martedì 15 giugno 2010

Strofinami oh Tigre

Nonostante stia sfrigolando all'idea di un post su cosa impedisca alle attrici di colore di comprarsi una lametta (e parlo di immagini come questa), ho deciso di dedicarmi ai miei miti adolescenziali per cercare di capire come abbiano fatto a distruggere da sole la propria reputazione.
Certo che dopo la Britney che si rasa da sola in un salone qualunque nel mezzo di chissà quale trip mentale, niente potrà più sconvolgermi..eppure credevo che la vita regolare e stabile di un'Ugola d'Oro come Christina Aguilera potesse in qualche modo salvaguardarla da cadute di stile come questa

Voglio dire: ma quanto cazzo ti devono aver pagata per farti accettare di leccare da una ciotola con addosso un sacco rubato alla differenziata? Ma qualcuno se la ricorda quando ancora non aveva scoperto le ciglia finte e l'eyeliner? Ma quanto era carina quando cercava di abbozzare qualche passo di danza sulla spiaggia con la stessa maestria della De Filippi in braccio a Kledi: 'I'm a genie in a bottle...you gotta rub me the right way' che significa more or less 'sono il genio della bottiglia, mi devi strofinare ben bene..' Non che parlasse come la monaca di Monza, però si faceva ascoltare. Invece poi da quando ha messo le mutande rosse e ha cominciato ad urlare a tutti che a lei piace farlo 'Dirrrrrrty' (=sporco, puzzone, lercio...per intendersi) è stato tutto un escalation verso la Mignottaggine avanzata.
Ecco un altro passaggio importante del suo ultimo video 'I'm not my self tonight' (e sulle somiglianze con Lady Gaga si è già detto abbastanza per altro)


Ma credo che il meglio di sè l'abbia dato in quest'immagine, dove solo il suo pubblico italiano capirà l'omaggio che ha fatto alla nostra celebre Tigre di Cremona.




Nessun commento:

Posta un commento

Condividimi tutta