Blog umoristico ma molto realistico di fitness, moda e celebrities. Vivo a Milano e lavoro nella moda, sul web mi chiamo Zitella Acida ma se mi incontri per strada chiamami Lucia!

giovedì 28 aprile 2016

La scelta dell'Abito

Se non mi fossi fermata nel mezzo del marciapiede ieri sera, pensando a che strada fare per tornare a casa, non avrei preso la metro verde con la – più o meno- intenzione di scendere a Centrale e prendere poi la 60 che mi avrebbe lasciato vicino a casa.
Non mi sarebbe venuto poi in mente che potevo invece scendere a Garibaldi e prendere il 33,
e non avrei avuto il piacere di beccare per caso Gloria e di scambiarci qualche chiacchiera.
Non mi sarei soffermata a parlare della casa nuova e dei preparativi del matrimonio che, dovrebbero, divertirmi mentre invece sono solo una lunga lista di cose da fare con una certa scadenza.

Ho reagito con forse troppa violenza quando Gloria mi ha chiesto se avevo una foto dell’abito (ancora scusa Gloria) passando davanti alle vetrine delle Spose di Milano.
Tra una chiacchiera di una ricetta (la torta integrale alle mele) e un’altra (il suo abito da sposa color champagne) ho pensato che forse è vero che la foto del mio abito non è ancora il momento di condividerla, ma le foto di alcuni tra quelli provati sì…

Se non avessi avuto una ristrutturazione da seguire probabilmente sarei andata avanti all’infinito a provarne, perché non sono mai abbastanza.

Avevo preso appuntamento da Antonella del Brusco (Jenny Packham), da Pronovias, da Luisa Beccaria e in un negozio di abiti da sposa in Friuli (per fare contenta mamma).
Quello che ho imparato è che quando vi chiedono il budget, aggiungeteci sempre almeno qualche migliaio di euro in più. Se non troverete lì l’abito giusto, almeno avrete avuto modo di fare del turismo da abito da sposa, che male all’ego non fa.
Altra cosa che ho imparato è che una volta indossati i pizzi francesi di seta, qualsiasi altro pizzo che la vostra pelle toccherà vi sembrerà un cencio gratta-pavimenti comprato a China Town.

Da Luisa Beccaria:


Barbie Principessa dei Pizzi Francesi 


In 10 anni di vita a Milano sono passati davanti alle vetrine di Luisa Beccaria quella cinquantina di volte. Mi sono sempre detta che prima o poi, almeno a provarli, ci sarei andata.
La signora gentilissima incaricata dell'appuntamento mi ha prima mostrato gli abiti appesi (tutti erano adatti a quello che stavo cercando) sui quali mi sono mostrata entusiasta, poi e solo POI mi ha chiesto il budget. 
E' qui che ho sbagliato.
Perché io ho comunicato il mio budget REALE di spesa che, da Luisa Beccaria, consente di acquistare al massimo un abito corto lilla per fare l'invitata di nozze al matrimonio della principessina Charlotte.
Gli abiti che mi aveva appena mostrato costavano quanto una cucina: questo 11.000 €, questo 15.000 € questo forse 10.000 €
L'unica opzione per le popolane sarebbe stata l'opzione gonna chiffon basica + corpetto di pizzo su un catalogo di pizzi francesi con un range prezzo dai 4.000 ai 6.000 €
Pur insistendo, non ho mai saputo quanto sarebbero costate le due opzioni di pizzo che ho indossato.

Sì, è evidente che manca da riempire qualcosa lì davanti.

Ok, non so usare Photoshop. Sono le mie mutande quelle che si vedono.

Ahahahahah! No.

"Prima che mi mandiate via, me lo fa provare con il velo per favore?"

Da Pronovias:

Lo sa solo dio quanto grattava il pizzo di quest'abito. 

Quest'abito era salvato in wishlist da almeno un anno: era nella campagna pubblicitaria di Pronovias (del 2014) e temevo di non ritrovarlo al momento della prova.
La prima cosa che ho notato una volta addosso è stata la sua pesantezza: rispetto a quelli di Luisa Beccaria provati poco prima, quest'abito pesava come un macigno. 
Tutto sommato non mi dispiaceva, forse era pure uno dei miei preferiti ma cominciando a stimare, all'epoca delle foto (novembre 2015) la data delle nozze per luglio, le maniche lunghe, la schiena coperta (e il peso) lo mettevano già fuori gioco.

I got hot sauce in my bag, SWAG!

Non puoi tentare di acquistare un abito da sposa nel 2015 senza incappare nel tunnel degli abiti a sirena e del fottuto pizzo tatuaggio. All'urlo di IO NON SARO' VALERIONA, ho minacciato la commessa di non provarci nemmeno ad avvicinarmi con uno di quei cosi, ma alla fine ho ceduto alla curiosità di capire cosa prova J.Lo in una delle sue serate qualunque sul red carpet.
Guess what? Ovviamente non fa per me, mi sento molto a disagio e pure un po' ridicola. Il riflesso incondizionato è quello di strusciarsi le mani sui fianchi, nel vano tentativo di nasconderli e coprirli, fallendo miseramente.

Da Alberta Ferretti:


Quando pensavo al mio abito da sposa ho sempre pensato che non avrei acquistato un abito da sposa da atelier, quanto piuttosto un abito di collezione (magari di sfilata), di un brand come Alberta Ferretti, Blumarine, Dolce & Gabbana, Valentino etc.
A Novembre però, la collezione in negozio era la fall winter e di colori chiari, sia da Alberta che da Valentino c'era ben poco.

Da Nicole Spose (sì, quella di Real Time):

Ottima idea avere la 38 di campionario. Ottima idea.

Dopo mesi e mesi di insistenze, ho dovuto promettere a mia madre che almeno una prova da "quella della televisione" l'avrei fatta. 
La scelta devo dire che non manca, ma mancava completamente lo stile che interessava a me: meno pacchiano, più chiffon, meno tulle.
Credo che la sua offerta sia molto diretta ad un pubblico particolarmente giovane e sopratutto straniero (russe, russe everywhere).
Ho chiesto lo chiffon: in tutto il negozio (bello grande)  non c'era UNO. STRACCIO. DI. ABITO. DI. CHIFFON.
L'opzione disponibile sarebbe stata realizzare il corpetto del modello qua sopra su una gonna dritta di chiffon, visionabile in uno scampolo 20x20.

Ho detto NO agli abiti a sirena!

No, segna i fianchi e da davanti è troppo sciura.

Poco poco, questo è l'unico che si salva. L'entusiasmo, si vede, è palpabile.


Ok Nicole, abbiamo capito che lo stile un po' fru fru, poco gnè gnè a base di chiffon, non ce l'abbiamo. Cambiamo completamente stile. 
Fammi sognare.


Quest'abito color rosa pesca l'avevo puntato dal catalogo sul sito. Fuori da ogni canone rispetto a quello che stavo cercando, devo riconoscere che essendo l'unico con la gonna di tulle e un po' da principessa classica che ho provato, ha lasciato il suo segno.
Non smettevo di guardarmi e di gongolarmi nello specchio. Barbie Luce di Stelle, finalmente, ero io.


L'apertura sulla schiena, mannaggia a Nicole, era esattamente quella che cercavo (nemmeno l'Abito Prescelto ce l'ha così). Le coppe davanti erano un po' troppo evidenti (si sarebbero potute cambiare) e l'abito poteva essere fatto anche bianco. 
Eppure anche in rosa, per quanto provinciale possa sembrare, non mi pareva una cattiva idea.


Mi è rimasto talmente nel cuore che ricordo ancora il prezzo (2.700 €).
Devo dire che ho vacillato, ma non l'ho scelto.

Il Prescelto me l'ha portato la commessa di Pronovias forse annoiata dal fatto che continuavo a dirle "non voglio sembrare una sposa, non voglio sembrare una sposa!". L'ho visto appeso: MEH.
L'ho guardato e le ho detto "ma è da sciura! dove vuoi che vada con quest'abito? Alla Scala con la pellicetta?" - "Provalo".
Lo indosso, mi guardo. Bhè. Non è male.
Esco dal camerino, le mie amiche piangono.

Ok.

Mi guardo allo specchio. Bhè bhè. 
Non è male no.
Non piango, non mi commuovo. E' un abito, per dio.
Non sono ancora pronta a ordinarlo ma la commessa profetizza: "se una volta uscita da qua, continuerai a pensare a quest'abito, significa che è quello giusto". 
Una decina di giorni dopo, le ho dato ragione.

A metà maggio avrò la seconda prova, quella nella quale forse riuscirò ad indossarlo e respirare visto che qualche settimana fa era "troppo stretto".
Prima di ordinarlo mi chiesero di perdere 2 cm di vita, per fare in modo che la taglia ordinata mi fosse giusta di seno (più facile perdere cm di vita che guadagnarne di seno): "MA CEEEEERTO! E POI TUTTE LE SPOSE DIMAGRISCONO!1!!1!".

Sono ingrassata.

SHARE:

23 commenti

  1. a parte il fatto che stai benissimo su tutte le foto, sono d accordo con te su tutto al 100%. Non vedo l'ora di vederti!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Il primo e l'ultimo sono semplicemente fantastici! Mi sconvolge che ti abbiamo chiesto di dimagrire, sei uno scricciolino!!!

    RispondiElimina
  3. amoooooooooooo!!!!!!
    sei troppo bellissima!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. -una volta indossati i pizzi francesi di seta, qualsiasi altro pizzo che la vostra pelle toccherà vi sembrerà un cencio gratta-pavimenti comprato a China Town.
    -Quando pensavo al mio abito da sposa ho sempre pensato che non avrei acquistato un abito da sposa da atelier, quanto piuttosto un abito di collezione (magari di sfilata)
    -"non voglio sembrare una sposa, non voglio sembrare una sposa!"
    Tutte queste cose le ho ripetute fino alla morte alle decine di commesse che ho incontrato nella mia lunga ed estenuante ricerca dell'abito perfetto, mentre tutte mi facevano del terrorismo psicologico "non devi provarne troppi, ti confondi e basta".
    Guess what? L'abito perfetto non esiste. Ma con le unghie e con i denti alla fine è possibile riuscire ad indossare qualcosa che ti faccia sentire a tuo agio e che i tuoi amici bolleranno come "è proprio il TUO abito!" Mental self high-five.

    RispondiElimina
  5. Amore sei bellissima!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Guarda io non credo mi sposerei mai solo per lo smazzo di fare la prova abiti. Ma tu sei un incanto con (quasi) tutti. Non vedo l'ora di vedere il prescelto!

    RispondiElimina
  7. Guarda io non credo mi sposerei mai solo per lo smazzo di fare la prova abiti. Ma tu sei un incanto con (quasi) tutti. Non vedo l'ora di vedere il prescelto!

    RispondiElimina
  8. uuuh che bel post!
    Pure io non mi sono emozionata e anche la mia commessa ha datto la stessa cosa. Dopo 3 settimane sono tornata a prenderlo.
    Mi spiace che sia uno di quelli che tu hai scartato a priori, d'oh! spero di aver fatto la scelta giusta.
    E cmq anche io sono ingrassata. Cosa che non capitava da 12 anni, sono sempre stata fissa sullo setsso peso senza badarci. Bah.

    RispondiElimina
  9. uffi... tralasciando il fatto che sei comunque un bellissima ragazza, questi abiti non ti valorizzavano abbastanza...mi sono piaciuti giusto gli ultimi tre...poi sul fatto che ti abbaino chiesto di dimagrire anziché adattare il vestito (come in tutti gli atelier che si rispettino) mi scapperebbe un vaffa, ma mi limito ad una pernacchia... Ora aspettiamo di vederti nel tuo grande giorno..Attenta che l'aspettativa è alta ;) Non preoccuparti del calo ponderal...se sono riuscita a dimagrire anche io ci riuscirai pure tu. Abbi fede e tanto sport il mese prima delle nozze :)

    RispondiElimina
  10. Mi sono sposata da pochissimo e ho fatto fare il mio abito. Nonostante l abbiano finito una settimana prima del matrimonio, mi era diventato un po largo in vita...

    RispondiElimina
  11. stai bene con quasi tutti per carità ma... lo sai che rifarsi le tette costa meno di un abito beccaria?....io non esiterei un attimo nella scelta tra le due cose!

    RispondiElimina
  12. sei uno spasso.
    e sei bellissima con tutti i vestiti!
    prima del matrimonio io avevo accarezzato l'idea di andare a provare dei vestiti da sposa tamarri tipo quelli dei negozi cinesi, ma non ho avuto il tempo. in realtà ho comprato un vestito non da sposa, di Dolce & Gabbana, scovato in un outlet. non era un vestito da sposa, ma un semplice tubino bianco traforato (del resto mi sono sposata in municipio, andava più che bene, nessuna delle spose che è arrivata prima o dopo di me era in bianco lungo). se non fosse stato che ero l'unica in bianco potevo passare io pure per un'invitata :)

    RispondiElimina
  13. sei uno spasso.
    e sei bellissima con tutti i vestiti!
    prima del matrimonio io avevo accarezzato l'idea di andare a provare dei vestiti da sposa tamarri tipo quelli dei negozi cinesi, ma non ho avuto il tempo. in realtà ho comprato un vestito non da sposa, di Dolce & Gabbana, scovato in un outlet. non era un vestito da sposa, ma un semplice tubino bianco traforato (del resto mi sono sposata in municipio, andava più che bene, nessuna delle spose che è arrivata prima o dopo di me era in bianco lungo). se non fosse stato che ero l'unica in bianco potevo passare io pure per un'invitata :)

    RispondiElimina
  14. Lo so che ti sposi (e ti invidio molto, soprattutto l'abito di Pronovias, lo sposo è un bel ragazzo,m non è il mio tipo :P)
    Lo so che sei impegnatissima, abito, torte, catering, partecipazioni..Lo so, farò la damigella la prossima estate e seguo una futura sposa in questo percorso fatto di lacrime fuori dai camerini e foto di torte rosa a tre piani su Pinterest. So tutto, ma ti prego, scrivici almeno il post sulle pagelle del Met Gala. Abbiamo fatto a meno di Golden Globes ed Oscar (ed è stato una tristezza) ma adesso io devo assolutamente sapere cosa pensi dell'abito di Claire Danes! Ps: sei splendida con tutti quegli abiti, compreso quello da Valeriona, anche se anche il mio preferito rimane quello da Barbie Luce di Stelle. L'attesa è alle stelle per il Prescelto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono venuta qui per chiederle la stessa cosa!

      Elimina
    2. Ci vengo di continuo nella speranza di trovare qualcosina... Niente, ora si sposa e non ha più tempo, poi il viaggio di nozze, poi tutto il resto... Dannate nozze, ho anche finito di rileggere tutti quelli passati!

      Elimina
    3. Bentornata intanto! Sì, mi accodo alle richieste: come fai le pagelle te nessuno, ed è un talento che è un peccato vada sprecato (e per me vorrei l'abito da sfilata che descrivi, per cui non mi sento pienamente partecipe – aggiungo però che i primi due, il quarto e l'ultimo farebbero vacillare chiunque, e che sei bella!) Waiting for Prescelto

      Elimina
  15. Sei bellissima!!!
    Perdere 2 cm?!?!!!! Sei magrissima! Ti vogliono far sparire?!

    RispondiElimina
  16. Sei bellissima! Mi hai quasi fatto venir voglia di provare l'abito bianco, ma poi sono rinsavita immediatamente. Tu comunque stai davvero bene. Complimenti!

    RispondiElimina
  17. Ciao zitella! Sono finita sul tuo blog per caso, mentre cercavo spasmodicamente sul web idee per l'outfit per il matrimonio cui dovrò andare sabato e che ho scoperto - troppo tardi - che dovrà essere "casual country hipster". E niente, sono rimasta folgorata! Innanzitutto da come scrivi: mi hai rapita sin dalle prime righe e immediatamente ho smesso di cercare suggerimenti o riferimenti tra le tue parole e ho cominciato a scoprirti, post dopo post. Ho "recuperato" la tua vita degli ultimi 6 anni in una sera e... Non immagini quante io volte mi è sembrato di leggere cose MIE. Siamo più o meno coetanee, emigrate dai rispettivi paeselli per lavorare a Milano, dove viviamo da un decennio e passa in affitto per "quei motivi là" e poi... puff all'improvviso compriamo casa. Nel 2015. Con quello con cui abbiamo preso un aperitivo i primi del 2012, che ci ha fatto capitolare prima di subito ma anche dannare per anni. Addirittura, io vivo in Isola e ho un nome molto simile al tuo. Le uniche due grandi differenze sono: 1) non ci ho mai capito niente di moda e 2) il viaggio tanto agognato in Irlanda, in cui un pochino mi aspettavo o speravo di ricevere la famosa proposta, si è trasformato nell'anticamera del tracollo. Ora sto cercando, come posso, di rimettere insieme i cocci. E mi accontento di leggere le favole degli altri. In bocca al lupo per tutto!

    Ps. Ah, io sono l'antisport quindi non comincerò MAI a correre, neppure ora che vorrei scappare da tutto e tutti ;)

    RispondiElimina
  18. Mi sono presa una cotta per te - ma devo dire che l'abito principesco bianco non mi piace un granché!

    RispondiElimina
  19. Molto cavvina! :) https://it.pinterest.com/pin/282530576604035217/

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig