mercoledì 1 settembre 2010

Capelli corti: due parole, un perché

Sono in molti quelli che considerano Settembre il vero Capodanno: si ricomincia la scuola, si ricomincia a lavorare, si ricomincia la palestra e si ricomincia con i buoni propositi.
Aria di cambiamenti e di rinnovi quindi, e quando una donna vuole cambiare da dove comincia?
Dai capelli!
Ci sono due amiche che in queste ultime settimane hanno deciso di mollare il colpo e lanciarsi verso l'abisso dei tagli di ricrescita, verso la dipendenza da piasta e da pasta modellante, verso il bisogno atavico di andare dal parrucchiere per 'regolare il taglio' con frequenza settimanale pena sentirsi sempre in disordine. Ebbene sì, se li sono tagliati corti.
Non che abbia nulla in contrario, per l'amor di dio, io li ho tagliati corti a Novembre 2007 e corti-corti a Novembre 2008 e sto ancora vivendo di ricrescita, quindi non sono spaventata dall'idea di avere la nuca scoperta. Però ho avvisato parenti e amiche che la prossima volta che prendo in mano la foto di Kate Moss nella pubblicità del Coco Madeimoselle (per capirsi questa) e mi dirigo verso la parrucchiera, di fermarmi.
Placcarmi.
Scaraventarmi giù dalla macchina.
Assoldare dei cecchini che sparino dal tetto del salone della mia amica Sara (di cui vi ho già parlato mille volte).
(Vi state chiedendo cosa ho fatto ai miei capelli a novembre 2009? Semplice, mi sono fatta bionda).
Tornando invece alle impavide che hanno deciso di mettersi nelle mani dei parrucchieri per i prossimi 3 anni sono la bellissima Hermione di Harry Potter (non che abbia mai visto quei film, in realtà la conosco perchè ha fatto da testimonial a Burberry e in quella campagna era stupenda) e la Anne Hathaway. Chi è? Emily. Anzi, Andy Sachs nel Diavolo veste Prada.
Favorisco le immagini:




Fiera del loro coraggio, ma penso che solo una delle due ci abbia guadagnato... ed è quella che ha a che fare con Prada.

UPDATE:
Anne Hathaway non si è tagliata i capelli, indossa semplicemente una parrucca.
E si che la prima cosa che ho pensato quando ho visto le foto è stata 'bhè almeno adesso ha un po' di personalità'. Nah. Manco le palle per tagliarsi i capelli, tzè.

6 commenti:

  1. Anne Hathaway è veramente una donna senza midollo mentre Emma mi sta sulle palle in un modoooooo mmm come sono acida oggi!

    RispondiElimina
  2. La Watson con quel look Jean Seberg mi piace molto (infatti è anche nel mio blog).
    Però credo che i capelli più lunghi aiutino noi mortali. Vuoi mettere un raccolto salva lavaggio?

    RispondiElimina
  3. Non ce la posso fare..il taglio corto non mi ha mai convinto. Anche il viso più regolare e armonioso se incorniciato da bei capelli(e sottolineo bei, non stopposi o sciupati) per me non può che risaltare di più. Unica eccezione: Halle Berry. Ma forse non faccio tanto testo, ho la fissa dei capelli lunghi, non li taglio più di 3 cm da 5 anni e li curo come dei bambini! :D
    Nuova idea per i MA ANCHE NO (anche se ne hai già parlato si può approfondire)..le extension (bleah!!!).

    RispondiElimina
  4. La famosa coda del giorno dopo? Io porto i capelli raccolti da marzo ormai. Effetto taglio ricrescita. Ah, la voglio vedere la Watson tra un anno come sta messa. Tzè.

    RispondiElimina
  5. La fase di ricrescita da taglio corto è un incubo, me la sogno ancora di notte come l'apparecchio ai denti....

    RispondiElimina
  6. Mia sorella si è presentata a casa, un paio di anni fa, con i capelli come Emma.
    Stava d'incanto.
    Beata lei.. io con il mio cespuglio di ricci, un taglio corto cosi posso solo sognarlo.

    Detto cio, la Hathaway mi sta verametne sulle palle.

    RispondiElimina

Condividimi tutta