma osservare le reazioni della gente, sopratutto gli orientali, davanti alla Gioconda!

      Elimina
  51. Musée Rodin e http://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187147-d941812-Reviews-Les_Fondus_de_la_Raclette-Paris_Ile_de_France.html (Zona Montmartre)

    RispondiElimina
  52. passeggia lungo il canal San Martin, così puoi lanciare i sassi come Amelie!

    RispondiElimina
  53. Io vado spesso a Parigi...per la scelta degli Hotel ti suggerisco di andare sul sito astotel.com troverai una serie di hotels in ottime posizioni e a prezzi ragionevoli!io vado spesso all'hotel Malte Opera....le camere sono parigine e cioe non grandi ma davvero carine...I receptionist molto parigini e quindi non particolarmente simpatici ma trattali con sufficienza e ti verra' pure da ridere!la posizione ti ripaghera' di tutto:da li ti potrai muovere a piedi per il louvre e la sera passeggiare per saint jermain.Inoltre questo hotel si trova nel quartiere giapponese quindi e' circondato da ristoranti giapponesi!per il ristorante del compleanno via a Saint jermain- des pres in questo momento non me lo ricordo ma ho un buonissimo ristorante francese da consigliarti. Prendi il bateaux bus: lo userai per spostarti per tutto il centro Di Parigi per tutta la giornata salendo e scendendo tutte le volte che vuoi nei punti che ti interessano.
    Ti auguro uno splendido compleanno nella bellissima Parigi
    Gattacicova

    RispondiElimina
  54. Mettiamola così: tu per il tuo compleanno vai a Parigi io per il mio (oggi) mi sono regalata una bella batteria nuova per l'auto.... Ma almeno stasera il mio fidanzato mi porta fuori a cena!! :D
    Auguri zit! Auguri a noi!!!!
    Tua fan Francesca

    RispondiElimina
  55. Mettiamola così: tu per il tuo compleanno vai a Parigi io per il mio (oggi) mi sono regalata una bella batteria nuova per l'auto.... Ma almeno stasera il mio fidanzato mi porta fuori a cena!! :D
    Auguri zit! Auguri a noi!!!!
    Tua fan Francesca

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig