venerdì 15 luglio 2011

Storie di Vita Vera: La vacanza last minute

Mettetevi nei miei panni: le mie vacanze hanno assunto una vera e propria definizione solo questo lunedì e la partenza è prevista tra esattamente 15 giorni.
Facile direte voi no? Ben due settimane per prepararmi. 
E poi che ci vuole per fare una valigia? 
NO.
Non ci sarà una valigia. Ci sarà un borsone al massimo.

E ho a disposizione solo il prossimo week end per comprare le cose che mi servono. Cioè solo domani. Cioè solo domani. Cioè solo domani. Domani E' SOLO UN GIORNO.

Vado in vacanza in barca a vela.


Ooooh bellissimo direte tutte.
Ooooh bellissimo dico anch'io, ci mancherebbe altro.
Ma prima di infoiarmi nel trip eco-friendly del 'Dio quant'è bella la barca a vela sono sicura che non vorrò mai più scendere' parliamo per un attimo del fatto che quest'anno, mettendo a preventivo già a gennaio che non sarei andata in vacanza da nessuna parte visto che la mia amichetta ha ARBITRARIAMENTE deciso di fidanzarsi e di lasciarmi completamente da sola a smaltire tre dico tre settimane di astinenza lavorativa , ho mangiato come un porco non degnando di uno sguardo quella tesserina della Motus Palestre che stava nascosta nel borsone, quindi al 15 luglio ho le sembianze del Kinder Happy Hippo e le cosce che, grazie ai 4 mesi di pillola Diane, stanno zampillando di ritenzione idrica che forse farò invidia all'Adriatico.
Lo scarso preavviso inoltre mi preoccupa perché io ho solo due costumi. Uno intero nero e uno a due pezzi colorato. E due settimane di barca a vela davanti a me.

Ricapitolando le regole della barca a vela pare che siano:
Niente trucco
Niente piastra
Niente tacchi
Niente valigia
Niente shampoo+balsamo+maschera ristrutturante+olio 1+olio2
Niente vestiti che mi fanno sembrare figa anche se non lo sono
Niente LETTO (cuccette? What is cuccette?)
Niente 'io nuoto solo dove si tocca'
Niente 'non faccio niente per due settimane' (perché in barca è come se fai la cameriera in un ristorante: non puoi mai stare con le mani in mano).

Trovo alquanto ingiusto ed angosciante l'idea di affrontare una vacanza di DUE settimane in barca e UNA presso la casa genitoriale con solo UN borsone. Non credo che sia nemmeno legalmente accettabile. Lo è?
Una donna, COME PUO', riassumere 21 GIORNI di vita vestiaria in un BORSONE?
Ora, capisco che indosserò prevalentemente costumi e probabilmente i pudori da 'nah-io-il-reggiseno-non-me-lo-tolgo' dureranno all'incirca 8 secondi, ma la sera dovrò cambiarmi no? O si scende in porto con il costume?
Con il pareo? IO NON IL PAREO. Con il kaftano? IO NON HO UN KAFTANO. Io mi vesto anche per andare dall'ombrellone al bar. Cosa dite? Non ci saranno ombrelloni? E nemmeno LETTINI?


Forse non so quello che faccio.


E per questo ho chiesto consiglio alla mia mentore, mia ex capa, mia adorabile e amorevole amica qualche consiglio su cosa portarmi in 'BORSONE' che potrebbe non venirmi in mente:
'La crema solare. Protezione altissima'
'Ma non dirmi. Poi?'
'Non portare roba che si rovina. Che in barca si bagna tutto'
'Pensavo di prendermi le Birkenstock. Mica mi uccidi se lo faccio vero?
'Sì, ti uccido. Questa cosa è peggio del fatto che ascolti i Negramaro. Ma in che zona vai?'
'Boh Croazia. Giù di là'
'Ma è bellissimo! Vabbhè, sei in Croazia ex paese comunista. Te le puoi anche mettere le Birkenstock. Ma non voglio che ti fotografino con le scarpe anti-sesso per eccellenza'
'Poi voglio prendermi la borsa in paglia'
'Borsa in paglia no. Scomoda'
'Cosa faccio mi porto la Prada? O la Sergio Rossi in pelle d'anguilla così a tema mare?'
'No, ti compri una borsa del cazzo da H&M. Non hai idea di quanto la roba si rovini in barca'
'Ma una borsa in paglia di H&M no? Un po' bucolica, dài'
'Meglio la borsa in tela'
'….'
'….'
'Tela'
'Fidati'
'Esiste ancora chi compra quelle robe lì dopo la caduta del Muro?'
'Da H&M era pieno. Bianche e blu, carinissime'
'Ma la borsa di tela è da STRACCIONE'
'COTONE GREZZO. Dai.'
'Vado da H&M e chiedo una borsa in POPELINE. Voglio vedere'.

Abbiamo assodato che mi serviranno più costumi che mutande. Bene. Ne devo comprare almeno altri tre.
Quattro.
Forse cinque.
Facciamo sei con quello che ho fanno sette + l'intero.
Avete una mezza idea di cosa voglia dire comprare dei costumi dopo due settimane dall'inizio dei saldi? Significa che i vari Yamamay, Calzedonia, Tezenis hanno un display che assomiglia più ad un Jackson Pollock che all'assortimento di un negozio.
Ieri sono andata in Missione Esplorativa Preparatoria su Corso Buenos Aires: da H&M i costumi erano in un angolo dimenticato da dio e quando avevo trovato per miracolo un modello carino mancavano gli slip. Non è che mancassero gli slip della mia taglia (che potrebbe essere anche plausibile) mancavano completamente tutti gli slip di quel costume. 
Ho chiesto alla commessa che, piuttosto che rispondermi si sarebbe fatta togliere un dente senza anestesia, mi ha risposto 'tutto quello che c'è è esposto'. 
Maddai. Chissà che vendite eh di questo triangolo da solo.
 
Per la disperazione ho messo piede anche da Etam che ha confermato quello che ho sempre pensato: intimo per mamme.
Ho varcato la soglia di un Calzedonia e sono stata sopraffatta dai colori lanciati completamente a caso sugli appendini.
Filari e filari di costumi ordinati in maniera esclusivamente randomica, separati dal loro coordinato e disperati come fratellini che vengono adottati da due famiglie diverse.
Secondo me i costumi soffrono.
Secondo me quando qualcuno compra un costume spaiato da qualche parte nel mondo c'è un costume che muore.
Perché io non ci credo a questa moda di merda messa in giro da icone di stile come SILVIA TOFFANIN e ILARY BLASI che reggiseno e mutanda sono più fighi se sono diversi. No.
Fa parte dell'ordine costituito delle cose. E' come ribellarsi alla Costituzione. E' come cercare di modificare l'asse terrestre. E' come disubbidire alla mamma.
Il costume va appaiato, cristosanto.

Poi mi dicono che mi servirà una (eh?) giacca a vento.
Io non ne indosso una da.....da.... Ne ho mai avuta una?
Non pensate che dorma con il blazer blu, solo aborro l'abbigliamento sportivo nella sua interezza.
Devo andare da Decathlon. DE – CA - THLON.
Non ci sono mai entrata. Odio quell'odore di plastica che ti inquina i polmoni non appena si entra. Bugia. Perché è lo stesso odore che si sente varcando la soglia di H&M quindi ci sono ampiamente abituata. E' proprio l'idea di spendere soldi per qualcosa di sintentico, informe, con le zip e impermeabile.
Bah.

Poi mi servirà un cappello. Ok, quello lo so come lo voglio: lo voglio di paglia (posso almeno quello?) e con la fascetta nera. Ne ho trovato uno perfetto alla Sisley uomo ma c'era solo la S. Quindi come tutti i cristiani ho fatto la brava personcina civile e anziché correre in lungo e in largo per il negozio ho vinto la mia proverbiale timidezza e ho chiesto alla commessa 'ce ne sono degli altri?'. Cosa credete che mi abbia risposto? La frase di default delle commesse nell'orario 18 -20: 'Tutto quello che c'è è esposto'.

Care commesse, posto che ad una conclusione del genere ci arrivavo anche da sola visto che siamo al 14 di Luglio e spero bene che non abbiate ancora a magazzino della merce non esposta, ma quei tre cappelli che vedo svettare sulle teste dei manichini? Si può sapere di grazia di che taglia sono? 'No, mi dispiace, quelli non li possiamo prendere'.
Piccola gentile dolce e brava commessa che mi stai davanti, ti spiego una regola fondamentale del commercio: per sopravvivere bisogna VENDERE. Se una cliente ti chiede la taglia della merce sul manichino, tu pur di venderla dovresti controllare la disponibilità della taglia ed eventualmente PRENOTARE la vendita. Sì, amica, si chiama 'appartare' la merce. Non è difficile, è consentito dalla legge. H&M lo fa. H&M, mica Hermès.
Quindi me ne sono uscita con le pive nel sacco pensando un giorno di tornare alla Sisley come Julia Roberts e dirle 'Lei lavora a percentuale?Bello sbaglio! Bello! Enorme!'

Quindi adesso non so dove trovare il cappello dei miei sogni che sarebbe questo:


La mia lista di priorità poi prosegue con delle necessarie e fondamentali espadrillas che, visto che non posso indossare i tacchi (quando gliel'ho detto al telefono a mia madre mi ha risposto 'Ma come? Non ti porti neanche un paio di sandali [con il tacco] e un vestitino per quando vieni a casa?' e poi ci si chiede da chi ho preso eh...), diventeranno l'alternativa alle -già ribattezzate- Birkinstock.
Peccato che le uniche espadrillas veramente belle che ho visto nella mia intera esistenza siano queste:


E temo di non potermele permettere. Però la Piccola Cosa Snob giusto ieri ha parlato di un negozio in Piazza Sant'Eustorgio che vende espadrillas di tutti i colori a pochi euro e magari vado a farci un giro domani, sempre che prima non mi renda conto del fatto che le espadrillas mi piacciano più come concetto assoluto che come calzatura vera e propria e di fatto non saprei con cosa portarle.


Ricapitolando, le altre cose che mi servono sono:

La borsa scrausa (di H&M)

 
Il kaftano (Calzedonia, a trovarlo)(e io sarò figa uguale)


E i miei quattro vestitoni lunghi. Tre perché uno non mi piace più.
Di fatto sarebbero due quelli che metto perché quello bianco si è accorciato in lavatrice.

...

Bene. Non ho un cazzo da mettermi.

Voglio questo. E questo. E quel maledetto vestito verde di Mango che pare essere introvabile ora.

C'è qualcos'altro che devo portarmi che voi sappiate? 
 

SHARE:

31 commenti

  1. Non so se hai occasione di passare all'outlet di Noventa perchè davanti c'è l'utlet di Calzedonia e hanno un sacco di costumi e anche dei kaftani fighissimi!
    comunque quel cappello sembra il panama che vendono i tizi del Bangladesh ovunque!ahahaah

    RispondiElimina
  2. da subdued qualche gg fa avevano ancora discrete scorte di costumi, e soprattutto erano decenti!
    Altrimenti, come ultimisssssima spiaggia, c'è oviesse -_-

    RispondiElimina
  3. i costumi da calzedonia a noventa fanno c a g a r e.
    da oviesse ce n'è uno blu intero di moooolto carino, io tifo intero, sempre, comunque.

    sparta

    RispondiElimina
  4. Ma.. le espadrillas in barca? Mah, non sono mai stata in barca a vela ma se è vero che ti si bagna tutto le espadrillas fanno come la spugna! E comunque zitella mia, quelle lì non si possono davvero guardare!! Invece la borsa è carina :)

    RispondiElimina
  5. Ciao!!sono nuova e mi fai veramente morire dalle risate...complimenti!!! ho solo una piccola domandina ma fondamentale:perchè diavolo vai a fare la vacanza in barca a vela??non sarebbe meglio un fantastico e comodo albergo 4 stelle? :)
    Monica89

    RispondiElimina
  6. al centro commerciale Auchan di Vimodrone c'è uno yamamay che scorsa settimana aveva di tutto e di più. è un centro commerciale piccolo e sperduto che fa pena...ma la yamamay è super!!!

    Chiara Fabbro

    RispondiElimina
  7. ECCOMI, ECCOMIIIII Zit!! Arrivo in tuo soccorso!
    Credimi, sono un'E-S-P-E-R-T-A della barca a vela, esperienza frutto di 4 anni con l'ex, detentore di patente nautica. La prima volta, andai nel panico anche io...don't worry, allora, ti elenco quello che mi portavo io:
    -sacca/borsone (mica vorrai portare un trolley vero?)
    -borsa della Napapiri, sono comodissime e indistruttibili, e anche carine (quella cosa di HeM, per favore, lasciala, appunto, dentro il negozio di HeM)
    -scarpe (ehm, cara, ma lo sai vero che sulla barca si sta senza scarpe?) ergo, ti serviranno SOLO per quando scendi, e non storcere il naso di fronte alle Birkenstock, sono rientrata da poco da Madrid dove ho camminato a 40 gradi per 8 ore al giorno e senza quelle avrei i piedi separati dal resto del corpo adesso. E cmq quelle semplici, a ciabattine, non sono affatto brutte, e qui da me sta diventando anche modaiolo metterle d'estate. Cmq, puoi sempre portare anche un paio di sandali bassi per quando scenderai a terra
    -cappello...ora vorrai uccidermi, ma ebbene sì, io quello lì della foto, CE L'HO, comprato a Madrid ultimamente (provato da Accessorize?)
    -costumi: ti assicuro che 3-4 bastano (Golden Point provato? Io quest'anno li ho presi lì, e avevano ancora taglie, almeno qui da me)
    -pareo se non riesci a trovare un kaftano (dai, un pareo ce l'avrai no?!) oppure non so se hai visto quegli abitini/copricostume da Tezenis
    -3-4 vestitini estivi
    -shorts (non so se li metti, io in città manco morta, ma in vacanza sì)+top
    Purtroppo devi rassegnarti, deve entrare tutto dentro UN borsone...dai Zit, puoi farcela, ce l'ho fatta anche io...

    RispondiElimina
  8. io per sicurezza porterei i calzini, ma io non vado da nessuna parte senza calzini.

    poi 2 t-shirt e un paio di fuseaux lunghi di cotone.

    se non hai parei, portati una stola/sciarpetta leggera, o un bel foulard enorme e che non ha paura del salso.

    ma davvero niente beauty case??
    non ci credo, io sono riuscita a portarlo anche quando sono andata in Croazia in moto. in 2, con solo uno zainetto eastpack.

    RispondiElimina
  9. Vacanze in barca a vela? Troppa promiscuità tra i partecipanti. La vacanza in barca è ok. Ma su uno yacht e molti skippers. ;)

    Come impermeabile ti consiglio un K-Way: http://www.kappastore.com/it/offerte.asp?vetrina=11896&Id_Reparto=57

    Come espadrillas ci sono quelle nuove Havaianas
    http://www.havaianas-store.it/e_commerce/origine-c-261-tp-10.htm

    ma in barca non sono il massimo, serve la suola di gomma per non scivolare (tassativo!) e le espadillas non hanno questa prerogativa, i conviene stare su una scarpa classica e "ad uopo":
    http://www.zalando.it/samsonite-madrid-da-barca-bianco-sa611a004-002.html

    RispondiElimina
  10. Siete fantastiche. Siete meglio di due genitori. Vi aggiorno: kaftano CELO (quello della foto e posso GIURARE che sono figa uguale)e di costume PER ORA ho preso questo http://www.goldenpointonline.com/it/prod-2-2131.aspx

    Ora se trovo UN bikini me lo faccio bastare. Ma è impossibile, stasera ho perlustrato il centro.
    Piuttosto è la questione shorts a preoccuparmi ora. Ne ho solo un paio. Di jeans.

    RispondiElimina
  11. Ma un giro da Marina Yarching no?

    RispondiElimina
  12. per carità DEVI portare alcuni abiti fighi per la sera !!
    quando scendi non puoi sembrare una sciattona, tutte quelle che scendono dalle barche a vela sono strafighe e indossano sandali, abiti scollati e sono TRUCCATE !!
    non vorrai mica essere l'unica a indossare alla sera gli stessi abiti del giorno !!
    no espadrillas, o scarpe chiuse tipo all star o mocassini colorati !
    sarà stupendo, vedrai !
    gigettona

    RispondiElimina
  13. p.s. ma tu starai via DUE settimane con Un caftano ??
    p.p.s. ma hai guardato che bei costumi da lovable ? io ho preso quello marrone a fascia con i disegnini etnici in rosso...bellissimo !
    gigettona

    RispondiElimina
  14. Fondamentale: assicurati che le scarpe, espadrillas o scarpine leggere di tela, abbiano la suola BIANCA (quindi le Birkenstock non vanno molto bene...) o sei bandita immediatamente dallo skipper :) Io ti consiglio mooolti vestiti bianchi o chiari perchè in vela ci si abbronza molto (ah occhio al segno del costume...quel bellissimo monospalla che hai comprato..lo adoro...ma non ti lascerà il segno?). Io non sono fan degli shorts, un paio di capri bianchi? Secondo me fanno un sacco "vela" e poi stanno benissimo se sei a piedi nudi :)

    RispondiElimina
  15. Ma l'abbigliamento sportivo può essere denominato "abbigliamento"? Secondo me no!

    RispondiElimina
  16. Io porterei un borsone impermeabile in cui schiaffare tutto l'indispensabile per scendere dalla barca. Ti capisco benissimo, io non sono andata in campeggio per questo motivo (sono totalmente priva di qualsivoglia spina dorsale, lo so) :D

    RispondiElimina
  17. Ti seguo già da un po' ma non avevo mai commentato prima. Ok, probabilmente è riduttivo dirti quanto adori i tuoi post, ma lo faccio lo stesso. Mi rivedo davvero nelle cose che scrivi, soprattutto nella rubrica "storie di vita vera". Per esempio, a proposito delle commesse, che -mi spiace dirlo- detesto con tutta me stessa, quando ti guardano e rispondono con sufficienza e aria supponente, senza sapere che siamo noi ad avere il coltello dalla parte del manico (leggasi soldi/carta). Riguardo la vacanza, mi spiace ma non essendo mai stata su una barca a vela per un periodo così lungo proprio non saprei che consigliarti di più, però ti capisco; anche in aereo è uno stress perché supero sempre i kg consentiti. I vestiti mi sembrano una scelta perfetta, in quanto quelli estivi non pesano nemmeno tanto. Direi di puntare su quelli, sia di sera che di mattina fanno la loro sporca figura ;)

    RispondiElimina
  18. che ciula che sei Zi, vai da Borsalino per il cappello
    galleria vittorio emanuele 92

    corso Venezia 21

    conosco anche un negozio che vende ogni marca di cappello simile a quello.

    RispondiElimina
  19. Che son ciula lo so anch'io e per quanto abbia già comprato un Borsalino lo scorso inverno la mia propensione alla spesa per un cappello di paglia non così alta!
    Cmq costumi CELO, 2 bikini, e Birkinstock (uomini, fatevene una ragione) CELO.
    E una magliettina da HM e un fuseaux da American Apparel, per vedere foto andate su twitter!

    Vi amo tutte, soprattutto a quelle che commentano per la prima volta! <3

    RispondiElimina
  20. il cappello che hai postato, non è di paglia ;)
    perchè non usi quei cappelli di paglia che usano gli agricoltori?
    sarebbe scicchissimo e con pochi spiccioli!

    RispondiElimina
  21. una domanda: ma se il cappello di paglia in barca se ne vola via col vento???? va a finire che ti ustioni il cuoio capelluto (a me è successo la settimana scorsa, e dire che capelli in testa ne ho!). per il resto cara, non saprei proprio cosa consigliarti perché l'idea di trascorrere due settimane ondeggiando su di una barca a vela mi atterrisce: sei temeraria (ecco io porterei la xamamina). e poi senza un armadio...oppure con un armadio MOLTO piccolo; e con tutto quel disordine che inevitabilmente si verrà a creare nel borsone...........ma sì, solo le modelle ti dicono che in vacanza portano solo un pareo, che indossano anche la sera con un paio di sandali gioiello!!!

    RispondiElimina
  22. occhio alle espadrillas amica, la suola di paglia, ti capitasse in barca, non è proprio l'ideale vista la quantità di acqua sempre presente sul 'pavimento'della barca.
    piuttosto - ovvio che è solo un consiglio - puoi puntare sul genere ballerine di tela, che almeno hanno la suola di gomma, tipo queste (le ho viste blu, rosse e bianche, stile marinaretta, bellissime, queste sono solo un esempio)

    http://www.zikul.com/bonprix-italy/scarpe-scarpe-da-donna-ballerine/ballerina/91796294.html

    oppure chiste della converse

    http://jdsports.scene7.com/is/image/JDSports/21188a?wid=400&resmode=sharp&op_usm=1.1,0.5,0,0

    http://a8.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/180365_163128397070602_124963474220428_366715_5890535_n.jpg

    baci

    RispondiElimina
  23. ah, prova da oisho sia per costumi, scarpe e cappelli... poca roba ma fine e originale, un po' lolita in gita in campagna, ma bello.
    ps. e il pareo prendilo zitella, funge sia da copricostume che da telo male che da sciarpa che da scialle.. vai da scout, in via carobbio, dove ci sono le prima delle colonne.

    RispondiElimina
  24. Mannaggia Zit hai comprato l'unico costume che ho provato quest'anno (oltre a quello che ho comprato) ma mi stava ovviamente di merda!!!!!!!!!!
    Cmq... ma non passi dai tuoi in partenza? cosi potresti lasciare li la valigia aletrnativa per la settimana dai tuoi..nooo?

    RispondiElimina
  25. ...io starei a casa...troppi casini x andare in vacanza eh.... 'na tragedia!!! ;)))
    beato chi non se le può permettere le vacanze...così pensieri non ne ha proprio!
    Love. F

    RispondiElimina
  26. Oggi scrivi come Becky Bloomwood.
    Ricordati i farmaci anti nausea-vomito.
    Per il cappello vai in un negozio da sciuri di Milano, credo ce ne sia uno in Duomo, il mio fida l'ha trovato identico a 12 euri.
    E ammetto, con dolore, di avere comprato le mie prime Birkenstock la settimana scorsa. MA ho una giusta causa: il mio piede è ancora infiammato e non posso mettere i tacchi. E non si vive di sole ballerine. E le indosso solo con la gonna lunga. Perdonata?

    RispondiElimina
  27. Zit, certo che puoi mandare le foto, poi farò le mie e ci faccio un post. Amiche mandatemele tutte! Per quanto siano comode, ammettiamo che fanno cagare e vedersi? Non basterà lo sciopero della fame di Pannella a salvarle.

    RispondiElimina
  28. Birkenstock blu ai piedi da un anno, da quando la tendinite cronica mi ha imosto, in ticinese, di entrare in un negozio ortopedico (nemmeno in un negozio figo, no, io dovevo prenderle alla farmacia dei vecchi!) e comprarle per indossaele immediatamente.
    ammetto il loro essere ripugnanti, ma appena le ho indossate mi è sembrato di volare.
    foto?
    http://chepoivogliodire.blogspot.com/2010/08/dovrei-saperlo-gia-da-un-po.html

    d.

    RispondiElimina
  29. Io quel cappello lo vedo male: alla fine della vacanza non ci arriva, la barca va a vela perché c'è il vento...
    Piuttosto prenditi una fascia per capelli di quelle "larghe" che è vero fanno un po' effetto bandana, ma ti coprono la testa e ti aiutano a tenere a posto i capelli. da decatlon prendi delle scarpe da vela e una licra per quando sarai scottata e non scordare il doposole! EJ

    RispondiElimina
  30. Birkenstock me too!!
    Sarà da svizzeri forse, ma mi piacciono :)

    Un consiglio: non prendere la pillola Diane ha un dosaggio molto alto e tanti effetti collaterali!!

    P.S. il tuo blog è sempre adorabile!

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig