lunedì 16 maggio 2011

Fumiamoci una Cannes

Pare non finire mai questo Festival e io non so più dove andare a raccogliere le foto perchè anche Cannes, come l'ospite, dopo tre giorni puzza.
Come vi ho già anticipato su Facebook non è mia intenzione scrivere un'invettiva su chi ha calpestato quel tappeto rosso senza nessuna ragione apparente. Ci sono già tanti haters che se lo stanno chiedendo e io preferisco solo sedermi sulla riva del fiume e aspettare.

Preferisco invece parlare delle altre squinzie che erano lì per motivi più o meno validi.

Cheryl Cole


 
 Abito - Stephane Rolland Couture

Mi sento in dovere di introdurla minimamente perchè mi rendo conto che non tutti passano la vita sui siti di gossip come me.
Cantava nelle Girls Aloud (che per me è come dire nelle Lollipop), un girl band di discreto successo in Inghilterra.
E' stata la regina delle cosiddette WAGS, un acronimo per definire le mogli -fighe- dei calciatori inglesi.
Era una truzza inverosimile poi immagino avrà assunto uno stylist, ha perso peso e d'un tratto è diventata una di quelle -inspiegabili- icone di stile (come la Chung).
Quest'estate, dopo il divorzio dal calciatore e dopo aver partecipato alla versione inglese di Ballando Con Le Stelle, è andata in vacanza con uno dei ballerini (una criptochecca) e quando è tornata ha scoperto di aver contratto la malaria. Ne è guarita eh, solo che nel frattempo ha messo su un po' di peso e ha (ri)scoperto le lampade UVA.
Nonostante non sia più un fuscello le sue scelte in fatto di abiti non si sono fatte più discrete, tuttal'altro.
Come tutte le strappone che hanno bisogno di conferme del loro fascino, dallo stile ladylike che aveva fino a un anno fa ora appare sempre fasciata in tubini di jersey, mostra spacchi vertiginosi e scollature al limite della mammografia.


Il bianco in questo look pare, di nuovo, il male minore. Se l'abito l'avesse indossato un'eterea bionda con una seconda scarsa di seno sono certa che non sarebbe apparso così volgare. Il trucco è decisamente eccessivo, i capelli sono troppo scuri e incupiscono un volto che, oltre ad essere troppo truccato è anche un filo troppo paffuto.
Le due pere appese sotto il seno, bhè, sono incommentabili.
Lei, insieme all'Innominata, rimane uno dei peggiori 'Ma Perché? Di Cannes.

Elisabeth Olsen

 
 Abito - The Row



Abito - The Row

N'altra.
Sì, in quella famiglia ci dev'essere un ottimo patrimonio genetico.
Elisabeth è la più piccola (non voglio cercare su Wikipedia se ne esistono ancora di Olsen) e ha già all'attivo alcuni film indie.
Il suo stile è piuttosto diverso da quello che delle sorelle, meno griffato e più hippie.
Per le scelte in tema di abbigliamento a Cannes si è affidata alla linea delle sorelle maggiori e tendenzialmente direi che non ha toppato, anche perchè non mi sembra magrissima e per questo ha già tutta la mia simpatia.
Tuttavia non approvo che una nata nel 1989 (ma perchè, esiste gente nata nel 1989?) vada in giro senza coprirsi i capezzoli.

Uma Thurman

Abito - Chanel

Uma in Chanel non mi entusiasma. L'unica cosa che apprezzo è il sandalo flat. Per il resto sembra che abbia la pancia, cosa per altro plausibile ma che un abito couture non dovrebbe evidenziare su un red carpet.

Penelope Cruz


Abito - Marchesa

Penelope una ne pensa e cento ne fa.
E qua fa cagare.
Sembra caduta nel tulle di una bomboniera di un battesimo e quella frangia, di nuovo, la fa sembrare una povera sguattera (non riesco a levarmi quell'immagine dalla testa dopo che ho visto la sua interpretazione in 'Non Ti Muovere'). La zip sulla schiena è un insulto all'estetica e il ricamo sulla patata non copre -come dovrebbe- lo slip color carne che indossa. 
Johnny Depp è incommentabile, sembra uno spacciatore colombiano.

Sonaam Kapoor (chiiiiii?)



 Abito - Jean Paul Gaultier Couture

Ignoro completamente chi sia, ma chiunque indossi un abito come questo su un red carpet così merita tutta la mia stima.
E ha una spallina a vista, per dire eh.

Li Bing Bing

 Abito - Georges Chakra

Altra di cui non conosco i natali e non mi interessa nemmeno saperli.
Quest'abito è talmente esagerato che mi piace.
A guardarlo sembrerebbe da sposa ma onestamente non so se esiste veramente una donna che indosserebbe questo al suo matrimonio. Riuscirebbe ad oscurare anche la persona che lo indossa.
E' un overdose di tulle e nella sua costruzione è molto più semplice di tanti McQueen che abbiamo visto.
Nel suo complesso quindi, è apprezzabile. Se statement dress dev'essere che statement dress sia!

Infine una delle migliori rappresentanti del Crederci Sempre Arrendersi Mai che si è presentata a Cannes per qualche ragione imprecisata e che mi ha notevolmente deluso.

 Abito - Elie Saab

Per gusto personale sapete che non apprezzo le maniche lunghe ai gala ma è un trend, come quello del bianco, a cui mi dovrò abiturare.
Piuttosto mi fa ribrezzo la stampa su fondo nero che spegnerebbe anche il più luminoso degli incarnati di una ventenne, figurarsi quello di Sarah. Non si vedono bene le scarpe ma se fossero veramente quello che penso (e cioè delle zeppe) comincerei a valutare l'idea di bruciare la mia collezione completa dei dvd di Sex And The City per lesa maestà.

E, no Sarah, giocare come una bambina con il vestito non ti rende più carina ma solo più scema.
SHARE:

20 commenti

  1. Dico solo OMIODDIO PENELOPE :-OOOOO
    le altre onestamente le ignoro :-D

    RispondiElimina
  2. Penelope, urge qualcuno che ti consigli COME SI DEVE!
    La nuova Olsen è più bella delle sorelle.
    Festival di Cannes pienissimo di sconosciuti!!!

    RispondiElimina
  3. Certo che tutte quante uno sforzettino in più lo potevano pure fare, sembrano dire "Che sbatti, mi tocca vestirmi e andare a Cannes!". In questa noia mortale di vestiti quello di Sonaam Kapoor (l'attrice indiana che ha rimpiazzato Aishwarya- panzerotto-Rai nel mio cuore) mi piace!

    RispondiElimina
  4. bellissima la mammografia e anche Penelope!! :)

    RispondiElimina
  5. Ancora ho da capire il perchè della fama di Cheryl Cole. Non sa cantare e nonostante il fatto che quelle drogate di Glamour UK la eleggono ogni anno "meglio vestita" (eeh) si concia sempre come una 60enne (qui non è certo un'eccezione, scollatura a parte). é bella? DOVE? Io vengo da Stoccolma e lì per strada se ne vede di molto, ma molto molto meglio. Sembra una chiunque, spesso con i capelli gonfi come un barboncino.

    ...finito questo sfogo di acidità aggiungo solo che adoro Sarah Jessica e fino a poco fa ero convinta che Sonaam Kapoor fosse Halle Berry.

    RispondiElimina
  6. e quella scema della ferragni, dove la piazzi??

    RispondiElimina
  7. Ma quelle due cose appese in vita a Cheryl Cole sono veramente due pere??!!
    Cmq questa Olsen è la più carina (anzi direi, l'unica carina), delle 3 sorelle!!

    RispondiElimina
  8. Ma dove è finita Carrie?!?!

    RispondiElimina
  9. Ti sei dimenticata X-factor, la Cheryl è la Tatangelo dell'X-factor UK. Io lo guardavo e era carina, un sacco più magra di qua e soprattutto non truccata da signorina della Pontebbana.
    Però oh, se butti i dvd di Sex and the city mi acquisti un sacco di punti oltre al milione che hai già.

    RispondiElimina
  10. Io pensavo che quelle cose dorate sul vestito di Cheryl Cole pensavo fossero dei reni.
    Penelope... una salsiccia nel tulle.

    RispondiElimina
  11. la parte del seno del vestito di quella bing bing o comesichiama mi ricorda quelle lame rotanti che si lanciavano le tartarughe ninja >.<

    RispondiElimina
  12. Quei caciocavalli appesi al vestito della Cole (ignoro bellamente chi sia) non si possono guardare.
    E come ieri, confermo che la Penelope abbia bisogno di un personal shopper (nonchè consulente di immagine) qualificato. Io la amo, ma ultimamente mi delude.
    Sempre azzeccata secondo me la Uma. Bella bella.
    E il sandalino flat della Olsen lo cercavo io uguale l'anno scorso a Milano Marittima; quest'anno ci riprovo. Ma io non devo calpestare nessun red carpet .... Oh.

    RispondiElimina
  13. Non so chi sia la Cole, ma se qualcuna l'ha accostata alla Cacangelo mi spiego molte cose....
    La Olsen è caruccia, ma quel vestitino di pizzo della comunione mi sembra un filino brutto.
    La Uma.... Bhè, la Uma è un pò cavallona e non può farci molto, ma quei sandaletti non le calzano bene i piedoni.
    La Cruz deve aver saccheggiato il negozio di vestiti da sposa usati più truzzo di Caracas e anche Depp deve averlo trovato lì, in saldo.
    Bello il vestito dell'attrice indiana, mentre l'altra, la Pio-Pio o comecazzosichiama pare uscita da un cartone animato (e non è un complimento!).
    Gesù, Carrie.... Ma come ti vesti??!!
    Lucilla

    RispondiElimina
  14. Oltre che spacciatore colombiano Johnny Depp sembra pure un fattone!!

    RispondiElimina
  15. Anche solo il titolo di questo post merita il Pulitzer.

    RispondiElimina
  16. Mia Cara, grazie alla tua spiegazione ho finalmente capito chi è Cheryl Cole (visto che non mi andava nemmeno di cercarla su google!) e trovo che sia orrenda!!!! E anche una coattona rara!!!
    Per le altre che hai elencato in questo post(non le conosco proprio tutte) sono daccordo con te e mi hai fatto sbellicare dalle risate con la storia dei capezzoli del 1989 e con la Cruz e lo spacciatore colombiano! hahahahahaha
    Sei una grande!
    Baci Babysan

    RispondiElimina
  17. ...scusa ancora l'intrusione, ma chi è l'nnominata?! hahahahha

    RispondiElimina
  18. Se la nominassi non sarebbe più un innominata! Diciamo solo che una blogger italiana che inspiegabilmente era sul red carpet di Cannes e che non ha bisogno di presentazioni nè della mia pubblicità!

    RispondiElimina
  19. ...ah già...proprio inspiegabilemente...che tristezza! :/
    Ok grazie a presto!

    RispondiElimina
  20. Cassandra Gemini26 ottobre 2011 22:08

    dio ci scampi dalla ferragni.

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig