Blog umoristico ma molto realistico di fitness, moda e celebrities. Vivo a Milano e lavoro nella moda, sul web mi chiamo Zitella Acida ma se mi incontri per strada chiamami Lucia!

giovedì 24 febbraio 2011

Se ci sono, batto un colpo

Ci voleva un po' di silenzio dopo l'overdose di post di Sanremo.
Ancora non riesco a capacitarmi di avere delle serate libere e di non dover stare sul divano ad imbarazzarmi a nome e per conto della Canalis.
Inoltre questa è l'ultima settimana in ufficio prima della Lunga Pausa e quindi ci sono molte cose da fare (mettici che è la fashion week poi).
Non vi ricordate perchè ci sarà la Lunga Pausa? Leggete qui

Quindi, ricapitolando: le Grandi Manovre sono praticamente già cominciate.
E' da lunedì che dormo male o dormo poco, ammetto che sto cominciando ad essere nervosa.
Sto cercando di figurarmi in mente l'intervento, le azioni che lo precederanno e lo seguiranno.
La clinica, l'ingresso, i medici.
I farmaci, le attrezzature e poi, la cosa che non mi sta facendo dormire la notte:
quell'affare che mi terrà gli occhi aperti. Avete presente quello strumento di tortura usato in Arancia Meccanica?
Quello.
Ho provato a cercarlo su google ma rischio veramente uno svenimento se oltre ad immaginarlo passo anche ad averne una precisa immagine in mente.
Al confronto, il dolore post-operatorio è una passeggiata.
Inoltre continuo a raccogliere testimonianza su 'quanto mi sia cambiata la vita dopo' o su quanto 'i primi giorni sentirai un po' di dolore' (ho già degli oppiacei prescritti, passerò una settimana fattona sul divano, già mi vedo).

Vi ricordo che mi hanno dato una malattia di tre settimane. Questo non significa che io sarò morta eh. Quindi sarei felice se continuaste a passare di qua. Magari mi porto il pc giù al paesello e rispondo a qualche commento, ma non posso postare.


Tra oggi e domani inoltre devo trovare un nascondiglio per tutta quella roba, e per 'tutta quella roba' intendo veramente 'tutta QUELLA ROBA', che ho comprato negli ultimi tre anni di cui mia madre non è a conoscenza e che i 400 km che ci separano mi rassicuravano sul fatto che non avrebbe mai scoperto.
Le cose che non deve trovare sono le seguenti, in ordine di importanza:
- num. 1 test di gravidanza residuo dalle avventure dello scorso mese (era di due prove, vogliono portarti sfiga già da subito) 
- num. 1 paio di sandali Marni PE 2008 (per intenderci, questi in vernice nera) 


 - num. 1 paio di sandali Carvela acquistati al 70% di sconto alla Rinascente di vernice nera (non li metto perchè non hanno il plateau) 


- num. 1 paio di mocassini borchiati (quelli di vernice nera) 
- num. 1 vestito di Mango acquistato due settimane fa monospalla, molto Stella Mc Cartney FW 2010


Non so dove mettere tutto.
L'unica soluzione è consegnare qualcosa al mio coinquilino perchè mia madre mi ha già avvisata, ridendo 'ah ah cosa credi che non lo sappia che sei piena di roba che non vuoi farmi vedere eh? Aspetta che arrivi...' quindi è come se mi aspettassi una visita programmata dai ladri.
Cioè io lo so che metterà le mani dappertutto.
Lo so.
Prenderà la scala, guarderà sopra l'armadio (sono solo scatole di scarpe. Piene. Di scarpe), sposterà l'armadio e il guardaroba, aprirà tutte le scatole, anche quelle dell'Ikea (che sono vuote e che sarebbe troppo facile nascondere lì la roba), guarderà anche nell'armadio della stanza affianco che ora è vuota.
Io lo so, subirò un raid.

E tutto questo mentre sentirò di avere almeno 500 spilli infilati negli occhi e sarà strafatta sotto l'effetto degli antidolorifici.
Ma ve l'ho detto che da oggi porto gli occhiali e sono pure struccata? E vi ricordate l'ultima volta com'è andata?

No dico, qualcuno prova ad immaginare come mi sento IO a stare in PIENA FASHION WEEK con gli occhiali e SENZA TRUCCO? Mi sento in pigiama, mi sento sfigata, mi sento brutta.
Da oggi e fino a lunedì (e moltro oltre) senza trucco.
Ho dei brufoli da far invidia alla Ferragni.
Un colorito molto simile al cielo plumbeo della città di Milano.
Nei prossimi giorni dovrò interfacciarmi con la gente. Domani devo prendere il treno. In stazione centrale.
Sono intrattabile, il mio capo oggi è passato in ufficio (è cosa rara) e l'ho mandato via dicendogli che oggi non voglio avere a che fare con la società.

Sono fisicamente distrutta al pensiero di dover abbandonare questo blog per delle settimane, proprio adesso che avevo rotto ogni fottuto record di visite mensili.
Sono ad un passo dalla celebrità.

Ceeerto.

Parlando invece di persone realmente importanti, vi anticipo che presto su queste pagine riporterò la prima (e forse ultima) intervista della Zitella.
Aprirò una rubrica solo per quest'occasione: Le Interviste Zitelle.
Si tratta di un giovane autore italiano da me, e spero presto anche da voi, apprezzatissimo. Ex blogger (e qui si spiega come ci siamo imbattuti l'uno nell'altra) e ora pregiato scrittore già al suo secondo romanzo.
Dal suo primo libro ne sta già uscendo un film con protagonista Fabio Volo (mmh, sì lo so, vabbhè bisogna esser commerciali a sto mondo per mangiare) e sul suo secondo libro, in uscita tra un mese, sono già stati opzionati i diritti cinematografici.
Insomma, si preannuncia una saga e quello che posso limitarmi a dire è... IO LO CONOSCO!
E visto che ci piace essere importanti, presto lo vedrete anche su Vogue di Marzo.
SHARE:

15 commenti

  1. io al lavoro sono SEMPRE struccata e con gli occhiali....questo fa di me una sfigatona??
    io nn lo credo....
    F

    RispondiElimina
  2. Affronta felice il tuo intervento pensando sempre e solo al POI. Quello in cui gli occhiali saranno solo ACCESSORI.
    A prestissimo.

    RispondiElimina
  3. Oddio vuoi che passi da te a prendere qualche scatola?????? La posso tenere in macchina ahahahah
    Bellissimo cmq il vestito di Mango..ma wawwwwwww
    inoltre cazzarola il fatto di non vederci è ancora peggio, non puoi nemmeno prveere quello che tua madre starà per fare....
    ma perche io dico(perche mia madre quando viene da me è uguale "ma non avete ancora appeso quel quadro?" no mamma non me ne fotte un c** del quadro) non si fanno i cavoli loro? ;-P

    RispondiElimina
  4. Zitella un mega in bocca al lupo per l'intervento.
    Quanto mi mancheranno i tuoi post:almeno al mattino,oltre che per l'abbigliamento della mia collega,ridevo per i tuoi fantastici post.Va beh,so che tornerai più Zitella e meno ciecata di prima!!!
    Lucia

    RispondiElimina
  5. Cara F. nessuno ha detto che stare struccata e senza occhiali faccia di te una sfigatona. Ho scritto che io mi SENTO una sfigata (e consentimelo, non lavoro proprio in un settore famoso per la sua benevolenza verso il prossimo).

    RispondiElimina
  6. tesoro hai tutto il mio sostegno! dai che sono quelle cose di cui a distanza di tempo si ride..
    buona avventura..

    RispondiElimina
  7. un mio amico ha fatto il tuo stesso intervento, nessuno strumento di tortura per fargli tenere gli occhi aperti e un po' di riposo dopo. mi ha consigliato di farlo ma l'oculista ha detto NO. Anche io senza trucco non sono a mio agio, ti capisco.

    RispondiElimina
  8. Amica antipatica, tu, sfigata come me, quelle a cui l'oculista ha detto no!

    RispondiElimina
  9. In bocca al lupo per l'intervento!
    Come ti capisco! Anche io senza trucco mi sento sfigatona e a chi ha inventato il copriocchiaie farei una statua!

    RispondiElimina
  10. Io punterei su una base impeccabile e un bel rossetto.
    Dopo l'operazione penso di aver ricominciato a truccarmi dopo un 10 giorni usando ombretto e mascara, dopo un mesetto per il kohl.
    Sì, sono una make up junkie!

    RispondiElimina
  11. Zit ci mancherai tanto, ma lo sai che ti penseremo tutte mentre sarai a casa al buio con gli occhiali da sole.

    RispondiElimina
  12. Ma che bello il vestitino!

    No guarda che l'aggeggio malefico per gli occhi non fa male, veramente: si sente una frescura sull'occhio e non si vede nulla, ma non è affatto spiacevole!

    In bocca al lupo e scrivici appena puoi :)

    (Io prima dell'intervento avevo conosciuto un ragazzo fighissimo che era lì a farlo con me. Immagina come mi sentivo brutta lì con le occhiaie, le ciglia sottili, la pelle grigia - era febbraio - e anche quando ci siamo reincontrati alla prima visita di controllo non sono stata brillante come so essere: se mi sento brutta, sono moscia :(

    RispondiElimina
  13. Zazee..ma quanto è vero! Anche io con gli occhiali divento (più) scorbutica e moscia! ecco quindi metti che pure a me capiti di trovarmi lì con un manzo in clinica e io con con la pelle grigia, le ciglia che urlano 'dammi il mascara' mentre mi assassino tutte le unghie (sono già a buon punto questa settimana siamo a 3/10 già rovinate smangiucchiate e sanguinanti).

    Valium, datemi il valium.

    RispondiElimina
  14. Zit! In bocca al lupo grande grande. Mettila così, è solo una questione di tempo, solo tempo. In mezzo il nulla. Quando sarà passato quel momento, tutto sarà diverso.
    ;D

    RispondiElimina
  15. Bon courage Zite!!! Un grosso grasso in bocca al lupo, aspetteremo il tuo trionfale ritorno con ansia!

    RispondiElimina

Condividi

Blogger Template Created by pipdig