venerdì 24 febbraio 2012

The Oscar Dress: Una retrospettiva dal 1954 ad oggi

[Per non rischiare di leggere commenti come 'bleh questo post è troppo lungo' io ti avviso, mio pigro lettore: questo post contiene 15 immagini. QUINDICI. Questo non significa 15 persone o 15 foto. No, no. Le foto recensite sono circa un centinaio. Quindi, se hai poco tempo o poca voglia, cambia pure canale, non mi offendo].

Trovare tutte le foto era impossibile, trovare le migliori non è stato facile.
Sopratutto poi per il necessario lavoro di anagrafica: anno, attrice e crediti designer.
Volevo trovare una linea editoriale diversa rispetto ai '50 best oscar dresses of all time' e spero di non deludervi.
Quello che conta, è qua.
Quelle che contano, sono qua.
Gli Oscar 2012 si terranno Domenica 26 Febbraio. Stay sveglie.

L'ABITO A MERINGA

Gwyneth Paltrow, 1999, Ralph Lauren; Audrey Hepburn, 1954, Givenchy; Grace Kelly, 1956, Helen Rose; Sarah Jessica Parker, 2009, Dior Couture; A. Hepburn/G. Kelly, 1956; Sandra Bullock, 2004, Oscar de la Renta; Penelope Cruz, 2007, Versace; Cameron Diaz, 2011, Oscar de la Renta, Rachel McAdams, 2010, Elie Saab; Carey Mulligan, 2010, Prada.




Quello più impresso nella mia memoria di 28enne non può che essere il confetto rosa Gwyneth Paltrow nel 1999 per “Shakespeare in Love”. Ai tempi tutti la paragonarono ad una novella Grace Kelly per l'eleganza nel vestire e la grazia nei modi. Vere e proprie icone di bellezza ed eleganza a metà degli anni '50, Audrey e Grace sembra che abbiano scolpito le regole di stile per l'avvenire delle attrici di tutto il mondo. E sono tutte dive bionde, o quasi, quelle che scelgono l'abito a meringa, forse lo spirito di emulazione verso Grace Kelly è più forte di quel che si pensi o forse l'abito a meringa è un chiaro segnale di chi ama a stare al centro dell'attenzione. Ecco un altro dettaglio, l'abito a meringa è per la donna minuta. Una statuaria come Uma Thurman non potrebbe mai permetterselo. La migliore di tutti i tempi? Audrey ieri, Penelope oggi.

IL COLUMN DRESS
Halle Berry, 2003, Elie Saab; Sarah Jessica Parker, 2010, Chanel Couture; 
Renee Zellweger, 2001, Lily et Cie; Michelle Williams, 2011, Chanel Couture.

 Natalie Portman, 2005, Lanvin; Cate Blanchett, 2007, Armani Privè; 
Salma Hayek, 1997, N/A; Jessica Biel, 2009, Prada.

 Kate Winslet, 2007, Valentino; Uma Thurman, 1995, Prada; 
Maggie Gyllenhall, 2010, Dries Van Noten; Maggie Gyllenhall, 2007, Proenza Schouler.

 Reese Whiterspoon, 2002, Valentino; Cindy Crawford, 1991, N/A; 
Gwyneth Paltrow, 1996, Calvin Klein; Meryl Streep, 2010, Chris March.

Questa è la categoria più ricca perché è l'abito più comune in passerella e più facile da portare sui red carpet, per lo meno fino all'avvento dell'abito a sirena negli ultimi 10 anni. Con il column dress piace vincere facile: non ci si inciampa, non c'è il rischio di cadere sul palco salendo le scale e si possono nascondere eventuali curve di troppo.
Il colore migliore a mio avviso è il metallico: oro, argento o molte applicazioni. La struttura dell'abito è semplice ed è necessario che sia impreziosita ed illuminata da qualcosa.
Tra i migliori degli ultimi anni: Sarah Jessica Parker in Chanel couture nel 2010, Cate Blanchett in una colata di metallo Armani Privè del 2007, Maggie Gyllenhall in un'impensabile Proenza Schouler nel 2007 e un'altra spaventosa, incredibile tamarra Gwyneth Paltrow in Calvin Klein Collection al braccio di un altrettanto tamarro Brad Pitt nel lontano 1996.
Da osservare: i sandali troppo aperti e l'abito troppo corto di Reese Whiterspoon nel 2002, Natalie Portman che sembra una ballerina classica quando ancora The Black Swan era molto lontano nel Lanvin del 2005 e il classico abito a vestaglia di Meryl Streep nel 2010 (Meryl, ricorda quello che sei stata e lascia perdere Vivienne Westwood).


L'ABITO A SIRENA
Jennifer Aniston, 2009, Valentino; Kate Hudson, 2003, Versace; 
Rachel Weisz, 2007, Vera Wang; Naomi Watts, 2004, Versace.

 Michelle Williams, 2006, Vera Wang; Jessica Alba, 2006, Versace; 
Uma Thurman, 2006, Versace; Anne Hathaway, 2009, Armani Privè.

 Keira Knightley, 2006, Vera Wang; Jennifer Garner, 2008, Oscar de la Renta; 
Penelope Cruz, 2008, Karl Lagerfeld; Beyoncé Knowles, 2009, House of Dereon.

 Freida Pinto, 2009, John Galliano; Mila Kunis, 2011, Elie Saab; 
Cate Blanchett, 1999, John Galliano.

Il primo avvistamento risale al 1999 sulla splendida Cate Blanchett, Colei che Tutto Può.
Il suo abito melanzana di Galliano è passato notevolmente alla storia per la schiena nuda quando ancora nessuno osava Quella Mossa Del Mostrare Vogliose Il Sedere Ai Fotografi ora all'ordine del giorno. Lei splendida in un abito che la mostrava quasi senza veli vista l'inconsistenza del tessuto, era il 1999 e il nude look era cosa di tutti i giorni.
Sono seguite in moltissime e in diversissime per corporatura e per stile: passiamo da una luminosissima Jennifer Aniston in Valentino nel 2009 (ricordiamoci che Jennifer preferisce il nero solitamente), al leggendario abito giallo canarino di Michelle Williams (ci ricordiamotutte le foto più tenera degli ultimi tempi) che divise la critica tra chi lo trovava troppo giallo per una bionda e chi lo trovava un vero e proprio Statement Dress che ha illuminato il red carpet. Da quale parte sto io? Non serve nemmeno che ve lo dica.
Infine la forma di abito a sirena più rigida, quella preferita da Beyoncè, che impedisce i movimenti ma regala The Silhouette.
La migliore: Michelle per il coraggio e Beyoncé per il suo essere consistent.
Da dimenticare: Rachel Weisz (peccato per il tessuto, quasi una visione) perché troppo scollata.


L'ABITO CON STRASCICO
Faye Dunaway, 1968, Theodora Van Runkle; Grace Kelly, 1955, Edit Head; 
Kate Winslet, 1998, N/A.

 Anne Hathaway, 2008, Marchesa; Katherine Heigl, 2008, Escada; 
Heidi Klum, 2008, Roland Mouret.

 Charlize Theron, 2005, Galliano per Dior; 2006, Dior e 2004, Gucci.

 Angelina Jolie, 2004, Marc Bouwer; Marisa Tomei, 2009, Versace; 
Hilary Swank, 2005, Guy Laroche; Cate Blanchett, 2005, Valentino.

Gli Oscar sembrano l'unica occasione accettabile nel quale indossare lo strascico, a parte le nozze in cattedrale.
Non vi è altra occasione al mondo. Nemmeno una cena alla Casa Bianca, nemmeno ai Globes, nemmeno ai Grammy's.
Quindi se strascico dev'essere, che strascico con le contropalle sia.
La Diva dello Strascico per Eccellenza è lei, Charlize Theron. Gli abiti che indossa per i gala hanno tendenzialmente tutti lo stesso modello: bustier e strascico a più veli (ricordate il Dior ai Globes di quest'anno?). Lei è alta, l'abito non è certamente timido come un column dress ma nemmeno pomposo come una meringa e pare la giusta via di mezzo. Per un abito così non sono indicate le stampe, occupando già molto volume di per sé, per non rischiare l'effetto tappezzeria. La migliore di ieri: Grace Kelly. La migliore di oggi: Anne Hathaway nel 2008.

Infine ho cercato di riassumere quelli che per me sono gli abiti ICONICI degli ultimi 50 anni, quelli che a mio avviso sono passati o passeranno alla storia presto per l'eleganza della forma, per la grazia di chi lo indossa, per il cambiamento che hanno determinato negli anni a seguire.




Audrey Hepburn in Givenchy per l'Oscar a Vacanze Romane nel 1954, Grace Kelly nel 1956 in Helen Rose nell'anno del suo matrimonio che l'ha resa principessa e Barbra Streisand in una prematurissimo e azzardatissimo look hippie/nude look nel 1968.

Gwyneth Paltrow nel confettino rosa wannabe Grace, l'Elie Saab di Halle Berry passato alla storia più di qualsiasi altro abito degli ultimi 20 anni (inspiegabilmente, a mio avviso), il Valentino vintage (del 1967)color menta di Jennifer Lopez al braccio di Ben Affleck, lo stu-pen-do Balenciaga di Nicole Kidman nel 2007 quando ancora indossava abiti che le consentissero di muoversi agevolmente, la sfida contro la sorte dell'abito viola Givenchy couture di Zoe Saldana nell'anno degli Oscar ad Avatar, il primo abito vintage (che in seguito lanciò la moda in tutto il mondo) agli Oscar, un Valentino del 1982 indossato con impareggiabile classe dall'Oscar per Erin Brockovich di Julia Roberts, il tailleur di raso bianco di Angelina Jolie nel 2001 di cui si parla in Gomorra di Roberto Saviano, la fantastica Sharon Stone in un semplicissimo e altrettanto sconvolgente ensemble Vera Wang nel 1998, la splendida Cate Blanchett lo scorso anno in Givenchy Couture e infine Nostra Signora del Cinema Sophia Loren in (quelle che sembrano) piume di struzzo bianche nel 1963.

La migliore di ieri per me? Sharon Stone in camicia bianca e gonna a tubo per l'azzardo.
La migliore di oggi? Cate Blanchett, una scommessa sempre vincente.

SHARE:

44 commenti

  1. Ti meriteresti l'Oscar per l'impegno profuso nella redazione di questo eccellente post.
    Io sono da sempre una wannabe Cate Blanchett perciò poco obiettiva ma quando ho intravisto Louis Miguel con la Hayek e Brad Pitt tamarro con la Paltrow ho pensato che anche un post sugli accompagnatori da red carpet sarebbe interessante. Spesso danneggiano una mise impeccabile.

    RispondiElimina
  2. io sposo tutto quello che hai scritto. TUTTO. Molto brava zit, molto bene.

    RispondiElimina
  3. Io so che tu odi la Anne, ma posso dire che tra tutti questi sopra il più bello per me è proprio il suo rosso, nel 2008?! leggo che anche a te è piaciuto, ma per me è proprio il migliore

    RispondiElimina
  4. postilla, io adoro il viola di mila kunis, la trovo stupenda.

    RispondiElimina
  5. Mi è piaciuto tantissimo questo post, anche se mi hai dato la conferma che non posso indossare gli abiti a meringa -.- e va bene, vorrà dire che mi rifarò con quelli con lo strascico! Tra i miei preferiti: Grace Kelly 1955 e Charlize del 2004. Eppure, le meringhe continuano ad attirarmi..

    RispondiElimina
  6. Io per l'abito meringa preferisco Grace Kelly. Del resto lei è la mia diva preferita!
    L'abito a sirena è in generale meraviglioso, quello di Cate Blanchet del '99, poi, è sublime. Ed il giallo in Michelle del 2006 è fantastico (in barba a chi dice che il giallo non dona alle bionde!)!
    Di quelli con lo strascico, quello di Grace Kelly del 1955 per me resta un mito; il rosso di Anne Hathaway è un sogno, ma anche il Guy Laroche di Hilary Swank per me è intramontabile!
    Che dire degli iconici: mi piacciono tutti!

    PS: vorrei farti notare che per commentare il post ho aperto il blocco note così da commentare in tempo reale! Adoro questo post!!

    RispondiElimina
  7. Fino a ieri volevo morire in un abito meringa, avevo solo dei dubbi per il fatto che sono nana e con la stoffa che avrei tagliato, mi ci sarei potuta fare un cappotto. Ora HO DECISO che mi sposerò in un abito a sirena (grazie per aver dato il nome a una forma, l'ho scritto sull'agenda), e precisamente quello di Naomi Watts. Trovamelo.

    RispondiElimina
  8. MERAVIGLIA!
    grazie...con questo post ho sognato!
    BeataMai
    p.s. ma rivedere Luis Miguel mi ha sconvolto....!

    RispondiElimina
  9. io voglio sposarmi con il meraviglioso Givenchy Couture che indossa la Blanchett nell'ultima foto. Trovamelo! (e so che lo farai)

    (rivedere la foto Michelle/Heath è straziante)
    gogo

    RispondiElimina
  10. uao ma che post!!!

    Io mi sono un po' commossa nel vedere Cindy Crowford con Richard Gere e Kate l'anno d Titanic ...ma soprattutto lo Chanel di Michelle Williams nel 2011, il rosso di Anne Hathaway in Marchesa e il meraviglioso Givenchy di Cate Blanchett!

    RispondiElimina
  11. L'abito più bello dell'ultimo ventennio è quello rosa di Gwyneth a mio modesto parere. Non c'è niente da fare lei è figa naturale, bionda naturale, ricca naturale. trasuda superiorità da tutti i pori (per questo la odio) è la versione attrice di Carolyn Bessette (rip. moglie di John john Kennedy)pure lei di un'altra specie umana.
    Zitella #RESPECT

    RispondiElimina
  12. molto, molto carina e ben fatta la tua rassegna.
    Però secondo me, alle volte, l'abito a colonna, quando è in bilico verso il modello a sirena, fatica a nascondere le forme, quello metallico di Kate Blanchett non nasconderebbe nulla su nessuno. Dovrebbe essere fatto a peplo (o impero) e cadere quindi completamente dritto per essere il modello utile a nascondere ciccia e affini.
    Il tailleur bianco da operatore sanitario in libera uscita, però no, personalmente non riesco a concepirlo.
    Conficcati nella testa mi rimarranno per sempre l'abito di Mila Kunis dell'anno scorso del buon Elie e quello nelle varie gradazioni del viola di Zoe Saldana che è talmente esagerato da rischiare di tracimare nel kitch, ma una tal chicchina cromatica da salvarsi per un pelo..

    RispondiElimina
  13. Numero uno Misci in Chanel, numero due Misci in Vera, numero 3 Mila in Elie.
    Cate in Givenchy è fuori concorso; semplicemente non umana.

    RispondiElimina
  14. Tu sei un mito Zit.
    Fattelo dire.

    SEI UN GENIO. Bellissima retrospettiva!

    RispondiElimina
  15. Grazie, avevo letteralmente bisogno di un'iniezione di alta moda cinematografica commentata.
    Certo, ho dovuto superare lo choc di rivedere Luis Miguel ("....Noi, ragazzi di ooooggi nnoi..." che vecchio!), credevo che avesse fatto outing e avesse dichiarato di essere felicemente gay e fidanzato...ah, no, quello era Ricky Martin!
    Comunque, anche certi look vintage non scherzano, eh: vedasi la mise di Barbra Streisand, che evidentemente non si vedeva già abbastanza penalizzata dalla proboscide che tiene appesa in viso al posto del naso.
    Sembra un incrocio tra una scolaretta peccaminosa e una colf.
    Ma gli altri abiti.... Valentino riesce nell'ardua impresa di rivalutarmi la Winslet, semplicemente b.e.l.l.a.!
    La Hathaway in Marchesa è divina, peccato anche lei un gran naso. E Cate Blanchett non è di questo mondo: qualunque cosa indossi mi piace.
    Certo, alcune note stonate in giro ci sono: come ignorare i sandali scarponati di Meryl Streep, che a occhio sembrano un modello Valleverde, o l'accessorio della Paltrow nel '96....ah, ma è Brad Pitt?! Ossignore, sembra Fabrizio Corona dopo che s'è attaccato alla bombola dell'ossigeno!
    I preferiti? L'Armani della Blanchett, ovviamente, ma il Versace di Penelope Cruiz è difficile da dimenticare.
    Come l'abito di Sofia Loren, degno di una menzione di (dis)onore per aver saccheggiato i nidi degli uccelli protetti in barba alla Lipu.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  16. Non mi intendo di moda, né sono del settore (anzi, la divisa verde da sala operatoria è piuttosto monotona ma devo dire che i pantaloni non vestono male) però voglio farti i complimenti per questo (e tutti gli altri) post decisamente ben scritto con un sacco di spunti/riferimenti.
    Brava brava brava! A me, banalmente piace Audrey nel suo Givenchy, semmai mi sposerò mi piacerebbe un abito simile.
    Complimenti ancora!
    Una tua devota ma silenziosa follower.
    G

    RispondiElimina
  17. dopo il givenchy della cate, penso non vedrò mai qualcosa di più bello. anzi forse sì: quel sorriso, quello della michelle. uff, che romanticona che sono: mi vengono ancora un po' di lacrime.
    bellissimo post, proprio bello :)

    RispondiElimina
  18. Questo post è troppo corto.
    Bia

    RispondiElimina
  19. Prima di tutto, Zit, quelli che si lamentano della lunghezza mandali a cagare, che da te c'è solo da imparare!
    Io vedo Grace Kelly e vedo la perfezione, bellissima elegantissima, issima.
    L'issima dei nostri tempi è Cate Blanchett, come si veste lei poche altre.
    E Michelle e Heath? Lacrimoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con te su Grace Kelly. Lei e' davvero la quintessenza della perfezione. L'unica, la piu' bella e regale in assoluto

      Elimina
  20. Bellissimo e documentatissimo post! Complimenti per il lavoro da certosino sulle diverse provenienze degli abiti :)

    RispondiElimina
  21. Splendido post!!!!

    RispondiElimina
  22. Zit, solo WOW. Questo è il libro che devi scrivere: la moda vista dalla Zitella.

    Comunque io, che non mi voglio sposare, ho visto almeno 5 vestiti che mi obbligano a sposarmi perché una volta nella vita un vestito come quello lo devo mettere.

    RispondiElimina
  23. Ho due preferite : Halle Berry in Elie Saab nel 2003 in dorato e Anne Hathaway in quel bellissimo abito rosso di Marchesa. Non mi aspettavo la lode per il vintage di Julia Roberts con cui ha vinto l'oscar....non mi piace affatto quel vestito

    RispondiElimina
  24. Non so se hai fatto questo post, perchè era da tempo che lo immaginavi, ma io prorpio in un vecchio commento ti ho detto che sarebbe stato bello rivedere gli abiti migliori degli oscar, e quando ho visto l'articolo ho quasi pianto ;)
    Comunque memorabili il versace della cruz,e l'abito rosso della kidman.
    cate blancette in ogni foto è estremamente raffinata e quasi sempre perfetta!!!
    Bello l'abito rosso di Heidi Klum di Roland Mouret.
    Bello il look della jolie del 2004 e lasciatemi menzionare l'abito di avanguardia pura indossato nel 2009 da marisa tomei!!!!
    C'è qualche assenza, forse vuluta non so, però l'abito indossato da J-lo nel 2007 stile impero con quella corona di pietre preziose sul collo è bellissimo, e poi l'abito della kidman del 2003, quando ha vinto l'oscar!!! cmq tutti bellissimi, complimenti per l'articolo ;)

    RispondiElimina
  25. Sì amica, l'idea me l'hai data tu ed è da quella volta che raccolgo immagini! Grazie!

    RispondiElimina
  26. Bellissimo articolo (CHE SBATTI, tra l'altro). sono d'accordo quasi su tutto tranne che sulla Cate Blanchett in Givenchy quello con la cornice davanti, non mi era piaciuto per niente. :)

    RispondiElimina
  27. Dio, Zit. Io SENTO la tua passione per la moda attraverso quello che scrivi. grazie!

    benny

    RispondiElimina
  28. wowwwww! questo post è come un regalo di natale in anticipo...ebbrava Zit !!!

    effezeta

    RispondiElimina
  29. FANTASTICA LA TUA SELEZIONE AUDREY E' SEMPRE LA MIGLIORE, LA SUA CLASSE PRIMEGGIA SU TUTTE
    wow!! that's pics are wonderful!!

    IF U WANT TO VISIT MY BLOG STREET CHIC http://chicstreetchoc.blogspot.com/
    U CAN ALSO FIND ME ON FACEBOOK http://www.facebook.com/pages/Street-Chic/126609910754628

    RispondiElimina
  30. Già finito?!? ç.ç
    Avrei continuato a scrollare sul mouse per ore...
    ilGrinch

    RispondiElimina
  31. Sarà che Jennifer Lopez la trovo sopravvalutata in qualunque cosa faccia: recitare, cantare e produrre orribili intrugli dolciastri spacciandoli per profumi, ma quell'abito verde non mi è mai andato giù!

    RispondiElimina
  32. Questo post è un capolavoro!
    Nel mio cuore tra i primi posti c'è anche l'abito a meringa di Sara Jessica Parker.
    Per quanto riguarda Cate Blanchett... beh, è veramente bella e ha un gusto ottimo, le sta bene tutto e i suoi abiti sono stupendi.

    RispondiElimina
  33. Un pur moment de culture couture. J'adore!

    RispondiElimina
  34. Questo post è fantastico, lo leggo solo ora perchè ti ho scoperta da poco, ma trovo che la tua analisi sia perfetta (l'unico su cui proprio non sono d'accordo è Sarah Jessica Parker in Chanel.. la trovo inguardabile, ma i gusti son gusti!)!
    Io, agli Oscar e alle cerimonie, tengo sempre gli occhi aperti per captare Tilda Swinton: per me è una dea che sa sempre stupire!

    Boo di insanebazar.com

    RispondiElimina
  35. Io leggo tutte le tue pagelle, e anche tutto il tuo blog, piano, piano a ritroso, ma lo leggo tutto. E penso che:
    1) ti posso adottare? Vieni a casa mia mi guardi, guardi il mio armadio e poi mi dici questo sì, questo no, questo perchè... ecco per me sarebbe un travaso di conoscenza pari all'imparare ebraico, aramaico, egiziano, farsi, cinese e sanscrito in una sola notte.
    2) Il mio abito da sposa era del tutto simile a quello di Keira Knightley del 2006, colore a parte. Che segno è? Lo tingo? sai mai che mi invitassero all'Oscar...

    Roberta

    RispondiElimina
  36. Grace Kelly e' in assoluto quella la cui celestiale compostezza ed inalterabile eleganza fanno sparire tutte le altre. Belle tutte ma lei e' davvero una Dea. Assolutamente Regina fra le regine. complimenti per il post davvero eccellente

    RispondiElimina
  37. Grace Kelly e' in assoluto quella la cui celestiale compostezza ed inalterabile eleganza fanno sparire tutte le altre. Belle tutte ma lei e' davvero una Dea. Assolutamente Regina fra le regine. complimenti per il post davvero eccellente

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig